Coppa Spengler, quante emozioni!

photo credit: swiss-image.ch/Photo Andy Mettler

di Samuela Gaggini

Mancano 183 giorni al via della 89° edizione della Coppa Spengler, il più antico torneo ad inviti di hockey su ghiaccio, al mondo.
Un torneo che va al di là del semplice lato sportivo; per vivere al meglio questa fantastica esperienza che si tiene tra Santo Stefano e Capodanno, bisogna, infatti, lasciarsi trasportare dall’atmosfera, dal calore e dalla passione che si respira in ogni angolo della bellissima Davos.

Sei squadre che si sfidano nel torneo che dal 2010 ha cambiato il sistema di gioco formando due gruppi: “Torriani”  con partite in programma al pomeriggio e “Cattini” di scena la sera. Le date delle partite sono fissate per tutto il torneo mentre gli accostamenti sono conosciuti solo per la prima giornata, il resto va a costruirsi in base ai risultati, rendendo il tutto ancora più interessante.

swiss-image.ch/Photo Andy Mettler

swiss-image.ch/Photo Andy Mettler


Per l’edizione 2015 le fortunate compagini partecipanti sono: i padroni di casa dell’HC Davos, l’ormai rodato Team Canada, che ha fatto di questa manifestazione una tradizione di “famiglia”, i campioni tedeschi dell’Adler Mannheim, lo KHL Jokerit Helsinki (FIN), l’ Automobilist Yekaterinburg (RUS) e l’Hockey Club Lugano che fa il suo ritorno a questa competizione dopo 24 anni, nella stagione del 75° del Club, quale migliore occasione per festeggiare questo anniversario. Curioso sapere che Glen Metropolit per diversi anni nelle fila dei bianconeri, ora giocatore del Mannheim, avrà occasione di incontrare la sua ex-squadra proprio alla Coppa Spengler.

Un programma di tutto rispetto, che gli amanti dell’hockey su ghiaccio, quelli che anche durante le pause del campionato non riescono a stare senza questo bellissimo sport, non possono assolutamente perdersi.
Perché la Coppa Spengler è la Coppa Spengler, checché se ne dica e per gli amanti di questa disciplina rimane un’occasione unica, perché non solo ti da la possibilità di masticare hockey per sei giorni di fila, ma anche di incontrare numerose star, godersi diversi stili e mentalità di gioco e respirare, per una volta, un po’ di internazionalità senza dover attendere altri tornei come i Mondiali o le Olimpiadi.

swiss-image.ch/Photo Andy Mettler

swiss-image.ch/Photo Andy Mettler

Da sottolineare il lato emotivo di questa grande manifestazione: tra le vie della bellissima cittadina grigionese in questa sei giorni tutta dedicata all’hockey, si mischieranno tifosi di diverse nazioni, feste, canti, escursioni, attività, calore e divertimento, un mix spumeggiante che fa di questa manifestazione un’esperienza unica, che va vissuta almeno una volta nella vita.

Ulteriori informazioni: www.spenglercup.ch