U18, 22ª – Ultimo giorno di scuola, iniziano gli esami

Termina la regular season anche per il campionato under 18. I giovani della Bassa Atesina di Sparer, campioni in carica con la generazione precedente, riescono a non vanificare il largo vantaggio degli scorsi mesi chiudendo al primo posto. Gherdeina e Pergine appaiate seguono d’un soffio, stabilite le posizioni dietro il podio mentre c’è stata bagarre anche per le posizioni fuori dai play-off.

Lo Juniorteams tira un gran sospiro di sollievo vincendo nell’ultima giornata ad Asiago ed evitando di essere acciuffata sul traguardo dalle incontenibili Gherdeina e Pergine. Quasi tutto nel secondo tempo con i vicentini che segnano dopo 44 secondi dall’ingaggio di ripresa del gioco (Foltin) raddoppiando al 28° con Dal Sasso. Lo Juniorteams infrange l’imbattibilità di Stevan solo a metà partita e in superiorità numerica con la rete di Bernard. Dopo appena 10 secondi l’Asiago allunga ancora con Dumitran ma è una gioia effimera. Lo Juniorteams si scatena e insacca 4 gol in due minuti e mezzo: Zerbetto, Massar e Fink nel giro di 40 secondi, poi ancora Michael Massar. Sul 3-5 l’Asiago nel terzo tempo riordina le idee e accorcia con Jozef Foltin (doppietta personale) al 52° ma il finale è tutto per i ragazzi di Bassa Atesina. Sul tabellino ci vanno Michael Massar in inferiorità numerica e Kevin Fink, altre due reti, l’ultima a porta vuota per festeggiare entrambi l’hat trick. All’Asiago non riesce la riscossa dopo il crollo di inizio 2015 ed affronterà i play-off da sesta classificata contro un Pergine in splendida forma. I trentini vincono contro il Milano per il 13° successo nelle ultime 14 gare. Partita aperta per oltre 45 minuti, i perginesi coadiuvati dai feltrini si portano in vantaggio con Valorz al 17°, il meneghino Asinelli pareggia al 23°. La fuga nel terzo drittel con i gol trentini di Colombini e Pertoldi in 40″ al 48° e infine Rivis al 54°. Una gara che, considerate le vittorie delle rispettive avversarie davanti, è stata inutile in termini di classifica ma comprometterà i play-off alle porte per alcuni giocatori. Al 19 Yan Gallarotti del Milano ha collezionato 20 minuti + 10 di ostruzionismo + 5 per carica scorretta + altri 2 per comportamento antisportivo. Considerati i precedenti della giustizia sportiva la squalifica non sarà magnanima. Nel finale di secondo periodo 10 minuti li riceve anche Colombini del Pergine per cattiva condotta, poi al 47° per lo stesso motivo la porta della panca puniti si apre anche per il compagno di squadra Francesco Valorz con altri 10′.

Il Gherdeina non si ferma e batte anche il Val Pusteria. Per i ladini è la 14ª vittoria consecutiva. Partita quasi sempre ferma sul pareggio: inizia il Gherdeina con Vinatzer al 15°, pareggia Beikirker al 17°. Primo vantaggio pusterese al 28° con Gabriele, replica Gluck al 30°. Ci riprova Pkilipp Beikirker ancora in gol (doppietta per lui) al 46°, il Gherdeina ci impiega un po’ di più dei due minuti per pareggiare ma lo fa in inferiorità numerica con Moroder, per poi realizzare a 3′ dalla fine il colpo del ko con Runggaldier. La sconfitta dei Lupi fa perdere loro la quarta posizione ma non la quinta. I gialloneri erano predestinati ad incontrare il Vipiteno ai play-off ma saranno i Broncos ad avere l’eventuale gara di “bella” in casa.
Netta vittoria del Vipiteno ai danni dell’Appiano ultimo in classifica. Per i Broncos 56 tiri a 11 che hanno fruttato le reti di Ivan Deluca (2), Dagostin, Pitschieler, Deluca, Ninz, Strickner, Trenkwalder, Jager, Planatscher e Gschnitzer. Con questo successo i Broncos salgono al quarto posto scalzando il Val Pusteria sconfitto dal Gherdeina.
In coda alla classifica il Pieve di Cadore è stato sconfitto all’overtime permettendo al Merano di affiancarlo in classifica. A salvare il suo nono posto sono gli scontri diretti favorevoli ai veneti: 4-1 e appunto 5-6 ai supplementari.
Nell’altra partita il Caldaro lascia strada al Fassa solo ai rigori. I Lucci chiudono il primo tempo in vantaggio con una doppietta di Giovanni Reffo intervallata dalla rete fassana di Paolinetti. Il Val di Fassa pareggia al 36° con De Luca e passa in vantaggio per la prima volta con il bis di Lorenzo Paolinetti, ma pochi secondi prima del definitivo pari di Dissertori Solva. All’overtime è Dennis Kustatscher al terzo minuto a non dare al Caldaro la soddisfazione della sua quinta vittoria. I Lucci con l’esito della gara di Merano restano al penultimo posto davanti alla sua vicina di casa Appiano, ma sarebbero rimasti lì anche in caso di successo cadorino. Infatti gli scontri diretti nei confronti dei meranesi erano sfavorevoli (0-1 e 5-4 però ai rigori).

Sabato gara 1 play-off. Il Milano sarà di scena contro la campionessa in carica Juniorteams, contro cui ha sempre perso. Derby ladino tra Gherdeina e Val di Fassa dove i precedenti parlano rossoblù. Trasferta corta anche per l’Asiago a Pergine contro un partner team nelle altre categorie. Molto incerta la sfida tra il vicecampione in carica Vipiteno e il Val Pusteria vittorioso due anni fa.

ULTIMO turno, 22ª giornata, sabato 7 marzo 2015
Vipiteno – Appiano 10-0 (2-0, 5-0, 3-0)
Caldaro – Val di Fassa 3-4 ot (2-1, 0-1, 1-1, 0-1)
Gherdeina – Val Pusteria 4-3 (1-1, 1-1, 2-1)
Merano – Pieve d.C. 6-5 ot (1-1, 0-1, 4-3, 1-0) -> recap
Asiago – Juniorteams 4-8 (0-0, 3-5, 1-3)
Pergine – Milano 4-1 (1-0, 0-1, 3-0)

Classifica     P.ti PG  V -et P     gol    +/-
.1 Juniorteams   57 22 19 0-0 3  113-50    63 ai play-off
.2 Gherdeina     55 22 17 2-0 3  136-63    73 ai play-off
.3 Pergine       55 22 17 0-1 3  109-49    60 ai play-off
.4 Vipiteno      47 22 15 0-2 5   90-39    51 ai play-off
.5 Val Pusteria  45 22 13 1-1 6  103-48    55 ai play-off
.6 Asiago        44 22 14 1-0 7  119-66    53 ai play-off
.7 Val di Fassa  29 22  8 2-1 11  63-74   -11 ai play-off
.8 Milano        24 22  8 0-0 14  73-104  -31 ai play-off
.9 Pieve d.C.    13 22  4 0-1 17  48-107  -59 non qualificata
10 Merano        13 22  3 1-2 16  63-119  -56 non qualificata
11 Caldaro       11 22  2 2-1 17  33-90   -57 non qualificata
12 Appiano        3 22  0 1-1 20  39-177 -138 non qualificata

Quarti di finale
Best of three: 14, 21 ed ev. 24 marzo
ore 17 Juniorteams – Milano (precedenti: 3-1, 11-1)
ore 17 Gherdeina – Val di Fassa (precedenti: 5-4, 8-1)
ore 18 Pergine – Asiago (precedenti: 1-4, 2-1)
ore 17.45 Vipiteno – Val Pusteria (precedenti: 1-2 ot, 3-2)

Final Four:
28 e 29 marzo

freccia presentazione
freccia calendario

Tags: ,