CHL: IFK e Karpat buona la prima

Nella prima gara dei quarti di finale vince tra le mura amiche l’IFK Helsinki nel derby scandinavo contro il Frölunda. Nella gara tutta finlandese, vince fuori casa il Karpat contro lo SaiPa. Martedì 9 Dicembre si disputeranno i ritorni.

IFK Helsinki – Frölunda Gothenburg 2-1 (1-1, 1-0, 0-0) di Giuseppe Poli

Alla Helsingin Jaahalli Arena IFK Helsinki e Frölunda si trovano di fronte dopo che i finlandesi sono arrivati secondi nel gruppo J e hanno superato il Friborgo nel turno precedente, mente i gli svedesi hanno vinto il proprio girone e superato il Tappara negli ottavi di finale.
Pronti via e i padroni di casa passano in vantaggio dopo soli 34″: Tomas Zaborsky recupera un disco nel proprio terzo si invola verso la gabbia avversaria, finta il passaggio al centro, e supera Fernstrom con un preciso diagonale. Gli ospiti reagiscono e al 12.21 trovano il pareggio con Mathis Olimb, lasciato un pó troppo solo dalla difesa finnica. I padroni di casa rientrano sul ghiaccio dopo il primo intervallo molto determinati e prima colpiscono un palo con Arttu Luttinen e poi in situazione di superiorità numerica passano nuovamente in vantaggio con ancora Zaborsky, vero eroe della serata.

Nel terzo drittel gli ospiti si gettano in avanti e creano con Kahnberg ma è sempre l’IFK ad aver l’occasione migliore in contropiede con Luttinen. Le due squadre si ritroveranno di fronte Martedì 9 Dicembre al Frölundaborgs Isstadion per la seconda e determinante gara.
Marcatori: 1-0 00:34 Tomas Zaborsky, 1-1 12:23 Mathis Olimb (Erik Gustafsson), 2-1 24:56 (PP1) – Tomas Zaborsky (Matti Kuparinen, Daniel Grillfors)

SaiPa Lapeenranta – Karpat Oulu 0-2 (0-0;0-2;0-0) di Gabriele Morganti
Siamo ai quarti di finale, sfida tutta finlandese, quella della Kisapuisto di Lapeenranta. Il SaiPa fin qui protagonista di un’ottima Champions, dopo aver vinto il proprio girone, ha eliminato agli ottavi gli svizzeri del Servette. Gli ospiti, i ragazzi del Karpat dopo aver vinto anch’essi il proprio girone, hanno incontrato ed eliminato il Vienna Capitals. Ma andiamo ora ad analizzare l’incontro. La partita è molto equilibrata, si tira molto poco da una parte e dall’altra. Le azioni da goal e le emozioni si fanno attendere. Il primo sussulto del match arriva sul finale del primo drittel, quando il Karpat in situazione di power play insacca il puck con Kemppainen. Tiro dalla blu e deviazione vincente del finlandese giudicata però irregolare dagli arbitri, la stecca del numero 23 degli ospiti, era più alta della spalla. L’incontro si sblocca nel secondo periodo, ancora una volta Karpat con un uomo in più, ingaggio vinto in attacco, passaggio al centro dove si allunga Joonas Doonskoi trovando il puck che, a sua volta, trova il fondo della rete e porta avanti i suoi al minuto 22. Siamo ancora nel secondo drittel, quando il SaiPa in power play perde il disco in attacco scaturendo il contropiede guidato dalla stecca di Kemppainen che serve Joonas Doonskoi, che involandosi verso la rete avversaria, batte per la seconda volta in partita Jussi Markkanen, firma la sua doppietta personale e rete che arriva in short handed. 2 a 0 Oulu. Nel terzo ed ultimo periodo, il Karpat sfiora due volte il terzo goal mentre il Saipa combina poco o niente.
Le due squadre torneranno sul ghiaccio per il match di ritorno Martedì 9 Dicembre alle ore 17.30, questa volta alla Oulun Energia-Aarena. Il SaiPa esattamente come aveva fatto agli ottavi contro il Servette, cercherà di ribaltare il risultato di 2 a 0 subito all’andata. Il Karpat davanti al suo pubblico spera invece di ripetere il match di andata.
Marcatori: 0-1 22:57 Joonas Doonskoi), 0-2 33:44 Joonas Doonskoi