Stanley Cup Playoffs : LA spera ancora, Boston allunga e Minnesota impatta

San Jose Sharks @ Los Angeles Kings 3-6 [1-1, 1-3, 1-2] / Serie 3-1 di Giuseppe Poli

San Jose manca lo sweep perdendo allo Staples Center, gara 4 nettamente; 3 a 6 il risultato finale con Thornton e soci che reggono poco più di mezza partita, poi, con la rete di Williams al 36.07, Los Angeles prende il largo e può così sperare ancora nella qualificazione anche se la strada non è delle più facili, visto che delle prossime tre partite, una sicura e due eventuali, due si giocheranno al SAP Center, casa degli Squali. Ma andiamo con ordine.

Pronti via e i Kings passano in vantaggio con Gaborik che realizza raccogliendo una respinta di Niemi su tiro di Voynov. I ragazzi di McLellan reagiscono ed impegnano Quick con Hannan che raccoglie una respinta del goalie avversario su tiro di Sheppard. L’azione della coppia degli Squali è il preludio del pareggio: infatti a 8″ dal primo intervallo San Jose pareggia con Sheppard. Ad inizio del secondo tempo LA, in superiorità numerica, torna in vantaggio con Williams. San Jose non si da per vinto e al 28.25 pareggia con Nieto, il più veloce a raccogliere una respinta di Quick su tiro di Marleau. Da questo momento sul ghiaccio c’è una sola squadra, i Kings, che tra la fine del secondo periodo e l’inizo del terzo chiudono di fatto il match realizzando tre reti: Williams, Toffoli e Gaborik i marcatori. Le ultime due reti dell’incontro, uno per parte, Pavelski (San Jose) e Brown (LA) servono solo per determinare il risultato finale.

Grazie a questa vittoria i ragazzi di Sutter provano a riaprire la serie. Gara 5 si giocherà Sabato 26 Aprile al SAP Center con gli Squali decisi a chiudere ogni discorso qualificazione mentre i Kings non possono assolutamente sbagliare per non abbandonare i sogni di gloria.

Reti: 04:08 Marian Gaborik (0-1), 19:52 James Sheppard (1-1), 23:52 PPG – Justin Williams (1-2), 28:25 Matt Nieto (2-2), 36:07 Justin Williams (2-3), 19:01 Tyler Toffoli (2-4), 00:34 Marian Gaborik (2-5), 11:36 PPG – Joe Pavelski (3-5), 18:32 Dustin Brown (3-6)

Boston Bruins @ Detroit Red Wings 3-2 OT / Serie 3-1 (0-1; 1-1; 1-0; 1-0) di Andrea Triunfo

Boston vince anche la seconda gara in programma alla Joe Louis Arena, questa volta faticando non poco per portare a casa il risultato. I Red Wings ritrovano finalmente il loro capitano Henrik Zetterberg, al rientro dopo un’infortunio, mentre in porta, a causa di un’influenza, Jimmy Howard è costretto a fare spazio al backup Gustavsson. I padroni di casa questa volta partono decisamente meglio, portandosi in avanti con Kronwall a metà periodo in occasione di power play, col difensore svedese che segna con uno slapshot dalla blu. Successivamente Marchand, dopo un gran passaggio di Miller, ha sulla stecca l’occasione del pari ma manca clamorosamente la porta, mantenendo dunque il punteggio invariato.

Nel secondo periodo arriva la seconda rete per Detroit, con Kronwall ancora protagonista; il 55 ruba il disco ad un avversario, gira attorno alla gabbia di Rask e serve per Datsyuk la rete del 2-0. Sembrerebbe un monologo Red Wings, ma pochi minuti più tardi, sullo scadere di un power play, una bomba di Krug dalla blu riporta Boston in partita, col difensore del Michigan che realizza la sua prima rete in questi playoffs. Detroit ha diverse occasioni per portarsi sul 3-1 ma ancora una volta Rask compie delle grandi parate, negando la gioia ai biancorossi.

Boston nel terzo periodo cambia pelle, e subito raddrizza la partita; Lucic passa lungo per Soderberg, il quale supera in velocità Lashoff e rimette in mezzo con un no look per Lucic, che smarcato, non può davvero sbagliare. 2-2 e tutto da rifare per Detroit. I Bruins poco dopo potrebbero completare la rimonta e passare in vantaggio con Marchand, ma nuovamente l’attaccante canadese manca a porta vuota l’appuntamento con il goal, portando a 2 il numero delle occasioni sprecate.

Si va all’OT per la prima volta nella serie, con entrambe le squadre che otterrebbero una preziosa vittoria: Detroit per pareggiare la serie, Boston per allungare. E proprio questi ultimi, grazie a una gran deviazione di Iginla su tiro di Hamilton portano a casa la terza vittoria, potendo tornare a Boston per gara 5 consapevoli di aver la possibilità di raggiungere Montreal al round successivo.

Reti: 11:00 PPG Kronwall (0-1), 24:27 Datsyuk (0-2), 30:14 PPG Krug (1-2), 41:15 Lucic (2-2), 73:32 Iginla (3-2)

Colorado Avalanche @ Minnesota Wild 1-2 (0-1; 1-1; 0-0) / Serie 2-2 di Nicola Tosin

Il Xcel Energy Center di St.Paul è ancora protagonista per gara 4 di una delle serie più equilibrate dell’intera prima fase della post-season. Se in gara 3 i padroni di casa dei Wild erano riusciti a trovare la rete della vittoria solamente all’OT, dopo aver impattato contro un Varlamov in condizioni stratosferiche, nella notte fra il 24 e il 25 Aprile le cose sembrano prendere una piega diversa fin dalle battute iniziali. E’ il minuto 3:47 quando Parise trova un accorrente Jared Spurgeon, che arrivato ad altissima velocità dal terzo centrale partorisce uno slap che il goalie russo non riesce ad acciuffare. A differenza della prima gara in trasferta, gli Avalanche non incappano in una serie di penalità gratuite e riescono così a contenere il risultato fino al minuto 12:55 del drittel centrale, quando Charlie Coyle si ritrova un puck gratuito a pochi passi dalla gabbia che deve solamente direzionare verso il primo palo per battere l’estremo difensore avversario. Il roster guidato da Patrick Roy non ci sta e pur avendo tirato in porta solamente quattro volte fino a quel momento, al minuto 13:25 (30” dopo la rete del 2-0 Wild) Ryan O’Reilly riesce ad accorciare. Gli Avalanche hanno tra le mani la chance di portare la partita all’OT a pochi istanti dalla fine, quando Bordin finisce in panca minuti a 2:14 dalla sirena finale, ma la miseria dei 12 tiri totali in 60′ di gioco non permettono a Landeskog & Co. di portarsi sul 3-1 nella serie. Con un 2-2 più che giusto, gli aerei sono pronti per tornare sul ghiaccio del Pepsi Center di Denver.

Reti : 0-1 / 03:47 / Jared Spurgeon (Parise, Granlund); 0-2 / 32:55 / Charlie Coyle (Pominville); 1-2 / 33:25 / Ryan O’Reilly (McGinn)