KHL, playoff sempre più lontani per l’Avangard Omsk

Ultimi tre giorni di gare in Kontinental Hockey League, prima della sosta per i Giochi Olimpici di Sochi. Ad Est è in pieno svolgimento la lotta per l’ottava posizione in classifica, mentre ad Ovest già si pensa a quali accoppiamenti tentare in vista dei quarti di finale. Mercoledì 29 gennaio si giocheranno le ultime partite prima della sosta; il campionato riprenderà poi a fine febbraio, precisamente mercoledì 26.

Partiamo dalla lotta per l’ottava piazza della Eastern Conference, l’ultima a garantire l’accesso ai playoff. Dopo tre sconfitte consecutive, le speranze di postseason dell’Avangard di Omsk sono oramai ridotte al lumicino. I falchi siberiani sono stati superati di misura dai diretti rivali dello Ugra nella giornata di venerdì ed ora, oltre a preoccuparsi dei risultati di Admiral e Traktor, devono pure guardarsi dai verdeblù che, in serie positiva da tre turni, credono nel miracolo-playoff.
Admiral Vladivostok e Traktor Chelyabinsk, dal canto loro, non se la passano molto meglio. La squadra dell’estremo oriente è riuscita ieri a superare di misura il Salavat Yulaev e guadagnare tre punti fondamentali dopo le pessime apparizioni contro CSKA e Neftekhimik. Gli orsi bianchi, invece, hanno dovuto attendere i rigori ed una perla del solito Evgeny Kuznetsov prima di aver ragione del Metallurg Novokuznetsk.
Attualmente, la corsa ai playoff vede favoriti proprio gli orsi di Chelyabinsk, forti di 66 punti e sei partite ancora da giocare. Gli ammiragli di Vladivostok distano una sola lunghezza ma possono contare su una partita in meno. L’Avangard, con 64 punti e sole quattro partite rimaste, è oramai quasi fuori dai giochi. Tutta l’attenzione è ora rivolta al big match di mercoledì 29 gennaio, quando il Traktor farà visita all’Admiral in quello che si annuncia come scontro decisivo per l’accesso ai playoff.

L’inaspettata vittoria del Sibir Novosibirsk sul Metallurg di Magnitogorsk primo della classe non basta ai biancoblù per la sicurezza matematica di accesso ai playoff, ma di fatto vale come una prenotazione del posto. La conferma matematica è invece arrivata all’Avtomobilist di Yekaterinburg, grazie ad un secco 2:0 rifilato agli orsi di Zagabria e a un roboante 6:2 inflitto ai leopardi di Astana. Scende in quinta posizione uno spento Salavat Yulaev, in favore del Torpedo Nizhny Novgorod, che nel mese in corso è riuscito a vincere ben nove delle undici partite giocate.
Il Bars Kazan chiude il mese con quattro partite trascinate ai tempi supplementari, di cui tre ai rigori. Brucia ancora il finale del match di venerdì contro il Lev Praga, con i leoni cechi capaci di impattare il risultato a tre secondi dalla fine per poi vincere ai rigori.

Torna alla vittoria, seppur all’overtime, il Barys Astana, che supera l’Avangard Omsk dopo quattro sconfitte consecutive. Battuta d’arresto e prima sconfitta regolamentare del nuovo anno per il Metallurg Magnitogorsk, che tuttavia mantiene saldamente il comando della Conference.

Ad Ovest, la Dynamo Mosca sfonda quota 100 nonostante una sconfitta contro la Dinamo Riga, che si conferma “bestia nera” dei pluri-campioni in carica. A preoccupare Oleg Znarok, ben più della sconfitta presto riscattata da una vittoria di misura sul Lev, è la perdita di Dominik Granak per il resto della stagione, a causa di una frattura ad una gamba subìta nel corso dello stesso match. Per il difensore slovacco addio anche ai Giochi Olimpici di Sochi.

Lo SKA San Pietroburgo conferma il delicato momento (dopotutto, i playoff si stanno avvicinando…) con due sconfitte contro Torpedo e Donbass e una sola vittoria contro lo Spartak Mosca, che suo malagrado satabilisce così un nuovo record di sconfitte consecutive (15, per ora) nella breve storia della KHL. Il Lev Praga, che per puntare al vertice della Bobrov Division aveva bisogno di un “cammino perfetto”, è inciampato in settimana su Torpedo (2:5) e Bars Kazan, superato solo ai rigori. La sconfitta di oggi contro la Dynamo Mosca, ha di fatto chiuso ogni velleità di sorpasso sullo SKA. Come se non bastasse, i leoni praghesi dovranno affrontare i prossimi tre impegni privi del loro difensore di maggior peso, Ondrej Nemec, squalificato per tre giornate dopo il match con il Kazan per una carica alla testa.

Classifica Western Conference

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
Dynamo Msk
49
31
2
2
4
0
10
157-103
105
2
SKA
49
27
1
4
4
0
13
160-104
95
3
Lev
49
21
2
8
1
4
13
134-98
88
4
Donbass
48
24
3
3
1
0
17
124-90
85
5
Dinamo R
49
20
5
5
4
1
14
130-113
85
6
Medvescak
49
22
1
3
7
3
13
129-114
84
7
CSKA
50
23
2
4
1
1
19
122-113
83
8
Lokomotiv
48
19
2
3
4
1
19
89-90
72
9
Atlant
48
16
1
6
2
2
21
103-109
66
10
Severstal
48
16
0
4
5
2
21
110-129
63
11
Slovan
49
14
3
5
3
1
23
110-147
62
12
Vityaz
49
11
1
5
8
1
23
100-132
54
13
Spartak
48
11
4
3
3
2
25
93-129
52
14
Dinamo Mn
48
11
1
3
3
2
28
88-145
46

Classifica Eastern Conference

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
Metallurg Mg
48
27
3
1
6
2
9
153-106
97
2
Barys
49
25
2
4
2
2
14
173-140
91
3
Ak Bars
50
25
4
3
5
1
12
129-101
95
4
Torpedo
49
23
2
5
2
1
16
144-111
86
5
Salavat Yulaev
48
23
2
2
4
3
14
143-128
84
6
Avtomobilist
50
21
0
7
5
1
16
127-112
83
7
Sibir
49
20
2
4
5
1
17
109-104
78
8
Traktor
48
16
1
5
4
2
20
110-131
66
9
Admiral
49
17
1
4
3
1
23
120-121
65
10
Avangard
50
16
0
5
4
2
23
128-151
64
11
Ugra
49
15
1
3
2
6
22
119-146
61
12
Neftekhimik
48
14
2
2
3
1
26
112-128
54
13
Amur
49
8
1
4
9
1
26
98-159
44
14
Metallurg Nk
49
9
1
1
4
6
28
96-156
41

Grazie ai passi falsi dei Cechi, i rossoneri di Donetsk si riportano a tre punti dal podio, grazie a due importanti vittorie contro SKA e Avangard. La sconfitta di oggi contro un Severstal tutt’altro che irresistibile permette tuttavia l’aggancio della Dinamo Riga, che negli ultimi due turni è stata capace di superare due corazzate come Dynamo Mosca e Bars Kazan. Un Medvescak Zagabria in forte ripresa contende ad un altalenante CSKA la sesta posizione: i Croati hanno superato i diretti avversari Atlant e Lokomotiv negli ultimi due turni, mentre i capitolini hanno racimolato un solo punto negli ultimi due impegni, frutto di una sconfitta ai rigori contro i concittadini della Dynamo. Al di fuori della lotta per i playoff, da segnalare la bella vittoria di venerdì dello Slovan Bratislava sul Torpedo Nizhny Novgorod.

Tags: