Il resoconto della trentunesima giornata

Il trentunesimo turno di campionato conferma soprattutto il buon momento del Renon. Dopo la vittoria ottenuta all’Odegar nel recupero della ventottesima giornata disputatosi martedì scorso, i Rittner Buam stendono anche il Val Pusteria nel derby di Collalbo. L’Asiago, dopo lo scivolone casalingo infrasettimanale, riprende a correre vincendo nettamente alla Weihenstephan Arena, il Milano conferma il suo buon momento, superando il Fassa mentre il Valpellice sommerge il malcapitato Cortina e prosegue la rincorsa alla terza posizione della classifica generale

Risultato Recupero 28esima Giornata –  Martedì 21 gennaio 2014: Supermercati Migross H.C. Asiago – Ritten Sport Renault Trucks 3-5 (1-3/1-2/1-0)
Marcatori: 00:18 (1-0) C.DiDomenico; 05:31 (1-1) T.Spinell (I.Tauferer/L.Daccordo); 11:41 (1-2) L.Nelson (E.Johansson/G.Guentzel) in sup.num.; 18:04 (1-3) D.Urquhart (D.Tudin) in sup.num.; 23:50 (2-3) K.DeVergilio (P.Zanette/D.Borrelli) in doppia sup.num.; 26:09 (2-4) T.Spinell (L.Daccordo/E.Scelfo); 37:53 (2-5) M.Siddall (E.Johansson/D.Urquhart); 59:16 (3-5) D.Sullivan (C.DiDomenico/K.DeVergilio) in sup.num.;

S.S.I. Vipiteno Broncos Weihenstephan – Migross Supermercati H.C. Asiago 1-4 (0-2/1-1/0-1)
L’Asiago, dopo l’imprevisto stop casalingo di martedì sera ritorna subito alla vittoria. L’impegno era peraltro di quelli da non prendere sotto gamba poiché il Vipiteno, uscito sconfitto ai rigori nell’ultima gara di Cortina, è formazione ben più temibile di quanto non racconti la sua asfittica classifica. Tra i Campioni d’Italia si registrano le importanti assenze di Signoretti, Marchetti, Casetti ed Ulmer mentre Alessandro Tura torna finalmente a disposizione di Coach Parco, dopo l’infortunio patito durante le Universiadi. Tra le file dei Broncos mancano Florian Wieser e Derek Lee: entrambi fuori uso per una commozione cerebrale. I Giallo-Rossi sospinti da un DiDomenico in forma smagliante superano agevolmente il difficile ostacolo. L’attaccante stellato, come già era avvenuto nel corso della gara del 30 dicembre (23° giornata) ha preso per mano i suoi, accompagnandoli alla vittoria. Tra i locali è risultata ancora una volta pesante l’assenza di Florian Wieser e l’unico acuto è venuto ad opera del sempre più sorprendente terzino Derek Eastman che ha cercato, con la sua segnatura, vanamente, di riaprire l’incontro. Sabato prossimo l’Asiago ospiterà il lanciatissimo Valpellice mentre il Vipiteno scenderà sul ghiaccio di Alba di Canazei contro il Fassa.
Marcatori: 11:42 (1-0) P.Zanette (K.DeVirgilio/F.Benetti); 15:12 (2-0) C.DiDomenico (Tessari/S.Bentivoglio); 26:12 (3-0) C.DiDomenico (D.Borrelli/K.DeVirgilio); 29:10 (1-3) D.Eastman (T.J.Caig/H.Stofner); 58:24 (1-4) C. DiDomenico (S.Bentivoglio/M.Tessari); Tiri in porta: Vipiteno 29 (5/17/7) – Asiago 30 (13/12/5); Penalità: Vipiteno 6×2’ – Asiago 3×2’; Arbitri: Daniel Gamper e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Marco Mori e Ulrich Pardatscher;

Ritten Sport Renault Trucks – Lupi Fiat Professional H.C. Val Pusteria 4-1 (2-0/1-0/1-1)
La settimana è stata finora assai prodiga di soddisfazioni per il Renon che in due giorni ha dimostrato di meritarsi la  vetta della classifica superando sia l’Asiago (fuori) che il Val Pusteria (in casa).  In verità dobbiamo dire che la vittoria di ieri sera alla Rittner Arena è stata assai meno sofferta di quella ottenuta martedì sera all’Odegar poiché i Lupi della Pusteria, confermando il loro momento abbastanza difficile, hanno offerto una ben modesta resistenza agli avanti di casa. Unica nota lieta nella prestazione degli ospiti è la conferma della ritrovata verve offensiva di Max Oberrauch che da quanto è ritornato a giocare con Ling e Scandella nel primo blocco offensivo, sembra essere ringiovanito e ridiventato quell’attaccante che tante gioie è sempre riuscito a dare ai suoi sostenitori. Ma a parte questo piccolo dettaglio, nel derby di ieri sera c’è ben poco da salvare per la formazione di Mario Richer. I Buam infatti hanno disposto a loro piacimento dell’incontro, si sono portati in vantaggio già dopo meno di centoventi secondi ed hanno consolidato prestissimo la loro superiorità. Per il Val Pusteria è stato un partita di piena sofferenza: i giallo neri avevano iniziato con Ling, Scandella Oberrauch in prima Linea, McLeod, McCauley e Bona in seconda e Crepaz, O’Marra, Erlacher in terza poi l’infortunio a McLeod che dopo il primo drittel non è più rientrato sul ghiaccio, ha ulteriormente complicato le cose in casa Pusterese. Se a Brunico il derby ha portato solo cose negative, a Collalbo da ieri sera si sono ufficialmente aperti i festeggiamenti. Il primo posto è risultato assai meritato dalla pattuglia di coach Wilson e la squadra sembra tecnicamente in grado di dare alla dirigenza, all’ambiente ed ai tifosi quelle soddisfazioni che, da anni si vanno cercando sull’altopiano di Renon. Sabato prossimo il Val Pusteria ospiterà il Milano mentre il Renon scenderà sul ghiaccio di Cortina
Marcatori: 01:54 (1-0) I.Tauferer (T.Spinell/L.Daccordo); 05:22 (2-0) D.Tudin (I.Gruber/L.Ansoldi); 36:46 (3-0) G.Guentzel (L.Ansoldi/R.Rampazzo); 42:06 (3-1) M.Oberrauch (G.Scandella/C.Borgatello); 58:02 (4-1) L.Daccordo (I.Gruber/E.Scelfo) a porta vuota; Tiri in porta: Renon 40 (15/10/15) – Val Pusteria 33 (12/12/9); Penalità: Renon 5×2’ + 10’ a Max Ploner – Val Pusteria 6×2’ + 10’ a Dennis McCauley; Arbitri: Glauco Colcuc e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Fabrizio De Toni e Omar Piniè

Hockey Milano Rossoblu – Sportiva H.C. Val di Fassa Volvo 5-3 (3-1/2-1/0-1)
Perentoria e convincente la vittoria del Milano nei confronti del Fassa. Tra i Ladini, sin dal face-off iniziale, ha debuttato a difesa della gabbia, il nuovo portiere finlandese Kai Tillanen. La formazione di Adolf Insam ha ben presto incanalato la gara a suo favore, dando l’impressione, da subito, di poterla agevolmente controllare. Buone conferme per la coppia offensiva Estoclet-Fontanive, divenuta oramai una garanzia di qualità e di buon rendimento. Il Fassa nonostante l’impegno profuso, non è sinceramente mai stato in partita, dimostrandosi sempre assai lontano dal poter recuperare il risultato. I Ladini sabato, sul ghiaccio amico, hanno l’occasione di accorciare la classifica nel match che li vedrà opposti al Vipiteno mentre il Milano è chiamato alla trasferta di Brunico contro la traballante formazione di Mario Richer (4 punti nelle ultime 4 gare).
Marcatori: 00:46 (1-0) A.A.Estoclet (N.Fontanive/U.Guerra); 02:54 (2-0) N.Fontanive (A.A. Estoclet/M.Lo Presti); 16:34 (3-0) A.Gellert (A.A. Estoclet/N.Fontanive) in sup.num.; 19:51 (3-1) D.Turon (M.Castlunger/M.Jakovlevs); 23:41 (4-1) M.Lo Presti (A.Lutz/A.A.Estoclet); 29:09 (4-2) M.Castlunger (M.Dantone); 30:21 (5-2) A.Gellert (J.Fritsch); 43:45 (5-3) F.Gilmozzi (E.Chelodi/M.Castlunger);Tiri in porta: Milano 32 (8/11/13) – Fassa 45 (19/11/15); Penalità: Milano 4×2’ – Fassa 4×2’; Arbitri: Luca Cassol e Nadir Ceschini; Giudici di linea: Willy Vinicio Volcan e Stefano Giovanni Terragni;

H.C. Valpellice Bodino Engineering – Hafro S.G. Cortina 11-3 (2-0/5-1/4-2)
Grande prova della Valpe che umilia sotto un pesante risultato di 11-3 il Cortina. I Torresi con 30 segnature nelle ultime quattro partite stanno viaggiando con una media goal record, e questo grande rendimento offensivo sta portando la formazione di Mike Flanagan alla conquista del terzo posto oramai lontano solo tre lunghezze. I Bulldogs recuperano oltre al neo papà Tyler Maxwell anche Vladimir Tomko mentre, per turnover, il difensore lettone Maris Jass si accomoda in tribuna. Il Cortina deve fare a meno di Luca Felicetti, assente unitamente ad Andrea Baldo e Renè Vallazza, mentre ritorna a disposizione Damiano Bravin. La gara non ha avuto praticamente storia ed i Piemontesi si sono portati fino ad un massimo vantaggio di sette segnature a zero senza che dall’altra parte si potesse organizzare una risposta adeguata. Insomma il Valpellice dopo aver sconfitto largamente il Renon ed aver battuto a domicilio (sia pure ai tiri di rigore) il Val Pusteria non si poteva certo far spaventare dal pur bravo Cortina. La verità è che, in questo momento, la formazione di Mike Flanagan è in grande stato di forma e che, soprattutto sul ghiaccio amico, teme pochissime concorrenze. Sabato il Cortina ospiterà la capolista Renon mentre la Valpe andrà all’Odegar, in quello che si preannuncia come “il match clou” della serata, a far visita ai Campioni d’Italia.
Marcatori: 00:37 (1-0) S.Barney (T.Maxwell/B.Ihnacak); 19:04 (2-0) D.Strong (G.Nunn/R.McDonough); 20:55 (3-0) D.Strong in inf.num.; 24:54 (4-0) B.Ihnacak (T.Maxwell/S.Barney); 26:01 (5-0) T.Maxwell (S.Barney/B.Ihnacak) in sup.num.; 29:01 (6-0) T.Maxwell (S.Tomko/T.Johnson) in doppia sup.num.; 30:24 (7-0) F.De Biasio (R.McDonough/G.Nunn); 39:51 (7-1) P.Albers (S.Gron/J.Grof); 41:41 (8-1) S.Tomko (A.Silva/P.Rizzo); 44:08 (9-1) T.Maxwell (B.Ihnacak/S.Barney); 46:16 (9-2) R.Dingle (S.Gron/G.De Bettin); 49:08 (9-3) R. Dingle (G.De Bettin/S.Gron); 50:09 (10-3) B.Ihnacak (M.Pozzi/S.Barney); 51:00 (11-3) D.Strong (M.Pozzi/A.Schina);Tiri in porta: Valpellice 43 (20/11/12) – Cortina 26 (13/8/5); Penalità: Valpellice 4×2’ – Cortina 6×2’; Arbitri: Fabio Lottaroli e Alex Lazzeri; Giudici di linea: Simone Lega e Federico Stefenelli;

Classifica Elite A Itas Cup
1) Ritten 65 punti;
2) Asiago 60 punti;**
3) Val Pusteria 59 punti;
4) Valpellice 56 punti;
5) Cortina 46 punti;*
6) Milano 35 punti;*
7) Vipiteno 31 punti;
8) Fassa 14 punti;

* una partita in meno
** due partite in meno

Tags: