U18 – Con l’Asiago non basta una grande Valpe

(dal sito del Valpellice) – Grande partita dei bocia contro i pari età dell’Asiago, squadra capoclassifica e seria candidata alla vittoria finale nel torneo.
I veneti sono quindi scesi a Torre Pellice con il ruolo di favoriti, grazie alla loro supposta superiorità tecnica e fisica con alcuni giocatori già nel giro della serie A1. Cronaca di una morte annunciata? Niente affatto!
La partita inizia equilibrata con azioni da entrambe le parti senza però vere e proprie occasioni da goal. Ci pensa Davide Martina a 2 secondi dalla fine del primo tempo a segnare una splendida rete, bevendosi il difensore avversario e insaccando con un tiro incrociato.
Nel secondo tempo ovvio arrembaggio dell’Asiago con numerose azioni offensive fino al pareggio con una azione reiterata davanti alla nostra porta.
Poi una penalità molto discutibile al nostro goalie per ritardo del gioco spezza l’equilibrio dell’incontro con rete di Magnabosco in superiorità numerica.
L’Asiago addirittura triplica un po’ fortunosamente con un tiro a porta praticamente vuota con Armand Pilon spiazzato da una deviazione su un precedente tiro.
Un parziale di 0 a 3 comunque non meritato, visti i valori in pista.
Dopo l’ultimo intervallo, cerchiamo di tornare in partita difendendoci ad oltranza e ripartendo in contropiede. Federico Cordin con uno splendido goal riapre la partita a 10 minuti dal termine.
L’Asiago di oggi non è particolarmente in palla, ma riesce a resistere ai nostri tentativi di arrivare al pareggio (che sarebbe stato tra l’altro meritato anche per la nostra superiorità nel computo dei tiri totali 36 a 32).
Finisce 2 a 3 con qualche rimpianto per la sconfitta contro una squadra forte ma che oggi è apparsa meno efficiente del solito.

Ora due partite in trasferta alla nostra portata contro Alleghe e Varese.

HC Valpellice – HC Asiago 2-3 (1-0, 0-3, 1-0)
Tiri totali: 36 a 32 per la Valpe
Penalità: HC Valpellice 12 minuti; HC Asiago 12 minuti
Reti Valpe: Cordin e Martina
Arbitro: Costa; Giudici di linea: Terragni e Spagnolo
Formazione Valpe: Armand Pilon, Dal Vecchio, Bertin, Viglianco, Michelin Salomon, Barale, Stringat, Cordin, Martina, Migliotti, Giacomelli, Penna, Gardiol, Gaydou, Aglì, Pilone, Viarizzo. Coach: P. Kavcic

___________________________________

(dal sito dell’Asiago, Giulio Zallot) – La giornata di mercoledì 3 gennaio, per la nostra under 18, è iniziata a notte fonda: la sveglia ha suonato prima delle 4.00. Gli autisti della “Girardi Viaggi” Egidio e Fabio alle 4.20 erano sul piazzale dello stadio con la corriera e, alle 4.30 eravamo già in marcia.
La lunga trasferta in Piemonte, a Torre Pellice per i nostri atleti, imponeva giustamente un riposo forzato durante il viaggio, reso confortevole dai sedili del nostro pullman.
Dopo due soste in autogrill per un caffè e una brioche, alle 11.00 in perfetto orario arriviamo a Torre Pellice, piccola cittadina torinese al confine con la Francia. Va detto che il confine italo/francese è situato a una trentina di chilometri a “Colle Della Croce” storico valico a quota 2228 metri, che mette in comunicazione l’alta Val Pellice con il Queyras francese. La vista delle Alpi innevate è suggestiva e spicca, con i suoi 3841 metri, lo splendido e imperioso gruppo del Monviso.
Veniamo all’incontro che, come previsto (considerando la gara all’Odegar terminata sul 5 a 5 ), si preannuncia non facile per i ragazzi di Peter. Formazione la nostra, ancora in emergenza per le assenze di Mario Hutka, Simone Basso, Nicola Munari e Andrea Sambugaro, molti i “piccoli” della under 16 convocati da coach Holaza per sopperire a queste defezioni. Il Valpellice schiera anch’esso una formazione giovane con soli tre atleti della classe 1995.
Primo tempo che vede gli stellati per i primi dieci minuti costruire parecchie azioni da gol ma,nello stesso tempo, non concretizzarle.I padroni di casa reagiscono e,nel restante periodo, iniziano a macinare un bel gioco ordinato fatto di scambi veloci e assai piacevoli che, portano un po’ di scompiglio nella retroguardia asiaghese. Quando lo 0 a 0 sembra il parziale del primo periodo ecco che, a due secondi dalla sirena, la “Valpe” sfruttando una bella azione sulla destra infila il nostro goalie Mantovani con Davide Martina .
Secondo drittel e altra musica! I nostri leoni cambiano passo, giocano con più determinazione costruendo azioni più pericolose, i padroni di casa soffrono le nostre folate offensive e subiscono, al 10 e 09”, il meritato pareggio ad opera di Michele Pesavento ben servito da Simone Olivero e Matteo Rossetto. I locali accusano il colpo e capitolano nuovamente cinque minuti dopo in “penalty killing” al 15 e 09” trafitti da Marco Marco Magnabosco che, in mischia, trova il tocco finale depositando il puck nella gabbia (assist di Fabrizio Pace e Andrea Raccanelli). Cinica, la nostra formazione, porta a tre le proprie reti al 15 e 43” su assistenza di Matteo Rassetto e Davide Dal Sasso, ancora con lo scatenato Michele Pesavento autore di un bel tiro in diagonale che, si insacca sul sette alla sinistra del pur bravo Simone Pilon Armand. Si va al secondo riposo meritatamente in vantaggio per 3 reti ad 1.
Terzo e conclusivo atto che vede la formazione di casa rigenerata nel gioco portarsi in avanti con belle e pericolose azioni che, al 10 e 58” porta loro al gol, peraltro di bella realizzazione, da parte di Federico Cordin che infila il puck sul sette della porta difesa dal nostro Mantovani .Da qui al suono della sirena, soffriamo più del dovuto il ritorno di fiamma del Valpellice, ma riusciamo a contenere le giocate dei padroni di casa e ad aggiudicarci questa sfida per 3 a 2.
La foto di rito è d’obbligo per i nostri leoni che anche oggi hanno risposto ancora positivamente all’importante impegno che, ci consolida al 1° posto, capoclassifica di questo entusiasmante campionato under 18.
Ora, si guarda già al prossimo impegno che, domenica 6 gennaio ci vedrà all’Odegar affrontare la formazione del Bolzano & B. che attualmente pur occupando la parte bassa della classifica, appare in grande forma.

Tags: