Il punto della diciannovesima giornata

di Max

A causa degli impegni del HC Bolzano in IIHF Continental Cup, la diciannovesima giornata del Campionato di Serie A è stata spalmata in due diverse serate. Martedì, infatti, al Palaonda, è andato in scena il succulento anticipo, tra i padroni di casa, Campioni d’Italia, e l’Alleghe. Era la gara più intrigante dell’intero turno poiché vedeva di fronte le due formazioni maggiormente in forma in questa fase del torneo. L’Alleghe veniva da ben dieci vittorie consecutive; una striscia positiva che gli aveva consentito di istallarsi, da solo, in seconda posizione di classifica. Per contro il Bolzano, dopo la sosta e l’arrivo dei due nuovi acquisti, aveva sconfitto sia il Renon (in casa) che la Valpe (fuori) con punteggi perentori e di vaste proporzioni. Come noto, ha prevalso il Bolzano per 3:1 [marcatori Christian Walcher (BZ) Vincent Rocco (AL) Mark McCutcheon (BZ) Marco Insam (BZ)] e con questa vittoria la pattuglia di Brian McCutcheon ha lanciato un preciso messaggio a tutti: chi vorrà vincere lo scudetto dovrà fare i conti anche con gli attuali Campioni in carica. L’Alleghe, dopo la battuta di arresto è chiamata a ripartire col piede giusto già dall’incontro di sabato all’Alvise De Toni contro il Cortina. Spettatori al Palaonda: 750. Arbitro Karl Pichler (Christian Cristeli e Matthias Cristeli)

Tra i risultati di giovedì sera spiccano, invece, le secche battute di arresto di Val Pusteria e Milano mentre prosegue la serie negativa di Fassa e Pontebba.

Il Val Pusteria ha subito una sconfitta molto pesante all’Odegar di Asiago, la seconda rimediata nelle ultime tre partite. I Lupi, si sono presentati al fischio d’inizio privi del portiere titolare JP Aubin e di Joe Cullen, tenuto a riposo precauzionale per una contusione al piede. Tra i padroni di casa ancora assente Chris Di Domenico e d il goalie Josh Tordjman. Dopo sessanta secondi, sfruttando un doppio power play, gli stellati sono andati in vantaggio e sull’onda dell’entusiasmo hanno proseguito col piede sull’acceleratore per tutto il primo drittel che è terminato sull’imprevisto, ma meritato, risultato di 4:1. Nei successivi 40 minuti il match è rimasto vivo e spigoloso, anche per la nota rivalità tra le due formazioni. Sono fioccate le penalità (al termine della gara si conteranno 20 minuti per i locali e 34 per gli ospiti) ma non sono cambiati i rapporti di forza in campo ed i giallorossi hanno concluso tra il tripudio delle nutrita tifoseria sul risultato di 5:2 in loro favore. E’ senza dubbio una vittoria di prestigio per la pattuglia di John Parco che va a mitigare una stagione per adesso non troppo ricca di soddisfazioni per gli Asiaghesi. Marcatori: Michele Strazzabosco, David Borrelli e tripletta di Layne Ulmer per l’Asiago; Max Oberrauch e Pat Kavanaugh per gli ospiti. Spettatori 960. Arbitri Glauco Colcuc (Christian Gamper e Alexander Waldthaler).

All’Agorà ha vinto a sorpresa il Valpellice. I Piemontesi, privi del portiere titolare Jordan Parise e del capocannoniere del torneo Rob Sirianni, hanno dominato l’incontro. Il Milano Rossoblu, sceso in campo con il lutto al braccio per la morte di Alberto Ansoldi, papà di Max e Luca, ha giocato al di sotto delle sue possibilità. Il primo drittel si è chiuso sul risultato di parità: alla segnatura di Brodie Dupont ha risposto l’ex bolzanino Jordan Knacksted. Sul finire del tempo ha lasciato perplessi una decisone degli arbitri che, dopo aver visionato l’istant replay non hanno convalidato un goal di Brian Inachack, apparso quanto meno dubbio. Nel secondo drittel gli ospiti hanno raccolto, con gli interessi, i frutti della loro superiorità: realizzando subito il 2-1 con un rebound di Inachack. Il 3-1 lo ha messo a segno Nate Di Casmirro in doppia superiorità numerica. Nel peggior Milano visto quest’anno all’Agorà si sono salvati in pochi; uno di questi è stato senz’altro il canadese Jordan Knackstedt e la sua segnatura all’incrocio dei pali ( 2:3 ) è sembrata riaprire il match. Poi una doppietta dello straripante Brian Inachack la prima con un gran tiro da fuori, la seconda addirittura in inferiorità numerica hanno fatto calare il sipario sull’incontro. Il 2:6 finale è maturato nel drittel finale in situazione di power play a firma, ancora di Brian Inachack. Stasera il migliore in campo per il Milano è stato proprio il pubblico che ha proseguito imperterrito a cantare per tutto l’incontro, nonostante l’opaca prestazione dei propri beniamini. Spettatori 1807. Arbitri Leandro Soraperra (Ulrich Pardatscher e Federico Stefanelli).

All’Arena Ritter di Collalbo il Renon ha travolto con un pesante 10:0 finale le Aquile di Pontebba. I Rittner Buam avevano chiuso a doppia mandata il risultato già al termine del primo drittel, conclusosi sul vantaggio di 3:0. Nei restanti quaranta minuti i padroni di casa hanno proseguito a macinare gioco e hanno travolto completamente le modeste difese degli avversari. Il match si è sempre giocato nel terzo difensivo dei friulani e per i padroni di casa si è trattato di poco più che un allenamento in vista del derby di sabato sera alla Leitner Solar Arena di Brunico. Marcatori: Lorenz Daccordo (2), Thomas Spinel (3), Alex Frei, Dan Tudin (2), Greg Jacina e Emanuel Scelfo, Spettatori 750. Arbitri Karen Metelka (Maurizio Lorengo, Claus Unterweger).

Il Cortina ha sconfitto nettamente il Fassa. Il primo drittel si è rivelato decisivo per l’esito finale della gara ed il Fassa, sceso sul ghiaccio contratto e timoroso lo ha chiuso con il pesante svantaggio di quattro segnature a zero. Nel secondo periodo, dopo aver siglato il 5:0 il match ha perso ogni sapore e il Cortina si è limitato a rallentare il ritmo del gioco mantenendo peraltro il controllo delle operazioni. I marcatori per il Cortina sono stati: Matt Siddal, Luca Zandonella, Stanislav Gron Christian Menardi nel primo tempo, nel secondo ha segnato Andrea Baldo. Spettatori 453. Arbitri Andrea Moschen (Luca Marri e Simone Mischiatti).

giovedì 22 novembre 2012; risultati della diciannovesima giornata:
HC Bolzano Foxes – Alleghe Tegola Canadese 3:1 (2:1, 1:0, 0:0) [giocata martedì].
Hafro Cortina – Val di Fassa Ferrarini 5:0 (4:0, 1:0, 0:0).
Milano Rossoblu – Valpellice Bodino Engineering 2:6 (1:1, 1:4, 0:1).
Migross Supermercati Asiago – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 5:2 (4:1, 1:1, 0:0).
Renon Sport Renault Tracks – Aquile FVG Pontebba 10:0 (3:0, 4:0, 3:0).

Classifica:
Lupi Fiat Professional Val Pusteria 48
Alleghe Tegola Canadese 37
Renon Sport Renault Tracks 35
Valpellice Bodino Engineering 34
HC Bolzano Foxes 33
Milano Rossoblu 28
Migross Supermercati Asiago 28
Hafro Cortina 21
Val di Fassa Ferrarini 13
Aquile FVG Pontebba 8

Tags: