EIHC: a Lubiana nuova disfatta Azzurra

Nulla da fare per il Blue Team, impegnato a Lubiana nella tappa novembrina dell’Euro Ice Hockey Challenge; dopo aver incassato, al debutto, una sconfitta contro la Slovenia, l’Italia ha ceduto all’Austria con un perentorio 6-2.

Coach Cornacchia mischia le carte di un roster già rimaneggiato dalle numerose assenze, inserendo Tragust dal primo minuto a guardia della gabbia, Zanatta in difesa, al posto di  Miglioranzi, e Presti in sostituzione del compagno di club Borrelli.

Concluso il primo tempo a reti inviolate, la Nazionale Italiana incassa il primo goal della partita al 32.07 ad opera di Latusa; complici le numerose penalità e un penalty killing tutt’altro che efficace, gli Azzurri incassano le reti di Trattnig e Michael Raffl. Sebbene Felicetti e Tudin abbiano provato a tenere in partita la loro squadra, nella seconda parte dell’ultima frazione di gioco la Nazionale guidata da Manny Viveiros arrotonda il punteggio con Thomas e Michael Raffl, quest’ultimo autore di una doppietta, e il luganino Ulmer.

Nell’ultimo impegno, in programma domani, alle 14.00 l’Italia affronterà la Francia che in serata è stata battuta dalla Slovenia 3-1.

Dan Tudin


 

 

Italia – Austria 2-6 (0-0; 1-2; 1-4)
Italia: Thomas Tragust (Adam Dennis); Christian Willeit – Andrea Ambrosi – Armin Hofer – Alexander Egger – Michael Zanatta – Trevor Johnson – Armin Helfer – Fabian Hackhofer; Lukas Crepaz – Patrick Iannone – Daniel Tudin – Luca Felicetti – Nathan Di Casmirro – Mirko Presti – Patrick Mair – Tobias Kofler – Edoardo Caletti – Diego Kostner – Vincent Rocco – Federico Benetti. Coach: Rick Cornacchia
Austria: Fabian Weinhandl (Bernhard Starkbaum); Stefan Ulmer – Johannes Kirisits – Johannes Reichel – Andreas Wiedergut – Martin Schumnig – Mario Altmann – Matthias Trattnig – Robert Lukas; Thomas Raffl – Rafael Rotter – Manuel Ganahl – Michael Raffl – Manuel Latusa – Thomas Koch – Michael Schiechl – Martin Ulmer – Davis Schuller – Markus Schlacher – Manuel Geier – Oliver Setzinger. Coach: Manny Viveiros
Arbitri: Crt Kralj (Slovenia) e Ales Fajdiga (Slovenia) Linesmen: Zoran Pahor (Slovenia) e Jan Cerne (Slovenia)
Penalità: Italia 18 (2/8/8) – Austria 6 (4/2/0)
Tiri: Italia 23 (6/7/10) – Austria 40 (9/15/16)
Marcatori: (0-1) 32.07 Manuel Latusa; (0-2) 37.53 Matthias Trattnig (Oliver Setzinger – Thomas Koch) PP; (1-2) 39.08 Luca Felicetti (Daniel Tudin – Armin Helfer); (1-3) 43.55 Michael Raffl (Manuel Latusa – Thomas Raffl) PP; (2-3) 47.01 Daniel Tudin; (2-4) 51.18 Thomas Raffl (Stefan Ulmer – Michael Raffl) PP; (2-5) 54.57 Michael Raffl (David Schuller – Thomas Rafll); (2-6) 58.27 Stefan Ulmer (Manuel Latusa – David Schuller) PP.
Spettatori:  200

Classifica: Slovenia p.ti 6, Francia p.ti 3, Austria p.ti 3, Italia p.ti 0.