Il Valpellice ha scelto I-Ron Ivany

(com. stampa HC Valpellice) – L’hockey Club Valpellice Bulldogs Bodino Engineering comunica di aver ingaggiato il tecnico canadese Ron Ivany in qualità di nuovo allenatore della prima squadra.
Il tecnico arriverà in Valle a ore e terrà sul ghiaccio il primo allenamento già Mercoledì alla presenza di tutti i giocatori.
Coach Ivany, allenatore già famoso in Italia per i suoi precedenti in qualità di allenatore nelle file di Gardena, Bolzano, Milano e Renon vanta numerosi successi nonché nomine in 2 mondiali come allenatore in seconda del Blue-Team.
Nasce in Canada, in Ontario, e dopo una carriera da giocatore bruscamente interrotta da un incidente automobilistico, inizia ad allenare da giovanissimo, unendo studi specifici (laurea e master in Educazione presso la Ohio University) ad esperienze subito importanti.
Professore alla Kent State University dal ’72 al ’81 in materie e discipline atletiche, affianca dagli albori l’attività di allenatore a quella di scout hockeystico per i famosi Minnesota Wilds di NHL.

Come coach, “i-Ron” è noto per essere un duro, un Sergente di ferro che dai suoi giocatori pretende il massimo in ogni istante.
Nel suo palmares vanta la vittoria in DEL, il prestigioso campionato tedesco con gli Adler Mannaheim, oltre ad una stagione sulla panchine dello Schwenningen.
Sempre in panchina, conduce il famoso Davos alla finale di campionato svizzero, oltre ad essere nominato coach alla mitica Spengler Cup, per poi passare sulla panca del Langnau l’anno dopo.
In Canada allena in OHL i Guelph Storms (dove ha giocato anche Lou Dickenson), ma i successi sono prevalentemente europei: con il Villach in Austria conquista una finale, mentre in Italia con Milano e Gardena conquista lo scudetto, vince l’Alpenliga con il Bolzano e va in finale anche con Renon e Gherdeina in serie A2.
Per coach Ivany le esperienze annoverano anche il lontano Giappone; nel paese del Sol Levante, infatti, allena l’OJI Tomagamai.
Diamo il benvenuto al Ron Ivany, augurandogli il miglior lavoro possibile a Torre Pellice e di poter condurre i Bulldogs ad un’attesa riscossa.