U20 – Il Val Pusteria fa la voce grossa. Torino frena il Renon

Il Val Pusteria mostra le zanne e sbrana un Asiago che fino a stamattina lo accompagnava in testa alla classifica. I Lupi guadagnano così il primato solitario come nell’under 18 dove stanno letteralmente dominando. Gli stellati avevano chiuso la prima frazione in vantaggio con la doppietta di Fabio Lievore, e uno computo di tiri di 15-5 in proprio favore. Durante il primo intervallo l’allenatore pusterese Andzejs Mitkevics deve essersi fatto sentire e la reazione di casa nel secondo drittel non ha lasciato scampo ai veneti.
Secondo è ora il Vipiteno, vittorioso sudando a Bolzano contro l’EVB. Holzknecht e Costa (a 30 secondi dal primo riposo) hanno messo la gara in discesa per i giovani Broncos. Il Bozen ha provato a rimettersi in corsa con Paolo Widmann in powerplay e con Philipp Grandi subito dopo il 3-1 di Dominik Senoner in avvio di terzo drittel. La doppietta di Gabriel Senoner in tre minuti ha tagliato le gambe alle Donnole.

Rimane quarto il Cortina che nel derby della Marmolada riesce a battere il Fassa al termine di una partita tirata. In vantaggio dopo un minuto e mezzo, il Cortina subisce il pareggio pur avendo l’uomo in più. Per ritrovare il vantaggio serve un doppio powerplay a 75 secondi dal primo riposo. Scola e Burzacca difendono la propria gabbia fino al terzo tempo: al 54° un powerplay permette a Soel Costantin di pareggiare. Al 55° Massimo Valeruz (l’autore del primo gol) rimedia una penalità partita che costerà cara al Fassa. Sul powerplay Carlo Salvetti realizza il gol vittoria.
Quinto in solitaria è ora il Merano che batte il Milano Rossoblù con due doppiette di Guarise e Pernthaler. I bianconeri chiudono simbolicamente la partita al 38° con il gol in inferiorità numerica del 5-0. Nel finale di periodo centrale Migliavacca tenta un accenno di rimonta, segnando poi il 2-5 dopo 15 secondi di ultimo drittel ma è solo un’illusione.
Nel derby di Bassa Atesina l’Egna vince ad Appiano superando nel terzo tempo i pirati, andati precedentemente due volte in vantaggio. Dopo aver pareggiato allo scadere del secondo tempo con Massar, l’Egna ha mandato in gol Steiner al 48° aggiudicandosi i due punti. Le Oche Selvagge fanno un balzo di due posizioni, approfittando della sconfitta del Bozen col Vipiteno e del pareggio del Ritten Sport a Torino. I piemontesi Oliviero (doppia superiorità numerica) e Odoni in avvio di periodo centrale avevano portato avanti il Real nel punteggio. Julian Kostner è stato invece l’autore del pareggio a 3 minuti dalla fine. I Buam rimangono nel calderone per il quarto posto (5 squadre in due punti) mentre i torinesi raggiungono il Fassa al nono posto ma rimangono lontani dalla zona play-off.

14ª giornata (21/12)
Val Pusteria – Asiago 6-2 (1-2, 3-0, 2-0)
Real Torino – Ritten Sport 2-2 (1-1, 1-0, 0-1)
Appiano – Egna 2-4 (1-1, 1-1, 0-2)
Merano – Milano 7-4 (2-0, 3-1, 2-3)
Cortina – Val di Fassa 3-2 (2-1, 0-0, 1-1)
Bozen 84 – Vipiteno 2-5 (0-2, 1-0, 1-3)
Riposa: Pontebba

Classifica:  punti PG  gol  +/-
1. Val Pusteria 21 13 53:22  31
2. Vipiteno     20 13 61:26  35
3. Asiago       19 13 61:40  21
4. Cortina      18 13 48:34  14
5. Merano       16 12 41:33   8
6. Egna         15 13 47:32  15
7. Renon        14 12 42:26  16
7. Bozen84      14 13 59:35  24
——————————
9. Fassa         8 11 32:41  -9
10 Real Torino   8 13 40:53 -13
11 Appiano       5 12 32:65 -33
12 Milano        4 12 31:62 -31
13 Pontebba      0 12 12:90 -78

Prossimo turno
recupero 5ª giornata (23/12)
Pontebba-Fassa
15ª giornata (27/12)
Real Torino – Egna
Ritten Sport – Milano
Pontebba – Val Pusteria
Merano – Bozen 84
Appiano – Val di Fassa
Asiago – Cortina
Riposa: Vipiteno

Il campionato Under 20

giudice sportivo

ROLFINI ANDRE` (Bozen 84) 1 giornata
Al minuto 45,18 veniva punito con una penalità minore più 10 minuti di p.c.c. per aver caricato da tergo un giocatore avversario.
Precedenti:
GSP11030 del 17/10/2011 ->Ammonizione con diffida

TURRIN DAVIDE (Merano) 1 giornata
Al minuto 36,40 veniva punito con una penalità minore più 10 minuti di p.c.c. in quanto, tenendo il proprio bastone alle estremità con le braccia larghe, colpiva lateralmente un giocatore avversario all` altezza del casco.