La striscia negativa della Valpe non s’interrompe

di Beppe Turina

Altra partita negativa della Valpe che conquista un inaspettato ultimo posto in classifica perdendo la sfida coi campioni d’italia dell’Asiago. Si sente tantissimo l’assenza del portiere titolare Kevin Regan, il backup, Platè non si dimostra all’altezza della situazione, il parere di Ellis a fine gara è eloquente: 

Stiamo vagliando diverse soluzioni, tra cui utilizzare il portiere dell’Aosta Baraldi, ad avere in prestito un altro portiere per il periodo in cui Regan starà fuori, comunque per ora Platè ha firmato un contratto come secondo portiere e in assenza di altre soluzioni darò fiducia a lui.

Primo tempo equilibrato tra Valpe e Asiago, entrambe a tre linee, che vede un leggero predominio Valpe mai finalizzato in gol, sia per l’opposizione della traversa in due occasioni, sia per la bravura del portiere dell’Asiago Lerg.

Il secondo tempo molto più movimentato con le marcature, l’Asiago va subito sul 2 a 0 prima con Henrich al 22’14” assistito da Borrelli e Pitton, e al 24’59” con un gran siluro di Strazzabosco assistito da Ulmer e Vigilante, rete realizzata in power play.

Accorcia le distanze quasi subito la Valpe al 25’50”, in superiorità, con Bembrige assistito da Urqhuart e Haddy. L’Asiago allunga nuovamente con Miglioranzi che insacca un disco fatto passare tra le gambe di un non incolpevole Platè grazie agli assist di Borelli e Ulmer. Nel finale di periodo la Valpe accorcia ancora in power play al 36’35” con Johnson messo in condizione di segnare da Sirianni e Desmet.

Nel periodo finale le due formazioni si equivalgono sul piano del gioco, ma è ancora un’incertezza di Platè a consentire all’Asiago di segnare ancora con un tiro dalla zona neutra di Henrich al 47’51” assistito di McDonald e Presti, poco più tardi gli ospiti vanno in goal con Ulmer al termine di un fraseggio con Vigilante e Bentivoglio. Al 51’10” è la Valpe ad accorciare in situazione di superiorità ancora con Johnson. Nell’ultimo minuto i padroni di casa tolgono il portiere per l’uomo di movimento in più contro i quattro dell’Asiago, per via dei due minuti comminati a Marchetti, ma è proprio la squadra guidata da Tucker a rubare un disco con Borelli e a depositare in rete un disco a porta sguarnita.

HC Valpellice Bodino Engineering – Migross Asiago 3-6 (0-0, 2-3, 1-3)
Marcatori: 22’14” Henrich, 24’59” Strazzabosco, 25’50” Bembrige, 32’30” Miglioranzi, 36’35” Johnson, 47’51” Henrich, 49’49” Ulmer, 51’10” Johnson 59’31” Borrelli
Valpellice: Platè (Malan) Martinelli-Urquhart, Awe.Kantee, Johnson-Runer, Frigo-Sirianni-Desmet, Haddy-Nikiforuk-Bembrige, Felicetti-Pozzi-Sticker n.e. Duran Varese, Rivoira, Silva, Coco; Canale coach Ellis
Asiago: Lerg (Tura) Fata-MAcDonald, Strazzabosco-Marchetti, Miglioranzi-Gorza, Basso-Rossi, Henrich-Pitton-Borrelli, Vigilante-Bentivoglio-Tessari, Presti-Tessari-Busa coach. Tucker