Una finestra sull’A2

30 marzo 2011, minuto 46:24, Kolfer da il nuovo vantaggio alla propria squadra e regala la partita, serie e l’A1 al Vipiteno con un Gherdeina reduce da una semifinale più discussa che combattuta con il Milano.

C’eravamo lasciati così. Ora a meno di una settimana dal via del campionato di A2 analizziamo al microscopio le 8 squadre che saranno al via della prossima stagione.
Abbandonato il ghiaccio il Real Torino, a cui auguriamo di riprendersi già magari dalla prossima stagione il posto che gli compete, promosso il Vipiteno, si aggiunge a questo campionato il Pergine.

Ed è proprio dalla squadra trentina che parte la nostra analisi. Agli ordini di Liberatore, per Comisso e compagni non sarà un’annata facile e già dalle prime uscite si sono viste le difficoltà che la squadra dovrà affrontare per mancanza di esperienza, la stessa che è mancata ad altre squadre lo scorso anno, vedi EvBozen.

La squadra in preparazione al prossimo campionato ha affrontato in amichevole il Winterthur perdendo 1 a 2, il Caldaro 2 a 8, il Bolzano 0 a 4. 3 reti fatte e 14 subite: troppo poco per una squadra che per non arrivare ultima dovrà lottare parecchio.
La prima partita vedrà la compagine trentina affrontare all’Agorà il Milano con poche speranze di successo ma pronta a vendere cara la pelle.
Far crescere i propri giovani è la parola d’ordine, l’entusiasmo non manca come si è potuto vedere alla presentazione del 16 settembre; ma basterà?
Roster (dal sito della lega)

Sorpresa di questa calda estate l’EvBozen ha dimostrato in più di un’occasione di aver fatto decisamente un passo avanti per tentare di ben figurare in un campionato dove lo scorso anno ha raccolto davvero poco.
I progressi, forte di una buona campagna acquisti e di una collaborazione con i campioni d’Italia dell’Asiago, si sono visti già dalle amichevoli disputate: 5 a 2 con i Falchi Bosco, 0 a 2 con l’Asiago, 2 a 4 con il Fassa, 5 a 3 nella replica con il Fassa al Raiffeisen Cup, 3 a 2 con il Caldaro sempre per la Raiffeisen Cup, e poi le ultime due sconfitte, 8 a 1 con il Gherdeina e 4 a 1 con il Merano.
Il giocatore di punta sarà sicuramente Intranuovo, arrivato in prestito da Asiago, ma non da meno saranno anche Jasecko e Harula; senza contare che i propri giovani sono sicuramente cresciuti dall’esperienza fatta lo scorso campionato.
L’inizio sarà di quelli importanti per testare i progressi fatti: infatti l’esordio è in casa con l’Appiano.
Roster (dal sito della lega)

Il Merano dopo una buona stagione due anni fa, sono un pò mancati nell’ultima annata, ma non sono stati gli unici, alternando delle buone prestazioni a partite decisamente meno brillanti.
Quest’anno parte per riscattarsi: confermato Massimo Ansoldi, a dare una mano al reparto offensivo ci saranno Braito, Palla e lo svedese Simons; in difesa occhi puntati sugli stranieri Wallin e Miller.
Solo 3 partite per la preseason con due sconfitte 4 a 6 con il Vipiteno e 0 a 2 con l’Appiano e una vittoria, 4 a 1 con l’EvBozen.
La prima partita vedrà la squadra impegnata in casa con il Caldaro.
Roster (dal sito della lega)

Il Caldaro, vera sorpresa dell’ultimo playoff dopo aver eliminato al primo turno l’Egna, ha disputato 5 partite quest’estate vincendone 2 con Pergine 8 a 2 e con il Fassa 5 a 3 ma ha poi perso con l’EvBozen 3 a 2, con l’Egna 1 a 0 e ai rigori con l’Appiano 3 a 2. I punti di forza della squadra saranno Nichols, Oberrauch F. e Rainer in difesa, mentre in avanti la bocca di fuoco sarà il finlandese Hilden. Alla prima di campionato saranno impegnati a Merano in una partita davvero importante.
Roster (dal sito della lega)

Le oche selvagge sono state une delle piacevoli sorprese dell’ultima annata, si sono persi un pò nei playoff uscendo al primo turno con il Caldaro. Anche quest’anno sono pronte per fare la propria figura in un campionato sicuramente di vertice pronte a lottare per raggiungere la finale con le altre tre sorelle: Milano, Gherdeina e Appiano. Nell’ultimo week end, l’Egna ha disputato il torneo Pepi Pichler perdendo ai rigori con l’Appiano per 3 a 2 e perdendo 1 a 0 con il Caldaro. In precedenza la squadra ha disputato 6 partite perdendo con il Lustenau 5 a 1, con il Cortina 6 a 1, con l’Asiago ai rigori 2 a 1, pareggiando con il Gherdeina 4 a 4 e vincendo con il Fassa 5 a 2. Questa serie di sconfitte però non preoccupano coach Wilson anche perchè subite da squadre di una categoria superiore oppure perse solo di misura con i pari categoria. La forza della squadra sarà tutta nel portiere Rizzi, nei difensori Pellettier e Werner e negli attaccanti Perna, Faggioni, e Ciresa. Le prime partite di campionato saranno già un antipasto per la lotta al vertice, infatti vedrà l’Egna giocare la prima a Selva e ospitare alla seconda il Milano.
Roster (dal sito della lega)

Salendo per quella che potrebbe essere la futura classifica, almeno sulla carta, l’Appiano dopo una brutta stagione deve assolutamente rifarsi. Consapevoli di non dover sbagliare nuovamente, la squadra si è decisamente rinforzata. Confermata in porta l’esperienza di Demetz, i principali giocatori di movimento saranno Ceresa e Coleman in difesa, Campbell, Hofer, il finlandese Pekkajuha e Roggl in attacco. Ha disputato 5 partite quest’estate e a parte la sconfitta 9 a 2 con ESV Kaufbeuren, le altre 4 le ha vinte tutte regolando in ordine 4 a 2 l’EK Zeller Eisbären, 2 a 0 il Merano e 3 a 2 ai rigori sia il l’Egna che il Caldaro. Prima giornata lontano dal ghiaccio amico con l’EvBozen.
Roster (dal sito della lega)

Uscita sconfitta dalla finale dello scorso campionato con il Vipiteno, il Gherdeina è forse la squadra che ha cambiato di meno in questo mercato, pur perdendo un giocatore molto importante come Bourassa. Arrivato in difesa l’americano Eastman, gli altri punti di forza del reparto arretrato sono i tre Senoner, Fabrizio, Marco e Thomas, e Spinell. In avanti coach Kostner potrà contare su Demetz Ivan, i due Kostner, Benjamin e Fabio, Schaafsma, Kevin Senoner e lo svedese Wallenberg. Quest’estate la squadra ha disputato quattro partite perdendone due, con il Winterthur 3 a 2 con l’Alleghe 9 a 3, vincendone una con l’EvBozen 8 a 1 e infine un pareggio 4 a 4 con l’Egna. Prima giornata partita difficile in casa proprio contro le oche selvagge.
Roster (dal sito della lega)

Il Milano grazie ai soldi del nuovo sponsor della KHL, è sicuramente la squadra che più si è rinforzata dall’ultimo mercato. Confermato in porta Della Bella, ottima la sua ultima stagione, come backup è arrivato il connazionale Terrazzano. In difesa, arrivato il canadese Constant, e l’azzurro Lutz, voluto ad ogni costo dalla dirigenza, il cui trasferimento ha fatto un pò di scalpore per come si è lasciato con l’ex squadra Pontebba, gli altri punti di forza del reparto sono Re, Betti e Borghi F. In avanti arrivata la bocca di fuoco Ansoldi Luca e lo slovacco Kluda, sono stati confermati tutti i giocatori che ben hanno impressionato la scorsa stagione: Lo Presti, Peruzzo, Caletti, Migliore, Wunderer; senza trascurare i giovani Borghi Marcello, Mazzacane e Migliavacca. Agli ordini del confermatissimo coach Da Rin la squadra è stata costruita per la promozione in A1 In attesa della squadra copia per la KHL. Solo quattro le partite dei Rossoblu quest’estate, tre sconfitte, quella per 7 a 0 con l’H.C. Morzine e le due con il Valpellice, 7 a 2 e 3 a 2 e un’unica vittoria con l’S.G. Annecy per 4 a 1. La prima di campionato vedrà i Rossoblu impegnati sul ghiaccio amico contro la neopromossa Pergine, ma dopo due giorni si inizierà a far sul serio a Egna.
Roster (dal sito della lega)