Il Merano ufficializza il primo straniero

(Com. stampa HC Merano Junior) – La società del Merano è lieta di annunciare il suo primo acquisto sul fronte degli stranieri, si tratta del terzino svedese Viktor Wallin, difensore 31 enne, dotato di ottimo fisico, 1,92 per 94 kg, è crescito nelle giovanili del HV71, dove è arrivato a debuttare nella stagione 1998-1999 in prima squadra in Elitserien, giocando 23 partite, e nello stesso anno è stato draftato in NHL dai Anaheim Mighty Ducks. Nella stessa stagione è stato convocato nelle file della nazionale svedese under 20, per i Mondiali di categoria, dove ha giocato 6 match mettendo a segno la bellezza di 5 assist. Nella stagione successiva ha giocato in pianta stabile in Elitserien sempre nelle file del HV71, stagione in cui ha collezionato 43 presenze condite da 2 goal e 2 assist, e meritandosi ancora la chiamata in nazionale con cui ha messo a segno 3 punti (1 goal, 2 assist) in 7 presenze nel Mondiale. La stagione 2000-2001 con i colori gialloblù non è esaltante, complice anche i problemi fisici, con sole 5 partite giocate, quindi la stagione successiva decide di trasferirsi al Timra sempre nel massimo campionato svedese, dove gioca 35 partite, mettendo a referto 3 assist. Nella stagione 2002-2003 accetta la proposta dell’ AIK in Allsvenskan series, e resterà a Stoccolma per due stagioni, dove in totale gioca 106 partite, segnando 40 punti ed entrando nei cuori dei tifosi, come uno dei migliori terzini degli ultimi anni dell’ AIK. Nella stagione 2004-2005 accetta la chiamata del Nybro sempre in Allsvenskan dove si ripete giocando ad ottimi livelli con 2 goal e 10 assist in 40 partite. Nel 2005-2006 arriva la chiamata dall’ estero, infatti il Grenoble lo vuole nel proprio roster e nella sua prima stagione comanda la difesa alla perfezione e permette alla squadra di entrare nei playoff scudetto, per lui 24 partite in stagione regolare con 4 goal e 10 assist, mentre nella fase cruciale del campionato 7 partite, con 1 goal e 4 assist. Da questa stagione in poi diventa una bandiera del Grenoble e un punto fermo del team, entrando nei campionati successivi fino a quello appena concluso nell’ All Star Team del campionato francese, e aiutando in maniera determinante la squadra a vincere ben 2 scudetti, e 5 coppe tra la coppa francese e quella di lega, facendo tremare più volte gli avversari con le sue fucilate dalla blu. Nelle sei stagioni a Grenoble totalizza 180 presenze condite da 116 punti. Mats Lusth ex coach dell’ Alleghe, e del Grenoble appunto per tre stagioni, lo ha sempre schierato in prima linea difensiva, e non ha mai rinunciato alle prestazioni dello svedese. Arriva a Merano con ottime credenziali, la società pensa che sia un terzino di provata esperienza, con una grande solidità che aiuterà molto la squadra, e può essere una guida fondamentale per i giovani locali, che avranno da imparare molto dall’intelligenza tattica dello svedese e dalla sua ottima tecnica.

Il direttivo del Merano è molto contento di essere riuscito a portare a Merano il forte difensore svedese che è stato fortemente voluto dal nuovo coach Doug McKay.