Continental Cup: seconda vittoria per i campioni d’Italia

di Fabrizio Bombarda

Hc Interspar Bolzano – HYS The Hague 3–0 (1-0) (1-0) (1-0)

Seconda giornata del girone di semifinale della Würth Continental Cup oggi al Palaonda. Nel pomeriggio gli Sheffield Steelers hanno battuto lo Stavbar Maribor per 5 a 4, quindi stasera il Bolzano è costretto a vincere per giocarsi poi la vittoria del girone domani sera contro la squadra inglese. L’incontro inizia subito con un buon ritmo, la posta in palio è molto alta. Il Bolzano pare subito ben deciso a imporre il proprio gioco, e gli olandesi non riescono quasi mai ad uscire dal proprio terzo difensivo. Borgatello sembra ripresosi perfettamente dall’infortunio, così come Rihjiarvi mente Pittis pare indemoniato come nelle sue giornate migliori.  Dopo vari tentativi andati a vuoto seppur di poco, i biancorossi riescono a passare. E’ Jardine, proprio come ieri contro gli sloveni, a sbloccare il risultato in power play. Il Bolzano continua a pressare e a giocare meglio degli avversari ma non riesce a raddoppiare. I circa 4.500 del Palaonda sperano che nel secondo tempo la dea bendata sia più benevola con i ragazzi di Bartman.

Se nel primo periodo il Bolzano era stato superiore, il secondo è addirittura un monologo biancorosso. Gli olandesi impensieriscono Håkkinen solo in situazione di superiorità numerica, ma il nr. 37 di casa è sempre bravo a chiudere la propria gabbia. Quando le squadre sono in parità numerica i padroni di casa creano parecchie occasioni da gol, ma Knudsen imita il collega biancorosso e abbassa la saracinesca. Un paio di volte però il bravo golie olandese non ci arriva, e allora è il palo a salvarlo. Al minuto 8:44 arriva finalmente il raddoppio bolzanino: Zisser serve capitan Ramoser in posizione di ala destra e il nr. 11 fredda Knudsen con un polso sul primo palo. Nonostante il doppio svantaggio, gli ospiti non reagiscono e quindi il Bolzano continua a creare gioco e occasioni.
Nel terzo tempo per i biancorossi è importante controllare il gioco e non subire inutili penalità, è infatti il Den Haag che deve scoprirsi e rischiare. Gli uomini di De Brujn provano ad aumentare il ritmo, ma non sono abbastanza bravi a chiudere gli spazi al contropiede bolzanino che infatti riesce più di una volta ad impensierire Knudsen: al settimo minuto Zisser e Borgatello confezionano un’ottima occasione che però il nr. 50 biancorosso non riesce a trasformare in gol mentre all’8:36 Pittis disorienta bene il portiere ma è nuovamente il palo a negargli la gioia del gol. La fortuna non sembra essere dalla parte dei campioni d’Italia questa sera. Al 15:04 Florian Ramoser viene spedito in panca puniti: è l’occasione che gli olandesi aspettavano ma i due minuti trascorrono senza che Håkkinen corra grossi pericoli. Al 18:30 De Brujn chiede time out e gioca la carta del sesto uomo di movimento. Anche questa mossa non porta però gli effetti sperati, anzi Rihjiarvi riesce ad uscire dal terzo con il disco sulla stecca per depositarlo comodamente nella porta sguarnita. E’ il sigillo sulla meritata vittoria biancorossa. Domani sera ci si aspetta una super sfida non adatta ai deboli di cuore: chi vince vola a Grenoble per la final four.  Differita televisiva su Rai Sport Sat dalle 21.30 circa.

Il Tabellino: 1°Tempo: 14:25 Jardine (Egger, R.Ramoser)
2°Tempo: 8:44 R.Ramoser (Walcher,Zisser)
3°Tempo: 19:06 Rihjiarvi (emty net gol)

Migliori in campo: Bolzano: Håkkinen  –  Den Haag: Knudsen

Le foto dell’incontro: https://www.hockeytime.net/foto/nazionale-e-varie/?album=26&gallery=271