Ligue Magnus 2008/09 al Grenoble

di Federico Mazzetta:

Da diversi anni i Diavoli Rossi sono protagonisti della Ligue Magnus ma, anche se potrebbe sembrare strano, a Briançon non è mai stato vinto alcuno scudetto. In questa stagione la sfida non era semplicemente quella tra due squadre sostenute dalle rispettive tifoserie: le finali di Ligue Magnus erano il confronto tra due valorosi team provenienti da una popolosa e importante città universitaria (Grenoble) e una cittadina di alcune migliaia di abitanti, ancora fortificata, a oltre 1300 metri di quota, ad una quindicina di chilometri dal confine italiano (Briançon).
In questa season la squadra di Grenoble aggiunge questo importate “scudetto” di Ligue Magnus dopo aver già vinto Match des Champions, Coupe dela Ligue e Coupe de France. Ecco un breve resoconto delle 4 partite che hanno portato l’équipe del coach svedese Lusth alla vittoria del titolo.
24 Marzo. A Briançon, gara 1 (5-3): il goal dei padroni di casa (Ladanyi all’8’ di gioco) viene compensato al 15’ da Bergstrom, che restituisce il perfetto equilibrio alla partita, che è proseguita senza particolari azioni meritevoli di nota, con un secondo tempo quasi privo di penalità (2 minuti per ciascuna squadra, a Broz e Dufour) sino al risveglio dei Dragoni nel terzo tempo, che ha portato la rete di Groleau al 41’, autore anche della rete del 5-3 a due minuti dalla fine del match.

25 Marzo. A Briançon, gara 2 (0-3): la prima sconfitta non ha scoraggiato la squadra venuta dall’Isère, che ottiene un’importante vittoria sugli inermi Dragons. Una rete per ogni drittel di gioco ha riportato la squadra alpina alla realtà.
27 Marzo. A Grenoble, gara 3 (3-1): i Bruleurs de Loups sono in vantaggio con questa vittoria molto ambita. I 400 posti messi in vendita sul sito internet della società sono stati venduti in soli 12 minuti. In realtà la partita è stata molto equilibrata, dal momento che a dieci minuti dalla fine il risultato era ancora 1-1: sono state poi le reti di Bergstrom e Hammar (quest’ultima a porta vuota) a decretare la vittoria della squadra di casa.
28 Marzo. A Grenoble, gara 4 (5-1): nel primo tempo lo svantaggio di una rete sembra preoccupare i Dragoni, che però non riescono a mettere a segno il goal del pareggio. Le 3 reti di Viktor Vallin del secondo e terzo tempo faranno sprofondare a 4 a 1 il risultato, vanificando così le speranze per il Briançon. Hanno assistito alla partita 3500 spettatori, portando nuovamente al tutto esaurito il PoleSud.
La Francia punta ora verso un importante traguardo olimpico: l’aggiudicazione per l’organizzazione dei Giochi 2018 come Paese ospitante. E’ stata scelta la sede di Annecy, a scapito delle altre candidate Nice, Grenoble e Pelvoux, terza candidata ufficiale dopo Munchen (Germania) e Pyeongchang (NordCorea).
Al via il 4 aprile i quarti di finale della 1er Division, dove solo la vincitrice accederà alla prossima Ligue Magnus. Il Gap è impegnato nell’insolito ma notevole “derby” delle Alpi Marittime a Nice, altra città molto vicina per molti italiani.
Sabato 4 aprile, 1er Division:
Avignon – Montpellier (18.00)
Nice – Gap (19.15)
Valence – Caen (20.30)
Cergy – Bordeaux (18.15)