L’Asiago espugna il De Toni

di Camilla

ALLEGHE – ASIAGO: 2-4 (1:0) (0:2) (1:2)

Nulla da fare per gli uomini di Kelly: l’ Asiago ieri sera dopo aver rimontato lo svantaggio, consolida il risultato fermando le civette al sesto posto in classifica.
Per l’ Alleghe il momento negativo continua e sembra non trovare via d’uscita. Per contro, l’Asiago con l’ingaggio di Aquino ha trovato il giocatore giusto per un positivo cambio di rotta.
L’incontro non è stato affascinante, sicuramente per demerito dei padroni di casa che non hanno saputo far valere il fattore campo, sbagliando troppe superiorità ed anzi, subendo ben due marcature con l’uomo in più.
La prima frazione si è chiusa in vantaggio dall’Alleghe con la rete di Wiklander assistito da Chitarroni al 14.51. Questi primi venti minuti sono stati i migliori della partita per le civette che, anche se non hanno costruito molto, almeno non hanno mai lasciato agli ospiti grosse occasioni.

L’ incontro cambia volto nel secondo tempo quando l’Asiago mette il naso fuori dal suo guscio e comincia ad impegnare Groeneveld. Su una di queste azioni Tessari mette la firma per il pareggio al 24.11. Il danno l’Alleghe lo crea intorno al ventottesimo minuto, quando in superiorità numerica si fa scappare il veloce Aquino che, presentandosi davanti all’estremo alleghese porta in vantaggio i suoi. Brutto colpo per i padroni di casa che, nonostante i vari tentativi, non riescono mai per il resto della frazione a superare Bellissimo; il secondo periodo si chiude così 1 a 2 a favore dei Vicentini.
L’ ultimo tempo vede le civette partire con il piede giusto: Jamieson dalla blu caccia una silurata sotto il sette insaccando il gol del pareggio al 42.25. Subito dopo la realizzazione della rete Bicio Fontanive viene spedito in panca puniti per ben 4 minuti e a fargli compagnia ci pensa Chitarroni un minuto più tardi. Gli stellati in doppia superiorità bombardano la porta alleghese trovando tra i pali un attentissimo Groeneveld che para l’impossibile. Ma al 48.12 gli ospiti in un’ azione davvero ben ammaestrata non sbagliano sempre con il solito Aquino. L’Alleghe ci prova ancora e due penalità consecutive ai danni dell’avversario sembrano essere di buon auspicio per raddrizzare la partita. Le civette, invece, come dimostrato in altre occasioni, si fanno sempre trovare impreparate a beneficio di Borelli che ruba disco e s’invola davanti a Groeneveld facendogli passare il disco fra le gambe. E’ l’atto finale in favore dell’Asiago.