Asiago corsaro a Bolzano

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – ASIAGO 2–3dtr (0:2)(1:0)(1:0)(0:0)

Stasera al Palaonda si recupera la partita in programma giovedì scorso, rinviata a causa dell’eccezionale nevicata che ha interessato il nord Italia. Al cospetto dei campioni d’Italia si presenta l’Asiago, fanalino di coda della Rbk Hockey Cup 2008/2009. Bolzano al completo, Asiago senza Rodeghiero e Johnson. I primi minuti di gioco non saranno senz’altro ricordati come i più spettacolari visti a Bolzano, ma a partire dal 9:02, gli ospiti diventano più intraprendenti e iniziano stuzzicare i biancorossi. Accadde infatti che Luciano Aquino si veda annullare un gol dal capo arbitro che vede la porta spostarsi un attimo prima che il disco varchi la fatidica soglia. Questo episodio però, ha il potere di infondere coraggio ai ragazzi di Camazzola che al 15:54 passano a condurre proprio con Aquino, bravo a capitalizzare al meglio il lavoro di Basso e Tuzzolino. I padroni di casa cercano ovviamente di reagire, ma la giornata non sembra essere delle migliori, cosicchè gli attacchi dei bolzanini si infrangono puntualmente sulla difesa stellata o sul sempre ottimo Bellissimo. Esattamente allo scadere del primo periodo, Plastino riesce a raddoppiare, trafiggendo Håkkinen con un preciso fendente dalla blu, approfittando della superiorità numerica iniziata 35 secondi prima con la cacciata di Egger per due minuti.

Alla ripresa delle ostilità l’impressione è subito quella di un Bolzano diverso, più vivo e convincente. Ora gli ospiti faticano ad uscire dal proprio terzo, anche se quando lo fanno mettono spesso paura a Håkkinen, soprattutto con i ficcanti Aquino e Parco. Al 4:54 però Olson sfrutta un ottimo passaggio di Jardine e buca Bellissimo sul primo palo. L’Asiago però è molto bravo a non disunirsi, continua a fare la propria partita con criterio e concentrazione. Al 10:11, con Plastino nel penalty box, Aquino sfiora lo shorthanded goal con un bel contropiede. E’ evidente che tecnicamente i biancorossi sono più attrezzati dei ragazzi dell’altopiano, ma oggi la voglia di fare bene dell’Asiago sembra prevalere, infatti su un ennesimo ribaltamento di fronte Benetti saggia di nuovo i riflessi del golie finlandese del Bolzano con una conclusione velenosa sul primo palo. Il secondo parziale si chiude ancora con gli ospiti in vantaggio.
Terzo drittel che vede i padroni di casa sfoderare l’orgoglio per cercare in tutti i modi di ribaltare la partita, senza però ottenere grandi risultati. Le occasioni ci sarebbero, come al 5:03 quando Egger coglie un palo clamoroso, ma la precisione stasera sembra essere rimasta fuori dal Palaonda. Al minuto 9:43 però, Di Casmirro estrae dal cilindro un tiro di polso che si infila proprio all’incrocio dei pali alla sinistra di un incolpevole Bellissimo, ed il punteggio torna di nuovo in parità. Entrambe le squadre però, vogliono vincere, e gli ultimi dieci minuti sono forse i più divertenti. Probabilmente se si contassero le occasioni il Bolzano vincerebbe il match, ma ciò che conta sono i gol, e questi non arrivano più, costringendo le due squadre all’overtime.
Overtime che scivola via veloce, con il Bolzano ancora una volta più intraprendente e che ha addirittura la possibilità di giocare gli ultimi 52 secondi in superiorità numerica. Non c’è niente da fare, è destino che siano i rigori a decretare il vincitore. Come al solito è errato considerare i penalties una pura lotteria: vince chi è più freddo e preciso, e stasera l’Asiago si dimostra migliore, aggiudicandosi la sfida, con i centri di Aquino e Pegoraro. Ottima prova degli ospiti che giocano una partita senza alcun timore reverenziale, in modo pulito e molto efficace, bravo Camazzola ad impostare la partita. Il Bolzano è stato forse anche un po’ sfortunato, ma sicuramente oggi non era in giornata, più che stanco sembrava in “overdose da ghiaccio”. Giovedì arriva l’Alleghe, l’occasione è ghiotta per rifarsi subito, a patto di ricompattarsi immediatamente, per affrontare poi al meglio i numerosi impegni che attendono i biancorossi da qui a gennaio.

Il Tabellino: 1°Tempo: 15:54 L. Aquino (Basso, Tuzzolino) –20:00 Plastino
2°Tempo: 4:34 Olson (Jardine)
3°Tempo: 9:43 Di Casmirro (Corupe, Walcher)

Rigori:Pittis: no; Tuzzolino: no; Olson: no; Aquino gol; Corupe: no; Pegoraro: gol; R.Ramoser: no.

Migliori in campo: Bolzano: Egger – Asiago: L. Aquino