Partite del giovedì. Lugano vince ma dice addio ai playoff

Di Fabio Bertolini

Penultima partita di regoular season giocata e ultimo turno che servirà ormai solo per definire gli accoppiamenti per playoff e playout. Il Lugano non ce l’ha fatta, c’era ancora una piccola speranza di andare sopra la linea, i bianconeri dovevano ottenere i 3 punti a Friborgo, sono arrivati soltanto 2 frutto di un gol all’over time di J. Vauclair. Ticinesi che avevano il bottino pieno fino a 2 minuti dalla fine quando, sull’1 a 2 (reti di Sprunger, Happola e T. Vauclair), un’altra marcatura di Sprunger gela gli animi a Jeannin e compagni. Adesso, con la linea che dista 3 punti, il Lugano è destinato ai playout anche in caso di vittoria nell’ultima partita e contemporanea sconfitta del Friborgo a causa degli scontri diretti favorevoli a questi ultimi. Stessa sorte del Lugano anche per il Langnau, che in maniera molto più netta dice addio alla qualificazione ai playoff; in questa partita è il Kloten lo giustiziere con un 8 a 1 senza storia, 2 di Kellenberg e Cormier, una a testa per Jenni, Buhler, Wick e Lemm le marcature dei Flyers contro l’unica rete degli ospiti con Toms.
Sconfitta invece per l’altra ticinese, l’Ambrì era infatti impegnata di fronte al proprio pubblico contro la terza della classe, lo Zugo. Poteva essere una partita scontata ma la squadra di Tlacil è riuscita per due volte a rimontare, nel secondo tempo Du Bois replica a Fisher e a un minuto dal termine Westrum pareggia la rete di Sutter. 5 minuti di supplementare che passano senza vincitori e si arriva agli shootout dove Fisher la fa da padrone e porta i due punti a Zugo. Prossimo turno per l’Ambrì che servirà solo a sapere se dovrà giocare con Langnau o Lugano ai playout.
Altra dimostrazione di superiorità per il Berna che chiude la pratica Zurigo nei primi 40 minuti, complice un 4 a 0 che porta le firme di Dube (2 volte), Bartschi e Chatelain.
La seconda goleada della giornata è quella del Rapperswill che ne fa sette al fanalino di coda Basilea, da sottolineare la grande prestazione di Reuille, hat trick per lui; mentre le altre reti sono di Micheli, Burkalter, Guyaz e Czerkawski. Il gol della bandiera per il Basilea è di Spiridonov.
Davos a due faccie nell’ultimo incontro della serata, quella del primo tempo in balia del Servette e di un Deruns capace di una doppietta nel giro di 3 minuti. Quella piena di forza e orgoglio nel resto della partita, capace di rimontare la seconda in classifica e di vincere l’incontro con tre reti di scarto. Di Leblanc, Gianola, Guggisberg, Ambuhl e Riesen le marcature per il 5 a 2 finale.

Tags: