Partita emozionante a Bolzano

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – RITTEN SPORT 4-3 (2:0; 1:3; 1:0)

Incontro molto importante quello che va in scena stasera al Palaonda. Il Bolzano affronta infatti la capolista Ritten Sport, reduce dal pareggio casalingo con il Milano. Ospiti privi di Tuzzolino, Smith e Astashenko, biancorossi ancora senza Insam. In caso di vittoria i padroni si porterebbero a sole due lunghezze dai Ritten Buam. Il primo tempo è abbastanza veloce ed entrambe le squadre dimostrano di “sentire” la rivalità esistente tra di loro. Rapidi capovolgimenti di fronte con occasioni da entrambe le parti caratterizzano la prima frazione di gioco che vede come protagonista il portiere di casa Groeneveld autore di alcuni interventi da campione che permettono ai padroni di casa di non subire reti. Al minuto 1:06 Mihaly sblocca il risultato su assist di Kenny Corupe, mentre al 15:58 è lo stesso Corupe a raddoppiare insaccando con una deviazione di finezza un tiro dalla blu di Jardine. I ragazzi dell’altopiano comunque non mollano e cercano di sopperire alle pesanti assenze con l’impegno e la veemenza dei propri giovani che riescono a più riprese a mettere in difficoltà gli avversari. Il Bolzano dal canto suo fatica ad uscire dal proprio terzo difensivo dimostrando poca lucidità e sangue freddo.

Il secondo tempo si apre con il Renon in avanti alla ricerca della rimonta. Groeneveld è costretto infatti a sfoderare altri due miracoli per non capitolare. Al 3:37 Metelka si inventa due minuti di penalità per Borgatello e al 5:00 Gruber, lasciato colpevolmente solo davanti alla porta, riesce a bucare l’estremo difensore avversario. Al minuto 9:42 Egger, uno dei tanti ex della partita, trova il pareggio, sfruttando un errore di Luca Ansoldi in uscita di zona. A questo punto il Bolzano si butta in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio che trova al 11:03 con Mihaly che risolve una mischia davanti a Cloutier. In questa occasione Metelka rifila 10 minuti di penalità a Egger e D’Accordo per proteste. Il Renon non ci sta e la partita resta vibrante, corretta e divertente. Al 13:27 con Dorigatti in panca puniti, la squadra di Adey si conferma cinica come poche sfruttando un errore marchiano di Petruic sulla blu e pareggiando nuovamente i conti con una bella discesa solitaria di Mather. I padroni di casa soffrono troppo il pressing che gli avversari portano molto alto e si dimostrano forse un po’ meno brillanti fisicamente rispetto alle ultime uscite.
Nella terza frazione il ritmo cala un po’, entrambe le squadre non vogliono perdere e cercano quindi di non scoprirsi, soprattutto i padroni di casa, scottati nelle prime due frazioni dalle brucianti ripartenze avversarie. Al 5:03 una brutta carica di Olsson manda ko Chris Hajt, costringendolo ad abbandonare il ghiaccio. I due minuti di penalità che seguono non cambiano nulla ma al 7:12 Groeneveld deve sventare l’ennesimo contropiede ospite condotto in questa occasione da Hafner. Al 17:04 Pittis (ottima anche oggi la sua prova) viene spedito in panca puniti, e proprio pochi secondi prima del suo rientro sul ghiaccio, il Renon si fa pescare con sei uomini in campo, costringendo il capo arbitro ad assegnare il rigore ai biancorossi. E’ il 19:00 e Arpad Mihaly fa esplodere i tifosi di casa insaccando sotto l’incrocio il gol del 4 a 3 che vale anche il suo personale hat-trick. L’ultimo minuto è palpitante ma "Fort" Groeneveld resiste gli assalti e il Bolzano porta a casa la vittoria che, accorciando ulteriormente la classifica del Master Round, consente a tutti di aspirare ancora al primo posto. Onore comunque ai Ritten Buam che pur privi di tre giocatori chiave, escono dal giaccio a testa alta lasciando un’ottima impressione ai circa 3000 spettatori accorsi stasera al Palaonda. Nel Bolzano è parsa un po’ in ombra la prima linea (Corupe-Jardine-L. Ansoldi), grande prova invece del terzetto Mihaly-Pittis R.Ramoser.
Il Tabellino:
1.06 Mihaly (Corupe)
15:58 Corupe (L.Ansoldi e Jardine)
25:00 Gruber (Olsson e Vodrazka)
29:42 Egger (Olsson)
31:03 Mihaly
33:27 Mather (PK) (Gruber)
59:00 Mihaly (penalty)

Migliori in campo
Bolzano: Mihaly-Groeneveld
Renon: Mather