45a giornata: ticinesi, addio playoff?

Di Fabio Bertolini

Friborgo vs. Ambrì 4 – 3 (0-0, 2-0- 2-3)

Solo la matematica ormai tiene vive le speranze per l’Ambrì di andare ai playoff. Con questa sconfitta i punti che separano i leventinesi dall’ottavo posto occupato dal Friborgo diventano 10. Primo tempo che si chiude sullo 0-0, l’Ambrì non riesce a sfruttare i numerosi power play avuti, addirittura anche doppie superiorità. Se i ticinesi non riescono a segnare con l’uomo in più, questo non si può dire del Friborgo, che in 15 secondi segna due reti, al 37.47 Chouinard e al 38.03 Heins sfruttando al meglio due occasioni in 5vs3; ed è 2 a 0 alla fine del secondo tempo. Inizia il terzo periodo ed è nuovamente la squadra di casa a segnare, al 2’ Pluss firma il 3 a 0. Al 51’ l’Ambrì prova a riaprire la partita, Westrum riaccende le speranze, che però vengono smontate dopo appena 30 secondi dalla quarta rete del Friborgo ad opera di Makiaho. La reazione dei ticinesi arriva troppo tardi, le due reti segnate al 19’ da Imperatori e al 20’ da Stirnimann servono solo a rendere ancora più amara la sconfitta.

Lugano vs. Davos 2 – 4 (0-0, 1-4, 1-0)

Playoff che si allontanano anche da Lugano, dopo questa brutta sconfitta la linea è a 4 punti, e con 5 partite ancora da giocare raggiungerla vuol dire scalare l’Everest. Primo tempo che inizia con il Davos che si propone maggiormente in avanti, Aebischer infatti è bravo a farsi trovare pronto in più di un’occasione e a mantenere il risultato fermo sullo 0 a 0. Il secondo tempo è un’altra partita, dal 25.46 al 30.53 il Lugano crolla, il Davos riesce per 4 volte a perforare la gabbia dei grigionesi, di Maneluk (PP), Ambuhl, Reto von Arx e Leblanc le reti della capitolazione bianconera. Con la rete di Conne al 20’ si chiude il secondo periodo. Terzo tempo che vede il Lugano andare a rete al 6’ minuto con una bella conclusione di Sannitz, pubblico della Resega inizia a sperare in una rimonta, ma la squadra non c’è e la partita si conclude sullo 2 a 4.

Berna vs. Servette 3 – 2 (0-2, 1-0, 2-0)

Scontro tra le prime della classe alla PostFinance-Arena e non poteva che uscire vincitrice la più forte, il Berna, in difficoltà nel primo periodo, esce fuori alla grande e sul finale riesce a conquistare i 3 punti. È il Servette infatti che inizia meglio questa gara, andando in vantaggio al 13’ con Trachsler, passano 5 minuti e c’è il raddoppio, questa volta è Aubin che fa sperare ai ginevrini il colpo in casa della capolista. Secondo periodo equilibrato, occasioni da entrambe le parti, il gol si sente e arriva quasi allo scadere, al 18’ il Berna accorcia, è Ruthemann il marcatore del 1 a 2 con il quale termina il secondo tempo. Ultimo terzo, la squadra della capitale preme, ma la difesa del Servette tiene, fino al 14’ quando Jobin firma il pareggio, Berna non si accontenta, vuole vincere, non passano neanche 2 minuti e trova il gol del definitivo 3 a 2, per mano di Abid.

Kloten vs. Zugo 0 – 3 (0-0, 0-1, 0-2)

Terza e quarta del campionato si sfidano in una partita dove nessuna delle due squadre ha particolare bisogno di punti, la lotta per i playoff è tra squadre indietro di 10 punti. Il primo tempo si conclude a reti inviolate, nessuna delle due squadre trova lo spiraglio giusto per passare, spiraglio che però trova lo Zugo al 28’ con McTavish che segna il gol che decide lo 0 a 1 con il quale si chiude il secondo periodo. Kloten che ci prova, va a tiro però non riesce a perforare la porta degli ospiti, e lo Zugo inizia a far vedere perché è terzo in classifica, infatti sigla la seconda rete al 54’, ancora con McTavish. Il Kloten non ne ha più e all’ultimo minuto subisce un’altra rete da Meier per il definitivo 0 a 3.

Rapperswill vs. Basilea 4 – 3 (1-0, 2-3, 1-0)

Rapperswill che deve sudare più di quanto previsto contro un Basilea, che pur essendo ultimo, ha ancora l’orgoglio e lotta in ogni partita. Squadra di casa che chiude in vantaggio di 1 a 0 il primo tempo, la rete è di Kamber al 14’. Secondo tempo scoppiettante, ricco di gol, e si inizia fin dal primo minuto, è l’ex NHLer Czerkawski che raddoppia la rete del primo tempo e porta la sua squadra sul 2 a 0. Qua si sveglia il Basilea che, in 10 minuti dal 24’ al 34’ non sembra per nulla l’ultima in classifica e mette a segno un tris di reti con Spiridonov, Tschannen e Duda. Ma il Rapperswill non accusa il colpo e nonostante essersi ritrovato sotto, dopo appena un minuto, mette a segno la rete del pareggio con Reuille. Alla fine del secondo periodo è 3 a 3. Devono passare 15 minuti nell’ultimo tempo per far capitolare il Basilea e guadagnare importantissimi 3 punti nella lotta per i playoff, e il definitivo 4 a 3 è di Nordgren.

Tags: