29ª giornata…alla sirena

Di Franca P.

Pareggi da batticuore e vittorie sorprendenti hanno fatto da padrone in questa 29° giornata di campionato, ove c’è chi ha si conferma ancora una volta come lo squadrone da battere per lo scudetto, vale a dire il Ritten Sport e chi invece conferma di essere in un periodo piuttosto negativo, come il Milano.
MILANO – BOLZANO 0 : 2 I ragazzi di Mckay conquistano altri due punti importanti che li vede agguantare proprio la formazione meneghina al 4° posto, al termine di un match che ha regalato non moltissime emozioni, se non altro per le due marcature per merito di Massimo Ansoldi e del conte Dracula Mihaly. Strazzabosco e compagni quindi ancora a secco di vittorie ormai da un mese circa, quando l’ultima vittoria arrivò, guardacaso, proprio contro la formazione bianco rossa il sei di dicembre.
CORTINA – RITTEN SPORT 1 : 3 Partita non troppo esaltante quell’andata in scena all’Olimpico; prima rete per opera d’Olson nel periodo iniziale, raddoppio nella frazione centrale. Il Cortina tenta il recupero, ma la capolista resiste ad ogni attacco della formazione bellunese, ma quantomeno segna il goal della bandiera grazie a Wedderburn, che però non destabilizza nemmeno un po’ il Ritten Sport che, infatti, arriva alla terza marcatura a porta sguarnita con Smith, che sancisce la vittoria per i lupi e il guadagno d’ulteriori due punti sul Milano, fermato in casa dal Bolzano.

VAL PUSTERIA – FASSA 2 : 3 I ladini oltre che aver agguantato proprio sul finale un’insperata vittoria grazie alla zampata vincente di Sparber, hanno pure guadagnato la seconda piazza nella classifica, grazie alla contemporanea sconfitta del Milano. Partita discreta andata in scena al Lungo Rienza, ove il gelo non ha però bloccato lo spettacolo in campo, poiché, di fatto, c’erano in campo due fra i migliori attacchi del campionato italiano. Val Pusteria che perde terreno nei confronti degli avversari e si fa superare dagli odiati cugini del Bolzano, ma solamente per un punticino, facilmente recuperabile.
ASIAGO – PONTEBBA 2 : 2 Un Asiago tutto cuore e grinta agguanta a tre minuti dalla sirena finale un pareggio che sa di vittoria per gli altopianesi, al termine di un match che ha visto dominare per lunghi tratti la formazione friulana, con una doppietta del grandissimo Aquino (fantastico e da cineteca il secondo goal, da posizione molto laterale!). Il Pontebba non riesce ad allungare ulteriormente, complice la serata di grazie del portiere giallo rosso Bellissimo e nel giro di dieci minuti dopo un continuo tartassamento dell’Asiago verso Carpano, le aquile incassano il goal di Borrelli e quello del pareggio di Cliff Loya, davvero insperato!
ALLEGHE RIPOSAVA

Tags: