Posticipo 20ª giornata: Bolzano – Milano 2-3

di Mary Alberghina

BOLZANO – MILANO 2-3 (0:2; 0:0; 2:1)

Un’altra sconfitta per il Bolzano, che ieri ha disputato, presso il Palaonda di Bolzano, la 20° giornata del Campionato Italiano di Hockey su ghiaccio contro gli storici Avversari del Milano. Nonostante la sconfitta il Bolzano continua a mantenere la terza posizione in classifica alle spalle di Milano e Renon.

Tra le fila bianorosse erano assenti Leo Insam ed il neo acquisto Corupe, mentre la formazione ospite ha dovuto fare a meno di Stephenson e Re, ma ha potuto contare su uno scatenato Evans, che è stato l’autore di tutte e 3 le reti meneghine.
Il Milano si porta in vantaggio dopo 8 minuti di gioco cogliendo al volo l’opportunità offerta dalla penalità inflitta a Max Ansoldi per essersi scambiato delle “gentilezze” con Simons; Evans, assistito da Trevisani, appoggia il disco in rete portando in vantaggio la compagine ospite.

La seconda rete milanese, sempre ad opera di Evans arriva 5 minuti più tardi, grazie a Giulio Scandella che serve il compagno davanti alla gabbia bolzanina; Evans tocca il disco che rimbalza sui gambali di Groeneveld e finisce il rete. Il Bolzano si rende pericoloso unicamente in un’occasione nella prima frazione, quasi allo scadere dei 20 minuti di gioco con Luca Ansoldi, ma senza esito.
Nella frazione centrale niente da fare per entrambe le compagini che non hanno brillato in campo ed a parte un paio di occasioni per parte non hanno certo allietato i 2000 spettatori presenti, che hanno avuto come maggior interesse veder arrivare al Palaonda gli ex giocatori che hanno militato nel Bolzano e che hanno fatto la storia della società biancorossa i quali domani prenderanno parte all’ ”All Star night".
Nel terzo tempo gli altoatesini hanno iniziato a giocare più attivamente e lo dimostra il fatto che in 4 minuti hanno agguantato un pareggio che sembrava irraggiungibile, visto che nella frazione centrale faticavano addirittura ad entrare nel terzo meneghino. Al 5’04 Hajit servito da Walcher accorcia le distanze inserendosi centralmente nello slot ottimizzando il passaggio del compagno. Quattro minuti più tardi Zisser molto abilmente “ruba” il gol del pareggio approfittando di una mischia davanti a Szuper e toccando il disco che il portiere non era ancora riuscito a bloccare. Il Bolzano tenta di agguantare il vantaggio con R.Ramoser, Mihaly e Borgatello, ma nessuno riesce a superare un irreprensibile Szuper. Al 56.13 R. Ramoser segna il declino dell’incontro regalando al Milano la superiorità numerica fatale che ha poi chiuso l’incontro. Difatti Evans con un tiro di polso rasoterra sulla sinistra mette la parola fine all’incontro che si conclude quindi con la vittoria del Milano, in un incontro privo di emozioni che ha visto sul ghiaccio due formazioni non esenti da colpe e da rimproveri poiché non hanno concesso uno spettacolo degno di essere chiamato tale, cosa che ci si aspetterebbe da due delle squadre che hanno scritto la storia del campionato italiano degli utlimi 30 anni!

Tags: