Falchi Bosco – Wizards Bologna: la cronaca

Un buon primo tempo e poi tanto equilibrio

di Emanuele Pezzo

Falchi Hockey Bosco – Wizards Bologna HC: 7-3 (3-0; 0-0; 4-3)

Due settimane senza partite si sentono, nelle gambe e nella concentrazione. Così i Falchi, dopo un buon avvio, si smarriscono e pareggiano a reti inviolate il secondo periodo, per poi lasciarsi trasportare in una bagarre realizzativa nel terzo. Il risultato non è mai stato in discussione, però ci si attendeva forse qualcosa di più, dopo la roboante vittoria di Fanano. Buon esordio in campionato di Zaharia che, pur febbricitante, riesce a dare un eccellente contributo alla squadra, con una marcatura e due assist decisivi.
I Falchi entrano subito in partita, assediando i Maghi nella loro area difensiva. Al termine di una combinazione tra Michele Tupini e Michele Valbusa, al minuto 1’23" va già in rete Christian Tupini. Dopo un palo di Pezzo ed una conclusione ravvicinata di Teofoli con miracolo di Guzzinati, il raddoppio giunge con gli arancioneri in doppia superiorità numerica, ad opera di Valbusa smarcato da Christian Tupini (7’43). Il tris arriva dalla spatola di Teofoli, abile a ribadire in rete dopo la corta respinta di Guzzinati sul tiro di Zaharia (15’47).

Nel secondo periodo i Falchi si riassestano per l’infortunio occorso a Pezzo, girando a tre linee d’attacco e tre stoici difensori dietro. Eppure, nonostante una buona quantità di tiri, nessuna delle due compagini riesce a superare gli estremi difensori avversari.
Quasi a compensare l’aridità offensiva del secondo tempo, in barba al triplo svantaggio, è Muzzarelli che accorcia le distanze alla ripresa (44’52"), infilando Nicola Valbusa dopo un’ottima finta. Neppure un minuto dopo Corso e Zaharia scambiano soli davanti alla porta, e quest’ultimo porta i Falchi a quota quattro reti. Otto secondi e Witting, lanciato da Fabris, buca nuovamente il goalie veronese per il 4-2. Al 47’39" è Amadei che devia in porta un tiro di Constantini, riportando a tre reti le distanze fra Falchi e Maghi, che vengono nuovamente accorciate da Fabris, trovatosi solo davanti alla porta ed assistito da Witting (55’31). Negli ultimi minuti c’è ancora tempo per le marcature di Michele Valbusa (58’20), di Christian Tupini (59’13) e per un rigore di Zaharia neutralizzato in maniera discussa dal portiere del Bologna.

Forse, al primo intervallo, i Falchi hanno creduto di rivivere un copione già visto. Invece, dopo le sconfitte contenute contro Zoldo (2-7) ed Asiago (3-6), gli Wizards hanno confermato di essere in grado di mettere i bastoni tra le ruote a tutte le avversarie: qualche innesto importante e un gioco in crescita, sempre a base di generosità ed atletismo (come dimostrano le penalità prese e non prese), sono le armi che possono rendere i Maghi indigesti alle prime della classe.

Falchi HB: 6 N. Valbusa – 8 Constantini, 12 Teofoli (A), 13 Pezzo, 22 M. Tupini – 5 Aldrighetti, 11 Prati, 14 Zaharia, 20 Corso, 27 M. Valbusa, 35 Mazzucato, 55 Scardoni, 56 Amadei (C), 90 C. Tupini. All. Corso.
Wizards Bo: 31 Guzzinati – 17 Tonidandel, 19 Sala, 44 Covili, 50 Melli, 55 F. Spada (A), 99 Rocchetti – 5 G. Spada, 10 Muzzarelli, 11 Farrilli (C), 25 Cicognani, 30 Fabris, 52 Witting, 68 Vignudini. Non utilizzato: 75 Toletti (por).
Marcatori: 1’23, 59’13 C. Tupini (F), 7’43, 58’20 M. Valbusa (F), 15’47 Teofoli (F), 44’52 Muzzarelli (W), 45’48 Zaharia (F), 45’56 Witting (W), 47’39 Amadei (F), 55’31 Fabris (W).
Arbitri: Ignazzi e Strazzabosco.
Minuti di penalità: Falchi Bosco 18’, Wizards Bologna 18’.
Migliori marcatori: C. Tupini (2+1), M. Valbusa (2+1), Zaharia (1+2).