19ª giornata…alla sirena

di Alessandro R.

MILANO-ALLEGHE Rinv.: La capolista Milano attende -nel primo match della gironata- l’Alleghe di coach Ivany che, dopo un inizio tribolato, sta risalendo piano piano la china. Nonostante alcuni assenti in casa rossoblu tutto è pronto per lo scodellamento del disco, tutto tranne la rolba dell’Agorà, che non vuole saperne di funzionare.. Partita sospesa ancora pirma di cominciare per la grande delusione del pubbilco presente.

ASIAGO-RENON 2-9: Disastro in casa stellata: che fine ha fatto la squadra frizzante di un mese fa? Sicuramente non è la stessa che è stata seppellita da una valanga di gol dal Renon ed è sempre più sola in fondo alla classifica. Che dire della partita? Basti sottolineare come al 5.47 l’incontro fosse già deciso in favore degli ospiti, già avanti per 3-0 (reti di Dorigatti, Gruber e Tuzzolino). Per il resto cronaca di una passeggiata, dove gran parte della gloria va ad un Dorgiatti rinato e trasformato rispetto ai tempi di Bolzano: altro hat-trick per lui! Per i Rittner Buam vittoria scaccia crisi e testa della classifica in attesa del recpure di Milano-Alleghe.

CORTINA-FASSA 3-5: Altro tonfo del Cortina, questa volta a sgambettare i campioni d’Italia ci ha pensato un rinato Fassa. Il Fassa prova a scappare fin dalle prime battute, ma il Cortina replica puntualmente: 5.13 Schaafsma, 12.21 Timpone per la parità. Stesso copione nel secondo periodo, con i ladini che passano e gli scoiattoli che risistemano in poco tempo la situazione (reti ancora di Schaafsma e di Wedderburn). L’equilibrio si spezza definitivamente al 39.06, quando Watson riporta davanti i suoi. In apertura di terzo periodo il Fassa va: Ceresa firma il poker. La reazione del Cortina porta alla rete di Mulick, ma la rete a porta vuota di Felicetti (59.23) consegna i due punti al Fassa e manda tutti sotto la doccia. La luce fuori dal tunnel per il Fassa; altra stecca per un Cortina sempre più in difficoltà: aria di novità sotto le Tofane?

VALPUSTERIA-BOLZANO 5-5: Partita ricca di emozioni al Lungorienza: l’aria di derby galvanizza le due formazioni, che danno vita ad un incontro combattutissimo. Il primo tempo è tutto per i lupi, che chiudono avanti di due reti (3.58 Bona, 10.42 Sedlak). La reazione del Bolzano arriva nel secondo periodo, quando Mihaly devia in rete un pregevole assist di Luca Ansoldi. Il Brunico sembra avere il controllo della situazione, specie alla mezzora, quando in due minuti realizza addirittura due reti: il marcatore è Oberrauch. Stesso copione pochi minuti più tardi, ma a ruoli invertiti: i meranesi Luca Ansoldi e Borgatello riaprono la gara. Batti e ribatti anche nel periodo finale: Jarmuth fulmina Groeneveld al 47.23 e al 48.37 Stocker replica per le volpi. Sei minuti ed arriva, ancora con la firma di Brogatello, la rete della definitiva parità.

Tags: