Stanley Cup Play Offs 2007: Le gare del 18 Aprile

Atlanta Thrashers – New York Rangers 2:4 ( 1-1; 1-1; 0-2 )

Sweep doveva essere e sweep è stato;nella serata di Mercoledì I fan dei Rangers hanno potuto festaggiare un qualcosa che mancava dalle parti di Manhattan da 10 anni e cioè il passaggio del turno ai Play Off (l’ultimo sweep dei Rangers risale invece al primo turno dei Play Off ’93-’94 in cui a rimanere a secco di vittorie con le Blueshirts furono i "cugini" di Long Island. Ad avere l’ “onore” di sancirlo è stato una vecchia conoscenza degli italici Rink e cioè quel Matt Cullen.
La partita inizia e dopo alcuni minuti di studio ad andare in vantaggio sono i Thrashers con Keith Tkachuk al 6’38” (Kovalchuk – Havelid) che riceve un passaggio da dietro porta da Kovalchuk e batte Lundqvist portando in vantaggio Atlanta per la prima volta in questa serie. Passa meno di un monuto e mezzo e in situazione di Power Play al 7’58” Straka entra nel terzo di Atlanta e dalla blu serve Rozsival (Starka – Nylander), appostato appena dentro il cerchio sinistro d’ingaggio, che di slap batte Hedberg per l’1-1 con il quale si va alla prima intermission.Il secondo periodo vede Atlanta tornare avanti al 12’26” con Greg DeVries (Dupuis – Marian Hossa) che segna di polso su una penalità differita fischiata chiamata ai Rangers.New York riordina le idee e al 18’18” è Shanahan che ricevuto il disco da Avery entra nel terzo e dall’altezza del cerchio d’ingaggio batte Hedberg e riporta in parità il match per la seconda volta e manda tutti negli spogliati per il secondo intervallo.

Nel terzo periodo al 2’06” Cullen (Pock – Callahan) mette a segno quello che sarà il Game Winning Goal entrando nel terzo e lasciando partite uno slap che incoccia sulla traversa e rimbalza al di là della linea di porta prima di uscire: gli arbitri consultano l’instant replay e poi indicano il centro ghiaccio per il delirio di tutto il Garden.Atlanta a questo punto non riesce più a riorganizzare l e idee e al 18’27” Jagr (unassisted) intercetta un disco nel terzo difensivo e superata la linea di centro ghiaccio tira verso la porta lasciata vuota da Hedberg per il 6° uomo di movimento e mette la sua firma sulla chiusura della serie.
Ora i Rangers aspettano la vincente della serie tra New Jersey e Tampa.

Serie:
New York Rangers 4
Atlanta Thrashers 0

New Jersey Devils – Tampa Bay Lightning 4-3 OT (2-1, 1-2, 0-0, 1-0)

Conosciuto per segnare al momento giusto, Scott Gomez non si smentisce e insacca il suo primo puck di questi playoff all’overtime consentendo così ai Devils di impattare questa equilibrata serie sul 2 a 2.

Dopo sei minuti dall’inizio dell’incontro, lo slap shot di Oduya non viene trattenuto da Holmqvist e sul rimbalzo si butta Brian Gionta che porta in vantaggio i Devils in powerplay. Ai Lightning servono altri sei minuti per trovare il pareggio quando Perrin intercetta un disco sulla blu e con un tiro di polso batte Brodeur sul lato della pinza. A meno di sei minuti dal termine del primo periodo il forte e giovane Zach Parise riporta in vantaggio New Jersey finalizzando il precedente scambio in velocità fra Martin ed il rookie Travis Zajac.

Tampa entra sul proprio ghiaccio nel secondo periodo decisa a riprendere il controllo della situazione ma al nono minuto lo slap shot di Andy Green viene deviato sotto misura da Parise che firma così una doppietta (6 goal i 4 partite per il numero 9 dei Devils, uno in più di Lecavalier). Il doppio svantaggio sveglia i fuoriclasse dei Lightning che in meno di quattro minuti riportano l’incontro in pareggio: prima St. Louis corregge in porta il tiro di Kuba e poi tocca a Vinny Lecavalier far passare il disco in mezzo ai gambali di Brodeur su passaggio di Boyle.

Il terzo periodo vede le due squadre più caute sul ghiaccio, entrambe consapevoli che di fronte si trovano giocatori in grado di risolvere l’incontro con giocate anche individuali. I minori spazi lasciati dalle difese portano l’incontro all’overtime non prima però di due occasioni nei minuti finali: Madden colpisce la base del palo ed infine Brouder blocca un tiro di Lecavalier dallo slot.

Al dodicesimo minuto dell’overtime Scott Gomez blocca il tiro di Cory Sarich sulla blu e si invola verso la gabbia di Holmqvist trafiggendo il portiere svedese con un tiro di polso che va ad insaccarsi nell’angolino.
Il prossimo incontro sul ghiaccio di East Rutherford venerdì 20 aprile con i Devils che ora si trovano il vantaggio di poter sfruttare il fattore campo. "Perdere questa significava andare sotto sul 3 a 1" dice Martin Brodeur "ora siamo sul 2 a 2 e con l’inerzia della serie a nostro vantaggio dunque siamo contenti di questa situazione".

Serie:
New Jersey Devils 2
Tampa Bay Lightning 2

1 periodo:
06.04 N.J B. Gionta (Oduya J. – Rafalski B.)
12.08 T.B E. Perrin
14.20 N.J Parise Z. (Martin P. – Travis Z.)

2 periodo:
09.42 N.J Parise Z. (Greene A. – Travis Z.) PPG
11.39 T.B St. Louis M. (Kuba F. – Richards B.)
15.20 T.B Lecavalier V. (Prospal V. – St. Louis M.)

1 OT:
12.54 N.J Gomez S.

Nashville – San Jose: 2-3 (0-1; 1-2; 1-0)

Non riesce la rimonta dei Predators e San Jose si aggiudica la partita guadagnadosi il primo match point della serie che potrebbe chiudersi già venerdì.
Patono bene gli Sharks che cominciano un’inesorabile pressione dalle parti di Vokoun. Il gol arriva al terzo minuto grazie a Michalek che da pochi passi mette alle spalle del portiere avversario.
Nashville tenta una reazione ma le conclusioni non danno il risultato sperato. La più ghiotta occasione è per Legwand da meno di tre metri ma il tiro è preda di Nabokov.
All’inizio del periodo centrale arriva subito il raddoppio. Hannan se ne va e serve Malaren che subito fa scorrere il puck a Pavelski che è lesto dalla media distanza a battere Vokoun per il 2 a 0 parziale.
Questa volta però Nashville ha un moto d’orgoglio e al secondo minuto si riporta immediatamente sotto grazie ad Arnott dalla corta distanza.
Ci vogliono dieci minuti per San Jose per riprendere le redini dell’incontro; ci pensa ancora Michalek dopo una conclusione sbagliata di Cheechoo ripresa da Thornthon.
Il terzo ed ultimo periodo vede Nashville alla rincorsa del pareggio. Il secondo gol per i Predators arriva però solo in power play al 17’08" grazie a Hartnell ma è ormai troppo tardi per sperare nel pareggio.

1 periodo:

03.29 S.J Michalek M. (Thornton J. – Cheechoo J.)

2 periodo:
01.06 S.J Pavelski J. (Mclaren K. – Hannan S.)
02.32 NSH Arnott J. (Dumont J. – Tootoo J.)
12.53 S.J Michalek M. (Thornton J. – Cheechoo J.)

3 periodo:
17.08 NSH Hartnell S. (Legwand D. – Kariya P.) PPG

Buffalo – NY Islanders: 4-2 (2-2; 1-0; 1-0)

Gli Islanders resistono bene nel primo periodo ma Buffalo ha la capacità di attendere il momento favorevole e con due marcature nel secondo e terzo periodo agguanta la vittoria portandosi così ad una sola partita dal passaggio del turno.
La prima marcatura arriva al sesto minuto e porta la firma di Jason Blake. Buffalo non si scompone e mette a segno il pareggio con Vanek (11’17") e passa in vantaggio al 13’05" con Drury.
Il pareggio momentaneo arriva all’ultimo minuto in superiorità numerica grazie a Sillinger.
Nel periodo centrale è ancora Drury in power play a portare avanti Buffalo mentre l’ultimo gol arriva nel terzo tempo dalla stecca di Pominville al 18’48".