Playoffs: Il Davos ad un passo dal titolo

di gio

Davos-Berna 3-1 (1-1;2-0;0-0)

1-0 03:18 Sarault Yves
1-1 16:40 Bordeleau Sébastien
2-1 26:51 Daigle Alexandre
3-1 32:43 Marha Josef

L’importantissima gara 5 vede le due squadre schierate praticamente con le stesse formazioni della partita precedente, nel Davos rientra Daigle. L’incontro inizia con i padroni di casa in avanti e con il Berna costretto sulla difensiva. Si arriva praticamente subito al vantaggio del Davos con Sarault, abile a trafiggere Bührer sul palo lontano con un perfido tiro di polso dopo una bella combinazione offensiva. Il Davos imperversa e il Berna fatica a reggere il ritmo e viene costretto a subire qualche penalità di troppo per non subire la rete del raddoppio dei padroni di casa. Attorno al decimo, gli orsi si svegliano ed impegnano Hiller, comunque sempre attento. Con l’aumentare della pressione offensiva, gli ospiti ottengono la rete del pareggio con Bordeleau. La partita continua ad essere molto veloce e ben giocata da entrambe le squadre e si fa più equilibrata anche sul piano delle occasioni da rete. Alla prima pausa comunque le due squadre vanno in perfetta parità. Il secondo periodo inizia con gli ospiti in superiorità numerica che però non sfruttano. Il Davos prende fiducia e in doppia superiorità trova la rete del secondo vantaggio grazie a Daigle, abile a sfruttare una corta respinta di Bührer. Il Davos continua a premere e a rendersi più pericoloso del Berna e questa pressione porta alla rete del 3-1 ottenuta da Josef Marha con una precisa conclusione che fa tutto il giro della gabbia obbligando l’arbitro a visionare le immagini video prima di concedere il punto. Appena realizzata la terza rete, i grigionesi devono giostrare per due minuti in inferiorità numerica ed il Berna ne approfitta per tentare di ottenere la rete che riaprirebbe il confronto ma Hiller fa un’ottima guardia. La partita scorre veloce fino alla seconda pausa e sembra che il fattore pista sarà rispettato anche in questa gara. Inizia il terzo periodo con il Berna che osa qualche cosa di più ed il Davos che si copre non disdegnando qualche puntata in contropiede che mette in difficoltà un Bührer comunque molto attento. Il Davos allenta la pressione ospite approfittando di qualche penalità fischiata contro il Berna. Il Davos però prima ancora di scoprirsi per cercare la rete che chiuderebbe la contesa si accontenta di controllare la situazione sempre però cercando la profondità. La partita si incattivisce e tra i giocatori non mancano gli scontri anche di una certa durezza. L’arbitro Reiber però ha l’incontro in pugno e punisce ogni eccesso ed è il Davos a trovarsi in difficoltà, con il Berna abile a provocare i giocatori di casa. Si giunge a poco più di cinque minuti dal termine con il risultato sempre inchiodato sul 3-1 ma con il Berna, che dopo il time out chiamato dal suo allenatore, può approfittare di una superioriotà numerica per riaprire l’incontro. Il Berna si rende pericolosissimo in un paio di occasioni ma sono i grigionesi in contropiede ad andare vicinissimi alla rete. Il powerplay del Berna è comunque troppo lento e a tre minuti dal termine la sorte degli orsi sembra segnata. Il nervosismo del Berna viene evidenziato da una brutta carica di Dubè ai danni del portiere Hiller (colpito ad un ginocchio). Rizzi vuole fare giustizia e si scatena la rissa tra il canadese del Berna e il grigionese. Gli animi in pista si scaldano e parecchi giocatori finiscono sulla panchina dei puniti. Anche sugli spalti gli animi si riscaldano ed i tifosi di casa fanno cadere di tutto sul ghiaccio che necessita di una ripulita. Anche tra i dirigenti succede qualche scaramuccia a riprova del clima incandescente, clima che certamente ritroveremo con i 17000 della BernArena sabato sera. (tutti i biglietti di gara 6 sono stati venduti in 150 secondi!!!!!!). A poco meno di tre minuti dal termine, con una superiorità numerica in corso, il Berna toglie il portiere e nella bolgia della ValiantArena, tenta il tutto per tutto. Il Davos si difende bene ma il Berna continua a premere per riaprire l’incontro. La confusione sul ghiaccio la fa da padrona, e non potrebbe essere altrimenti vista la necessità del Berna di realizzare per tornare a sperare. Il Davos avrebbe potuto anche realizzare la quarta rete in contropiede ma Daigle si fa parare il tiro dal difensore bernese. La partita si conclude con la vittoria, meritata, dei padroni di casa che si portano dunque sul 3-2 nella serie e potrebbero festeggiare il titolo già sabato alla BernArena.

Tags: