Al Cortina il primo match point

Cortina – Milano: 4-3 (1-0;2-2;1-1)

Terza partita della serie di finale fondamentale e giro di boa di questo finale di campionato.
Assenti gli squalificati Melanson e Smith per lo spettacolo offerto sul finale di gara-2 (una giornata a testa) e il portiere di riserva Alberti sostituito da una vecchia conoscenza di entrambe le formazioni; Gianluca Canei.
Insam per completare la difesa è costretto a schierare Savoia in posizione arretrata.
La prima conclusione di rilievo arriva al secondo minuto (02’50”) dalla stecca di Deschenes ma entrambe le squadre sfruttano questi primi minuti per verificare gli assetti tattici degli avversari.
Da parte Vipers solo una conclusione dalla blu al 05’51” del solito Helfer che trova Maund pronto.
Nulla accade se non una penalità per parte (Chelodi e Borgatello). Il gioco si accende al dodicesimo. Ansoldi scende bene al centro infilandosi nella difesa ospite ma la conclusione non è di quelle da ricordare e Passmore ha gioco facile. La risposta è di Evans al 15’22” che cerca di beffare il portiere di casa girando dietro la gabbia ma Maund si fa trovare pronto.

Al sedicesimo ancora Ansoldi che triangola con Chelodi e lascia partire un tiro potente ma centrale, facile preda di Passmore.
La svolta al 17’11”; fuori Scandella per un aggancio con il bastone il power play porta al gol degli scoiattoli grazie a Wilde che ha tutto il tempo per prendere la mira ed avvicinasi alla gabbia avversaria.

Ben più entusiasmane il secondo periodo con entrambe le formazioni a caccia del gol. Parte il Milano che in superiorità numerica si affaccia dalle parti di maund ma non riesce ad avvicinarsi all’estremo difensore cortinese. Solo il solito Helfer tenta di trovare la via del gol.
Al quarto minuto l’Olimpico esplode per la seconda volta; il Cortina in doppia superiorità ringrazia una brutta liberazione meneghina. Souza è il più veloce ad impossessarsi del disco e a battere Passmore per la seconda volta. Le vipere subiscono il colpo e gli scoiattoli cercano il tris. Al 07’22” Corupe serve Wilde che si avvicina minaccioso fermato fallosamente da Lehtonen.
Il terzo gol è comunque nell’aria ed arriva puntuale grazie alla coppia Souza e Corupe con quest’ultimo che batte Passmore dalla destra a media distanza.
A questo punto coach Insam chiama il time out per raccogliere le idee e preparare la controffensiva. La mossa funziona ed i Vipers cominciano a spingere con molta più decisione. Al 07’57” un’azione corale che spinge la difesa ampezzana molto in basso permette a Helfer di trovare lo spazio per una conclusione che fa secco Maund.
Le Vipere continuano nella loro azione d’attacco mettendo alle corde al Cortina che deve capitolare per la seconda volta al 19’09” grazie a Savoia che finalizza una discesa veloce dei suoi compagni di reparto.
Manca solo un minuto alla fine ma ancora il Milano prova a cercare il gol del pareggio con il solito inossidabile Helfer e con Christie apparso in ombra per entrambi i periodi disputati.

L’ultimo drittel riserva sorprese sono nella seconda parte del periodo. Al nono minuto il primo sussulto grazie a Strazzabosco che colpisce il palo esterno. Il Cortina non riesce ad impostare il gioco di rimessa schiacciato nel proprio terzo ma dall’altra parte del ghiaccio le vipere non trovano idee per scardinare la difesa di casa. Ci vuole un lento lavoro che porta al pareggio al 14’41 di Evans lasciato colpevolmente solo dagli avversari. Il Milano ha nelle sue corde a possibilità di passar anche in vantaggio ma l’attacco non risulta particolarmente incisivo e pericoloso.
La retroguardia ampezzana assorbe i colpi non proprio da ko dei meneghini ed aspetta l’attimo buono per colpire centellinando le residue energie. Il guizzo, la fortuna forse arriva al 19’35” in superiorità numerica grazie a Dwyer che spedisce un disco in mezzo al traffico di fronte a Passmore. Deschnes fa valere la sua stazza e devia il puck alle spalle di Passmore.
E’ una doccia fredda per i Vipers che non hanno il tempo e le energie per recuperare. La sirena finale sancisce così la vittoria degli scoiattoli. Ora si torna a Milano con il primo match point per il Cortina.

Tags: