Universiadi Torino 2007: Kazakistan – Finlandia

di Alessandro Seren Rosso

Ultima partita del round robin per Kazakistan e Finlandia. Il Kazakistan è già qualificato alle semifinali, mentre la Finlandia non lo è ancora e un’eventuale sconfitta potrebbe condannarli a disputare le finali 5°-10° posto.
Per il Kazakistan viene schierato il backup Zhitkov, mentre a proteggere la gabbia finlandese è chiamato Hallikainen.
La prima occasione è per il Kazakistan dopo un minuto e quindici secondi: bello scambio in neutra tra tre giocatori, Starchenko prova il wraparound ma Hallikainen chiude bene. Sul ribaltamento di fronte Zhitkov viene chiamato in causa per la prima volta e si disimpegna ottimamente prima su Kuusela e poi su Kopiloff. Due minuti più tardi il Kazakistan è ancora in avanti: Shin vince un contrasto in balaustra nonostante subisca un fallo e passa all’accorrente Savchenko il cui tiro è fermato da Hallikainen. Huhtaniemi viene spedito in panca puniti per carica alla balaustra e la musica cambia: al 4’40" il Kazakistan va vicinissimo al gol con una deviazione di Pilyugin sottoporta che si conclude fuori con il portiere fuori causa, e al 5’12" è proprio Pilyugin a segnare e a portare avanti i suoi con un tiro da davanti alla gabbia dopo aver messo a sdraiare sul ghiaccio Hallikainen.

Al 7’21" il Kazakistan va vicino al raddoppio con Strelchuk, ottimamente servito da Shin, ma l’attaccante kazako spara addosso al portiere. Un minuto più avanti la Finlandia è in Powerplay, fuori Starchenko per gancio, ma non coglie l’occasione. Ottimo il penalty killing kazako.
Dopo una lunga fase di stanca (il Kazakistan amministra, la Finlandia non accelera) al tredicesimo gli euroasiatici si fanno di nuovo pericolosissimi con un gran tiro di Malinov parato di riflesso con il gambale da Hallikainen, poi al diciottesimo, dopo una girandola di penalità, il Kazakistan raddoppia con un tiretto di Abdulayev dalla destra, davvero non irresistibile ma che Hallikainen non riesce a fermare con il gambale sinistro. Gol evitabile.
Si va al primo riposo con i kazaki in vantaggio comunque meritato.

La seconda frazione fa intravedere un cambio di registro da parte della squadra finlandese che dopo meno di due minuti è in superiorità numerica a causa di un’ostruzione fischiata a Strelchuk. Al 2’22" bel tiro di Huhtaniemi e altrettanto bella parata di guanto di Zhitkov, che si ripete dieci secondi dopo pinzando in bello stile una conclusione dalla sinistra di Lofman. Al 3’19" è ancora Huhtaniemi a rendersi pericoloso ma Zhitkov para distendendo il gambale sinistro.
Al 7’24" la Finlandia accorcia le distanze con Pesonen che si presenta a tu per tu con Zhitkov e lo trafigge tra i gambali. Un minuto più tardi il Kazakistan si fa ammirare con un’azione insistita nel terzo offensivo avversario, poi Shin dalla sinistra passa ad Abdulayev solissimo davanti al portiere ed è per lui un gioco da ragazzi insaccare il disco del 3-1.
La partita si accende e sale di livello tecnico. Al 9’56" la Finlandia va nuovamente in gol con un gran tiro di Leimu che si infila imparabile nel sette alla destra di Zhitkov. Il forcing finlandese si concretizza così al 16’09" in Powerplay con un’azione personale di Lofman conclusa da pochi passi. Al 17’10" vengono fischiati due minuti di penalità a Myakish e il Kazakistan come al solito attacca anche in inferiorità numerica: Pilyugin va via in contropiede e viene travolto da un difensore. Rigore inevitabile. Kirichenko affida il rigore a Roman Starchenko che però esegue male, fa soltanto una finta non facendo muovere il portiere che ribatte la conclusione con il braccio destro. E’ questa l’ultima emozione del secondo periodo che si conclude in parità.

Nel terzo periodo il Kazakistan abbassa ulteriormente il ritmo in vista delle semifinali e dopo tre minuti concede un cinque contro tre alla Finlandia che però è ben gestito dalla squadra euroasiatica che concede solo un tiro dalla distanza a Raatikainen sventato da Zhitkov col corpo.
All’ottavo minuto ancora cinque contro tre in favore dei finlandesi ma stavolta la Finlandia passa: Appel taglia la pista in due da destra a sinistra e Nabb di prima intenzione scaraventa il disco in rete.
Nonostante il vantaggio la Finlandia spinge ancora e va vicina al gol al decimo con un tiro ravvicinato di Pesonen e all’undicesimo con una botta di Tuunala, poi al quindicesimo, in PowerPlay, il Kazakistan trova il gol del pareggio. Yessirenkov dalla destra mette il disco in mezzo e il puck va a colpire Heinonen e finisce la sua corsa in rete.
La gara termina così in parità, punteggio che qualifica entrambe le squadre alle semifinali in programma venerdì.