Bolzano – Cortina: il commento

di Fabio Demattè

Finalmente una bella partita al Palaonda e una nuova convincente prestazione offerta dall’ Hockey Club Bolzano agli oltre 1000 spettatori presenti in tribuna. Se il Cortina si presenta al gran completo la squadra biancorossa deve rinunciare allo squalificato Mike Omicioli e all’infortunato Alex Avancini. Coach Mair conferma la prima linea di attacco con Nelson, Bouchard, Dorigatti, mentre in seconda schiera Faggioni al centro con Lewis e Drew Omicioli sulle ali. Terza linea tutta altoatesina con Zisser affiancato da Walcher e Rolly Ramoser. Esordio a difesa della gabbia del nuovo portiere lettone Sergejs Naumovs autore di una buona prova.
Dopo la partitaccia di martedì contro il Fassa il Bolzano vuole dimostrare tutto il suo valore e parte a tutta passando in vantaggio dopo soli 67 secondi dal fischio d’inizio, grazie al difensore canaedese Chris Bahen che approfitta di un disimpegno difettoso della difesa ampezzana e serve capitan Ramoser che pur “sbucciando” leggermente il disco riesce a superare Jeff Maund. Al 09’05” bellissima combinazione veloce tra Faggioni e Drew Omicioli con tiro al volo di quest’ultimo, mentre al 10’48” il Bolzano raddoppia meritatamente dopo una stupenda triangolazione tutta di prima tra Nelson, Bouchard e Dorigatti, che appoggia comodamente il puck in porta per il suo sesto centro stagionale. Subito dopo Leo Insam si trova a tu per tu con Maund, ma spreca tirando addosso al goalie avversario. Si vede il Cortina appena a 30 secondi dal primo intervallo e solamente grazie ad un clamoroso errore di Florian Ramoser che pressato dietro alla porta da Mike Souza si fa soffiare il disco che finisce sulla spatola di De Bettin al quale non resta che infilare un sorpreso e incolpevole Nauomvs.

Il secondo tempo riporta un certo equilibrio nel gioco anche se le occasioni più pericolose sono nel complesso ancora a favore dei biancorossi. Al 5’21” bell’inserimento da dietro di Luca Ansoldi che libera un polso poco al di sopra della traversa, mentre un minuto più tardi è ancora l’attaccante meranese a scagliare un potente tiro dalla linea blu e favorire un pericoloso rebound a Giorgio De Bettin ben controllato da Naumovs. Ma è ancora il Bolzano a passare, questa volta in superiorità numerica (fuori Cliff Loya), con la doppietta di Rolly Ramoser, che infila Maund dopo un bolide dalla blu di Jon Coleman. Da segnalare ancora due sicuri interventi dell’esordiente portiere lettone Naumovs, prima su un tiro dalla distanza poi su Nick Deschenes in contropiede.
La terza frazione si apre con una ghiotta occasione di Jeff Nelson che intercetta un disco in attacco ma spreca tirando addosso a Maund. Al 7’01” il Cortina si rifà sotto in situazione di power play (fuori Dorigatti) con un tiro micidiale di Mike Souza che si infila all’incrocio dei pali alla sinistra di Naumovs. Al 13’33” buona chance di pareggiare i conti per la squadra di Doug Mc Kay, ma il diagonale di Souza esce di poco. Al 13’44” doppia penalità contro il Bolzano, ma il pericolo maggiore arriva solo da una mischia davanti alla porta biancorossa e da un palo di Ansoldi, molto nervoso e al di sotto delle sue potenzialità. A 30 secondi dalla sirena finale il portiere cortinese Maund fa spazio a un attaccante aggiunto, ma è ancora il Bolzano a concludere in avanti con una bella azione solitaria di Drew Omicioli. La squadra di coach Stefan Mair osserverà ora il suo turno di riposo per affrontare poi di nuovo al Palaonda la vice capolista Renon.