Dopopartita Milano-Pontebba: intervista telefonica a Stefano Margoni.

di Filippo Restelli.

HOCKEYTIME:"Iniziamo da un commento su questa vostra tre giorni di Coppa: come giudichi la vostra prestazione?"

STEFANO MARGONI:"Direi che abbiamo soprattutto sbagliato la partita contro l’Asiago: abbiamo permesso loro di sommergerci nel rpimo periodo, e ciò ci ha tagliato le gambe per il resto del match. Contro il Milano invece siamo stati più in partita, anche se a dire il vero è stato molto merito di Carpano…"

HT:"A proposito di portieri, Dell’Olio fino ad ora non si è comportato male: resta un backup o credi che si potranno alternare lui e Carpano?"

SM:"Credo che Carpano sia il titolare fisso…ma sicuramente Dell’Olio potrà darci un grosso aiuto, come ha già dimostrato."

HT:"E’ stato positivo secondo te avere anche le squadre di A2 in questa Coppa Italia?"

SM:"Sicuramente si. I giovani hanno modo di rendersi conto del livello della massima serie, ed hanno più stimoli per raggiungere un posto nelle squadre di A1 o per arrivarci con la loro. Oltretutto i risultati di questa tre giorni indicano che in molte se la potrebbero giocare anche in campionato…"

HT:"A tal proposito, pensi che potrebbe essere uno spunto per aumentare il numero di squadre in a1?"

SM:"Beh, sarebbe bello se il Merano salisse ed arrivassimo a 10 squadre, di più, però, sarebbe difficile, a meno di aumentare il numero di stranieri. Come italiani, infatti, siamo già pochini adesso, e se rifacessimo oggi una A1 da 12 o 14 squadre ci sarebbero tante partite inutili."

HT:"Parlando di te, raccontaci questi ultimi due anni, con il prestito a Bolzano e, ora, l’arrivo al Pontebba."

SM:"Beh, l’anno scorso ero a Bolzano ma, appunto, con il vincolo del Fassa. Ho voluto provare, ho fatto una nuova esperienza. Quest’anno poi, siccome il Bolzano tentennava a ricontattarmi, mi sono guardato in giro e ho deciso di provare questa esperienza. Sono venuto qui con la moglie e ora vedremo quest’anno come andrà. Per ora mi trovo benissimo con la Società. Come squadra, credo che un paio di italiani forti ci farebbero comodo, visto che siamo un pò cortini…"

HT:"Hai appena giocato contro Strazzabosco, che ha recentemente tentato la strada americana…che idea ti sei fatto della cosa?"

SM:"Gli ho stretto la mano e fatto i complimenti, ha fatto benissimo a provarci, e ciò che ha ottenuto ha fatto benissimo a tutto l’hockey italiano."

HT:"Scudetto: chi sono le favorite alle semifinali?"

SM:"Secondo me l’unica sicura è il Milano, per le altre c’è ancora troppa incertezza, bisogna far scorrere un pò la stagione prima di potersi pronunicare."

Si ringraziano il giocatore e la S.G. Pasut Aquile Friuli Venezia Giulia Pontebba per la disponibilità.