COPPA ITALIA: Delineate le 4 finaliste

di Andrea V.

A conclusione della terza giornata di questo weekend dedicato alla Coppa Italia si è delineato il quadro delle quattro partecipanti che si disputeranno la Coppa.

A contendersi il trofeo saranno Bolzano, Milano, ValPusteria e la piacevole sorpresa del Valpellice.

La squadra piemontese è l’autentica rivelazione di questo weekend, riuscendo nell’impresa di aggiudicarsi il girone organizzato sulla pista amica, davanti al solito caloroso pubblico, determinanti i risultati dell’ultima giornata che vedeva il Cortina, uscire sconfitto nell’incontro col Fassa, questo riaccendeva le speranze di qualificazione di Egna e Valpellice che davano vita ad un incontro dall’esito altalenante che premiava la caparbietà della compagine allenata da Mister DaRin che realizzava il gol della vittoria al 57.35 con Petrov.

Il Valpusteria si qualifica per il girone finale facendo proprio lo scontro diretto con l’Alleghe in una partita equilibrata data la posta in palio, ma quando oramai si profilava lo “spettro” dei rigori, un gol di Sandy Moger al 58.19, consegna l’accesso in finale ai Lupi pusteresi.

Nell’incontro serale di questo girone,ininfluente ai fini della qualificazione l’Appiano impartisce una severa lezione al vipiteno piegandolo con il risultato di 10-1

Il Bolzano per qualificarsi aveva un solo risultato utile, la vittoria nello scontro diretto con il Ritten, e vittoria è stata, gli episodi cruciali della partita accadono nel secondo periodo, dove al vantaggio di Egger in inferiorità numerica per la squadra dell’altopiano al 24.26 rispondono Zisser in superiorità numerica dopo 26 secondi, e sul finire del tempo è ancora una situazione di “uomo in piu” in favore del Bolzano, che permette ai biancorossi di segnare con Mike Omicioli il gol decisivo ai fini della qualificazione, nell’ultimo periodo la difesa del Bolzano si difende con ordine e resiste fino alla fine agli assalti del Ritten; nell’altro incontro del girone il Merano si aggiudica l’incontro col Caldaro per 3-0

Al Milano, detentore del trofeo, bastava un punto per qualificarsi per l’atto finale, ma la compagine allenata da coach Insam fa di più, e vince l’incontro che la vedeva opposta al Pontebba.
Friulani in vantaggio dopo poco più di cinque minuti con un gol in power play realizzato da Lutz, sempre nel primo parziale è Sisca per i meneghini a realizzare in situazione di doppia superiorità numerica.In apertura di secondo periodo Milano passa a condurre grazie alla rete siglata da Lysak con le assistenze di Evans e Christie, ed è ancora la “linea canadese” del Milano a confezionare la terza marcatura con Evans assistito da Christie e Lysak con si fissa il risultato sul definito 3-1 per il Milano.
Nell’incontro serale, reso inutile ai fini della classifica in virtù della ormai acquisita qualificazione da parte del Milano, l’Asiago piega per 5 reti a 2 un coriaceo Gherdeina che per due periodi tiene testa agli stellati asiaghesi. Da segnalare, a sorpresa tra i pali per l’Asiago la presenza del terzo portiere Federico Bobba

Resta ora da definire la sede dove verrà disputato l’atto finale della coppa Italia edizione 2006/2007, che vedrà le 4 pretendenti affrontarsi in un girone “all’italiana” nel weekend del 19/20/21 gennaio 2007