Tutto in dieci minuti: ai Vipers la Supercoppa

di Valmore Fornaroli

Milano – Renon 6-2 (1-0; 4-2; 1-0)

I Vipers chiudono nella maniera sperata il weekend di Supercoppa portando a casa il primo trofeo in palio nella stagione 2006/2007. Il Renon non approfitta della maggior fatica nelle gambe dei rossoblu reduci dall’overtime di diciasette ore prima.
Passano senza risultati sul punteggio una penalità per parte finchè a metà del periodo Egger e Gruber vengono spediti da Metelka in panca puniti concedendo al Milano un succulento cinque contro tre che viene messo a frutto da Ryan Savoia al 12.01. Il Renon chiude il periodo con tre minuti di superiorità e la prospettiva di riaprire le danze ancora con l’uomo in più.
Alla ripresa il forcing degli uomini dell’ex Milano e Nottingham Paul Adey trova in Tudin – parso un buon acquisto, soprattutto per la sua capacità realizzativa- il terminale offensivo raccogliendo la rete del pareggio al 23.22 con il Renon ancora in powerplay.

Il Milano può essere stanco, ma non è scarico mentalmente e poco più di un minuto dopo Iannone mette il tocco decisivo sul passaggio di Felicetti. Il periodo è molto più intenso rispetto al precedente e al 27.31 è ancora Tudin a trovare la rete del pareggio. I ritmi non si placano ed i Vipers ritrovano immediatamente il vantaggio con Luca Rigoni. A questo punto si ha il break del Milano che poco oltre la metà della partita mette un doppio vantaggio a guardia del risultato grazie a Lysak. Prima della sirena del secondo periodo è la volta del neo capitano Chitarroni di bucare per il 5-2 il goalie Bergevin.
In pratica la gara termina qui: Adey mette a difesa della gabbia il Valdostano Favre, mentre la squadra di Insam punta a far scorrere nella maniera più veloce ed indolore possibile il tempo sul cronometro, fino al 54.33 quando Evans, match winner nella semifinale col Cortina, sigilla il risultato finale sul 6-2 e permette a squadra e tifosi di aspettare il sessantesimo minuto con la sicurezza della vittoria.

H.C.J. MILANO VIPERS – RITTEN SPORT 6-2 (1-0; 4-2; 1-0)
Marcatori: 12.01 Savoia in doppia sup.num. (Lehtonen), 23.22 Tudin (Scelfo), 24.39 Iannone (Felicetti), 27.31 Tudin (Johnson-Dagenais) in sup.num., 28.25 Rigoni (Sisca-Iannone), 32.44 Lysak (Christie-Evans), 38.48 Chitarroni (Lehtonen), 54.33 Evans (Christie-Lysak)
Il Milano campione: Ericksson (Della Bella); Borgatello, Helfer, Lehtonen, McCarthy, Chitarroni, Christie, Evans, Felicetti, Iannone, Lysak, Rigoni, Savoia, Sisca. Allenatore: Adolf Insam