Bolzano: Dopo la “tempesta” pare tornato il sereno

di Mary Alberghina

Un caldo sole estivo ha accolto i giocatori dell’Hockey Club Bolzano a Corvara, dove si è concluso quest’oggi il ritiro precampionato fortemente voluto dall’ormai ex coach biancorosso John Slettvoll.
Nonostante la partenza del tecnico i due allenatori pro tempore Stefan e Michael Mair hanno deciso di portare ugualmente la squadra in val Badia per effettuare complessivamente cinque sedute di allenamento sul ghiaccio e permettere ai giocatori già giunti a Bolzano di entrare in sintonia.
Tra i presenti c’era anche l’attaccante Kristian Ghan che voci di corridoio davano in partenza ormai da un paio di giorni. L’ex nazionale svedese, almeno in pista, è apparso sereno e sorridente, quasi a voler smentire le tensioni successive alla partenza del suo mentore Slettvoll.
Non sono invece arrivati al raduno, come era stato preventivato dalla società, i fratelli Mike e Drew Omicioli, temporaneamente bloccati all’aeroporto di Philadelphia per problemi di coincidenze aeree, mentre Lewis è ancora negli States in attesa del visto che gli

consentirà di raggiungere presto i compagni. Il centro Jeff Nelson ha ottenuto, invece, al consolato i documenti necessari all’espatrio, ma sta ancora cercando un volo per atterrare in Italia al più presto.
Tra i partecipanti al raduno, oltre ai giocatori del Bolzano (G.Hell, Jäger, Ramoser F., Insam, Nemecek, Gahn, Faggioni, Ramoser R., Dorigatti, Walcher e Peruzzo) erano presenti alcuni giocatori dell’H.C. Future (Sidor, Svete,
Tutzer, Pircher, Stampfer, Hell F., Unterkofler, Kars) e come terzo portiere il brissinese Kinkelin .
Non avendo l’organico al completo i due allenatori si sono visti costretti ad assemblare linee del tutto provvisorie, ma comunque verosimili, in quanto i fratelli Omicioli sembrano destinati a giocare assieme a Lewis, loro compagno di squadra lo scorso anno nei Danbury Trashers (Uhl).
Per l’amichevole di venerdì – la prima stagionale al Palaonda – saranno sicuramente presenti i due fratelli
italo-americani, mentre è ancora incerta la disponibilità di Lewis.
Lentamente la struttura della squadra sta dunque prendendo comunque forma, benché manchino ancora all’appello un allenatore capace, un terzino (il canadese Chris Bahen tra i papabili) ed un secondo portiere. Tra gli italiani non c’era il difensore Alex Avancini, che non ha ancora trovato l’accordo economico con la società.