Varese KillerBees in serie C

di Carlo Palazzolo

L’hockey a Varese è come l’influenza, torna sempre. E’ una cultura sportiva che non muore mai. Si assopisce forse ma la voglia del ghiaccio non sparisce mai del tutto.
Questa sera è stata presentata alla stampa la nuova formazione che parteciperà al campionato di serie C.
Killer Bees è il nome, diverso dal solito come la società ma il giallo nero resta come segno distintivo di una storia molto lunga.
"E’ un progetto nato molto in fretta" confida la presidente Bianchi. "Ci è stato chiesto di supportare questo nuovo progetto, noi siamo presenti sul ghiaccio con altre specialità ma abbiamo la struttura interna che ha potuto far fronte alle questioni amministrative, la parte tecnica la lascio a chi di dovere". Sorride e scherza la signora Bianchi ben contenta di passare il puck alla vera anima di questa squadra, coach Frank Odino, uno che del Varese hockey conosce molto.

"E’ un ottimo gruppo, formato da ragazzi che hanno dovuto fare esperienza lontano dalla propria città. Ora però sono qui a giocare per i loro colori e ci divertiremo sicuramente".
E’ il coach Odino dei vecchi tempi, quello della rinascita del Varese, uno che non molla mai: "Ho visto le nostre future avversarie ed alcune sono veramente delle buone squadre. Noi però giocheremo una partita alla volta, un periodo alla volta e vedremo come andrà a finire".
Grinta insomma, come quella dei "vecchi" tempi sul ghiaccio e con molta voglia di andare lontano ma guai a sussurrare la parola futuro di fronte a lui: "Noi pensiamo alla prossima stagione e basta. Una cosa alla volta, senza fretta".
Nessuna fretta coach, solo buon lavoro.