Nitra in fuga

di Davide:

il successo di due turni orsono nel big match deve aver dato alla testa al Dukla Trencin, visto che dopo quella vittoria, che era valsa l’aggancio in cima alla classifica, ha perso due volte di seguito, a fronte dei due successi del Nitra, che ha subito riscavato un solco di 6 punti sui rivali.
Certo i biancolu hanno sofferto non poco per battere un coriaceo Poprad, che ha cullato a lungo l’idea di sconfiggere in due giorni le due capoliste. Dopo aver battuto il Trencin, infatti, i biancorossi sono andati vicino alla vittoria anche a Nitra, portandosi sull’1-0 e poi sul 2-1, riagganciando il Nitra sul 3-3 e cedendo solo a due minuti dal termine alla rete del 4-3 finale del giovane talento Samir Saliji.
Nel frattempo il Dukla, sulla pista di casa, andava subito sotto 0-3 contro lo Zlina, riuscendo a risalire fino al 2-3 nei periodi successivi: la rimonta non si completa però perchè la rete dell’ex Renon Roman Kontsek al 54:53 chiude i conti sul 2-4.

Sulle altre piste da segnalare la scoppiettante gara di Bratislava tra uno Slovan sempre poco convincente ed il fanalino di coda Martin, che ha decisamente venduto cara la pelle al cospetto dei ben più blasonati rivali: ne è scaturito un divertente 6-5 finale, con le squadre impegnate a rincorrersi dopo un 3-0 iniziale dello Slovan che sembrava poter aver chiuso la partita. Gli ospiti, invece, rimontano fino al 3-3 e addirittura passano sul 3-4 con Matus Chrenko, interessante centro in prestito dal Nitra. Si continua poi con goal e risposte fino al definitivo 6-5 di Michal Macho.

Nella foto (fonte: hokej.sk): l’esultanza dello Slovan dopo la sofferta vittoria col Martin

Tags: