Ancora derby, ancora Slavia

di Davide:

39 turno di campionato incentrato sul derby di Praga, per la terza volta su tre quest’anno appannaggio della capolista Slavia, che davanti a 12.000 spettatori, non ha faticato più di tanto ad imporsi 4-2 su un avversario, lo Sparta, attualmente assolutamente non in grado di competere coi cugini, che hanno chiuso l’incontro tirando ben 50 volte contro il povero Petr Briza, guadagnandosi i complimenti del loro tecnico Ondrej Weissmann. "Credo che gli spettatori si siano divertiti questa sera, perchè l’hockey a cui hanno assistito è stato davvero di alto livello." Dall’altra parte, rassegnato il coach dello Sparta Frantisek Výborný: "Attualmente lo Slavia è molto più squadra di noi: il loro gioco aggressivo nei primi minuti, troppo tollerato dagli arbitri, ci ha intimoriti e ha prodotto due reti che hanno pesato sul resto del match."

Sulle altre piste facile affermazione del Liberec (3-0, secondo in classifica, sul fanalino Vsetin, successo largo del Plzen (7-2) sul Kladno, vittoria che riscatta lo scivolone casalingo del turno precedente contro lo Sparta, di una formazione in costante ascesa,sconfitta casalinga, 2-3, del Vitkovice che continua a non trovare costanza di rendimento, pur mantenendosi nelle posizioni alte della graduatoria.
Infine, c’era molta curiosità per il ritorno sul ghiaccio del Pardubice, dopo l’avventura del Super Six: il test, tra l’altro, era abbastanza probante, perchè i campioni erano attesi a Zlin nel remake della finale per il titolo: è finita 0-5 per il Pardubice, che ha segnato 4 reti nei primi 9 minuti: evidentemente i biancorossi non hanno risentito più di tanto del mancato raggiungimento della finale

nella foto (fonte: sport.cz): Petr Briza si oppone a Josef Beranek dello Slavia nel derby di Praga