Vipers sempre più velenosi, Cortina ancora ko

Quinto successo consecutivo per il Milano che ora prende il largo in classifica Asiago sconfitto dal Renon, torna al successo dopo 12 giornate il Valpusteria

Milano Vipers ancora protagonisti della Rbk Hockey Cup. Nel match-clou della 29esima giornata, la prima del terzo girone di andata e ritorno, i lombardi hanno superato 4-2 il Cortina portandosi a +3 in classifica con una partita ancora da recuperare. Aumenta il vantaggio dei rossoblu anche sull’Asiago: la terza forza del campionato è infatti scivolata 3-2 sul ghiaccio di un Renon sempre più saldo al quarto posto. Quinta piazza per l’Alleghe, che ha fatto suo il derby della Marmolada superando 2-1 il Fassa. Ritorna al successo, infine, dopo ben dodici turni, il Valpusteria, che ha superato 3-2 il Bolzano nello scontro diretto per il sesto posto.

HC Junior Milano Vipers – SG Cortina Segafredo Zanetti 4-2
(3-1; 0-1; 1-0)
Marcatori: 1 t. 9’07” Ekelund (Cor), 9’31” Felicetti (Mil), 18’45” Joseph (Mil), 19’43” A. Molteni (Mil); 2 t. 17’28” Hammar (Cor); 2 t. 7’18” Strazzabosco (Mil)
Milano supera Cortina per la seconda volta nel giro di sei giorni, e comincia a prendere il largo in classifica. Ora la graduatoria vede infatti i Vipers in testa con tre punti di vantaggio sugli ampezzani, ed in più con una partita da recuperare (giovedì 26 gennaio con il Fassa). Decisivo, dopo il botta e risposta Ekelund-Felicetti, l’uno -due firmato da Joseph e Andrea Molteni nel giro di 58 secondi in chiusura di primo tempo, con il cortinese Casparsson nel penalty box per quattro minuti. Dopo il gol di Hammar che riapre il match tocca a Strazzabosco mettere a segno la rete che chiude ogni discorso. Da sottolineare le numerose assenze in casa Cortina, con coach Nilsson che ha dovuto rinunciare a Gordon, Tuzzolino (fuori rosa), e ai fratelli Francesco e Federico Adami. Le due squadre si ritroveranno nuovamente una di fronte all’altra domenica sera (face-off d’inizio alle 19), sempre sul ghiaccio dell’Agorà, per la finale di Coppa Italia.

Ritten Sport Hockey – Supermercati A&O Asiago Hockey 3-2
(1-0; 2-0; 0-2)
Marcatori: 1 t. 2’55” Scelfo (Rit); 2 t. 3’59” Scelfo (Rit), 19’22” Rymsha (Rit); 3 t. 5’59” Pittis (Asi), 11’44” Benetti (Asi)
Continua il momento positivo del Renon, che contro l’ Asiago trova la seconda vittoria consecutiva portando a cinque la striscia “aperta” di risultati utili. Gli stellati, senza Ricci e Bianchin, non sono riusciti a concretizzare le numerose occasioni da rete create nei primi due tempi, merito anche di un Groeneveld in serata di grazia, e sono stati puniti dal solito micidiale contropiede dei ragazzi di coach Ivany, scesi sul ghiaccio senza il “senatore” Georg Comploj. Da sottolineare la doppietta decisiva del beniamino del pubblico di casa Emanuel Scelfo. L’Asiago si sveglia troppo tardi, e nonostante le reti di Pittis e Benetti nel terzo tempo non riesce a riacciuffare il pareggio. Grazie a questa vittoria Renon rafforza il proprio quarto posto, portandosi a 4 punti di distanza proprio dai vicentini, mentre Topatigh e compagni vedono Milano allontanarsi sempre più.

HC Senfter Valpusteria – HC Bolzano Foxes 3-2
(2-0; 0-1; 1-1)
Marcatori: 1 t. 14’07” Oberrauch (Val), 18’58” Olsson (Val); 2 t. 9’35” Forget (Bol); 3 t. 0’35” Eriksson (Val), 12’19” Krestanovich (Bol)
Torna al successo dopo 40 giorni il Valpusteria (ultima vittoria il 24 novembre con Milano), e lo fa proprio nel match più importante, ovvero lo scontro diretto per il sesto posto con il Bolzano. Nelle ultime 12 partite i lupi avevano raccolto appena quattro pareggi e ben otto sconfitte. Foxes saliti al Lungorienza senza gli infortunati Insam, Timpone, Hell, Mantovani e Zisser, ma con Forget sul ghiaccio alla luce della sospensione della squalifica decisa dalla Commissione d’Appello in seguito alla prova-video fornita dal Bolzano. Valpusteria in doppio vantaggio nel primo tempo, ma proprio l’ex Forget dimezza le distanze nel secondo periodo. In apertura di ultima frazione la “doccia fredda” per i biancorossi firmata da Eriksson. Nonostante la rete di Krestanovich gli ospiti non riescono a completare la rimonta.

Tegola Canadese Alleghe Hockey – SHC Fassa Levoni 2-1
(0-1; 1-0; 1-0)
Marcatori: 1 t. 9’45” Kuznik (Fas); 2 t. 11’20” McKenna (All); 3 t. 13’35” Harder (All)
Prima vittoria stagionale, dopo due pareggi consecutivi per l’Alleghe sul ghiaccio “amico” dell’Alvise De Toni. Gli agordini hanno superato il Fassa nel derby della Marmolada al termine di un match non particolarmente emozionante, e caratterizzato da numerosi errori. Padroni di casa, senza gli squalficati Veggiato e Fabrizio Fontanive e l’infortunato Giovanni Marchetti, che iniziano male e vengono puniti dalla staffilata di Kuznik a metà primo tempo. A riportare la situazione in parità ci pensa McKenna, che in superiorità numerica risolve una mischia davanti alla gabbia di Carpano dopo il giro di boa di metà partita. Decide tutto la rete di Harder in power-play a sei minuti e mezzo dal termine. Da segnalare la presenza in tribuna del Presidente del Coni Giovanni Petrucci.

Classifica
HC Junior Milano Vipers punti 39, SG Cortina Segafredo Zanetti 36, Supermercati A&O Asiago Hockey punti 35, Ritten Sport Hockey 31, Tegola Canadese Alleghe Hockey 29, HC Senfter Valpusteria 25, HC Bolzano Foxes 23, SHC Fassa Levoni 12

Prossimo turno – 30^ giornata – venerdì 6 gennaio 2006
SHC Fassa Levoni – HC Junior Milano Vipers
SG Cortina Segafredo Zanetti – HC Senfter Valpusteria
Supermercati A&O Asiago Hockey – Tegola Canadese Alleghe Hockey
HC Bolzano Foxes – Ritten Sport Hockey

Michele Bolognini
Ufficio Stampa Settore Hockey

Tags: