Torino Bulls-Aquile Pontebba 2-14

di Francesco Seren Rosso

Finalmente nella nuova arena torinese, i Bulls inaugurano il nuovo palazzo nel modo peggiore, venendo bastonati dai friulani del Pontebba. Squadre che si presentano all’ingaggio iniziale senza variazioni di rilievo, ma dopo neanche due minuti il Pontebba deve fare a meno di Buzzi che si prende una penalità partita per colpo di bastone. Sono però gli ospiti a passare in vantaggio grazie ad Oberrauch che ruba un disco sulla propria blu e si invola verso Russo trafiggendolo con un tiro sotto la traversa. Torino accusa il colpo e così il Pontebba dopo 4 minuti raddoppia con Stricker, che insacca un tiro di Gorman parato col gambale da Russo. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Canei in modo pericolso al 9’, quando Busa impegna il portiere ospite con uno slap dal cerchio d’ingaggio destro.Al 12’ il Pontebba passa di nuovo: tutto nasce da un ingaggio nel terzo offensivo dopo un tiro di Eriksson ben parato da Russo; Alnered vince l’ingaggio e cede il disco a Petrell che fa partire un tiro dalla blu che, forse toccato da un difensore, si infila nell’angolino sinistro della gabbia torinese. Passano 3 minuti e Giugliano porta a 4 i gol delle Aquile segnando da distanza ravvicinata su un rimbalzo lasciato da Russo dopo una conclusione dalla destra di Gorman. Al 15’59" altro powerplay per i locali che questa volta viene sfruttato: Kudrna tira dalla media distanza, il disco esce di poco e rimbalzando sulla sponda torna davanti alla porta degli ospiti dove Romano è il più lesto a toccarlo ed infilarlo in rete. Al 17’, in powerplay, il Pontebba si rende nuovamente pericolosissimo con Gorman che da ottima posizione colpisce il palo. Non accade più nulla di rilevante e si va al secondo tempo, dove dopo appena 3 minuti Pietrafesa porta a 5 i gol degli ospiti. Torino non sfrutta l’ennesimo powerplay ed al suo scadere, al 5’, per un errore nel cambio di linee il Pontebba si ritrova addirittura in 3 contro 0, ma Russo stavolta è superlativo nel fermare gli attaccanti ospiti. All’ 8’ Hazisulejmanovic impena severamente Russo che deve di nuovo capitolare qualche minuto dopo, col Torino in powerplay, ad un veloce contropiede ospite dove Stricker serve Gorman che insacca al volo per il più classico dei gol in 2 contro 0. Settimo gol del Pontebba al 16’ ancora con Giugliano che è il più lesto a recuperare un disco vagante dopo una parata di Russo. Ottavo gol ospite ancora con Stricker che al 37 devia piuttosto fortunosamente un tiro di un compagno di squadra. Per il Torino nel secondo tempo si segnalano solo un tiro di Kudrna fuori di pochissimo e una bella conclusione di Romano parata da Canei.

Nel terzo periodo cambi in entrambe le formazioni: il Torino si presenta con Bianchi a difesa della gabbia, mentre per il Pontebba in porta c’è Platè, giovane portiere che l’anno scorso militava nelle under 19 dell’All Star Piemonte e nativo proprio di Torino, al suo esordio in serie A2. Bianchi deve capitolare, nei suoi 20 minuti subisce ben 6 gol: due da Oberrauch, uno da Eriksson, Stricker, Alnered e Gorman. Dall’altra parte Platè è bravissimo a rispondere agli attacchi avversari, soprattutto quando stoppa Kudrna lanciato soltiario verso la porta. I padroni casa accorciano le distanze con il primo gol stagionale di Di Fabio ben servito da Agnel.
Torino ha decisamente patito, oltre all’indiscussa superiorità degli avversari, il gioco veloce dei carnici ed anche probabilmente una certa carenza di fiato dovuta ai problemi di ghiaccio che ha la società subalpina, ma certamente 12 gol di differenza posso essere in parte giustificate da una serata di totale black out da parte della squadra.

Formazioni:

Torino Bulls:
PORTIERI: Russo (40’), Bianchi (20’)
DIFENSORI: Babic, Juutilainen, Oldani, Moro
ATTACCANTI: Kudrna, Hajduk, Romano, Sorrenti, Merzario, Gusella, Schenk, Braito, Agnel, Busa, Di Fabio
ALLENATORE: Agnel

Pontebba Aquile FVG
PORTIERI: Canei (40’), Platè (20’)
DIFENSORI: Vernaccini, Mainer, Armani, Petrell, Pra Floriani, Tremolaterra, Traverso, Alnered
ATTACCANTI: Hadzisulejmanovic, Buzzi, Oberrauch, Gorman, Pietrafesa, Giugliano, Eriksson, Stricker, Meneghetti
ALLENATORE: Pesic

Marcatori:
2’08" Oberrauch, 6’04" Stricker (Gorman), 12’07" Petrerll (Alnered), 15’05" Giugliano (Gorman, Hadzisulejmanovic),16’07" Romano (Kudrna, Babic); 22’40" Pietrafesa (Oberrauch), 33’19" Gorman (Stricker), 36’00" Giugliano (Alnered, Petrell), 37’47" Stricker; 47’12" Oberrauch (Traverso), 49’28" Eriksson (Petrell), 52’15" Stricker (Meneghetti), 54’16" Oberrauch (Hadzisulejmanovic, Alnered), 59’02" Alnered; 59’35" Di Fabio (Agnel, Braito), 59’55" Gorman (Eriksson, Mainer)