14-15 giornata: per lo Sparta è crisi

di Davide:

il weekend di Extraliga dovrebbe essere ricordato soprattutto per la prima sconfitta dello Slavia, caduto a Kladno (4-2) dopo 14 risultati utili consecutivi, ma lo stop della capolista non cambia di molto la classifica del campionato, così i riflettori sono decisamente puntati sulla criche attraversa l’altra sponda hockeisitica di Praga: lo Sparta. Sono i numeri lo specchio migliore delle difficoltà dei granata: 8 sconfitte in 15 matches e già 16 punti dalla vetta, ma soprattutto una preoccupante involuzione nel gioco. Se può essere "normale" una sconfitta con lo Slavia di questo periodo, altrettanto non può dirsi degli stop contro il Litvinov (4-3) ed il Liberec (0-3), squadre non cewrtamente irresistibili. La gara di Litvinov di venerdì sera è stata poi imbarazzante sotto il profilo tecnico e solo la bravura del goalie Marek Schwarz (42 saves) ha mantenuto a galla i praghesi. Domenica invece sono bastati i primi 18 minuti al Liberec per portarsi sul 3-0 e chiudere la contesa. Bloccatosi Marek Strba, dopo un buon avvio, la squadra dimostra di essere totalmente dipendente dalla grinta del capitano Ondrej Kratena e dalle reti di Petr Ton, che non sempre possono risolvere da soli le partite. C’è molto lavoro, insomma per il coach Jaromír Sindel, sempre che la dirigenza non abbia esaurito la pazienza.

Sul resto delle piste, come detto, nesuno è riuscito ad approfittare in pieno della sconfitta dello Slavia: nè lo stesso Kladno, che, prima di battere i praghesi, aveva perso netto (3-0) a Ceské Budejovice, nè lo Znojmo (1-1 con lo Zlin e 1-2 in casa contro il modesto Karlovy Vary), nè lo Zlin, dopo il pareggio a Znojmo è arrivato un sonoro 0-4 a Plzen. Peggio ancora hanno fatto i campioni del Pardubice, che hanno perso due volte, 2-4 a Karlovy Vary e 1-5 a Vitkovice. Così è adesso il Ceske Budejovice ad affacciarsi al podio della classifica, grazie alle due vittorie con Kladno (3-0) e Trinec (4-1).
Proprio il Trinec, dopo questa sconfitta, ha esonerato il coach Jan Neliba, chiamando al suo posto l’allenatore della nazionale Under 16 Jiri Jurik