Asiago-Bolzano: la cronaca

di Davide Trevisan

Asiago-Bolzano 5-3(2-1;1-2;2-0)

Bell’affermazione dell’Asiago ieri sera sul ghiaccio dell’Odegar al termine di un match intenso e vibrante che non ha deluso le attese. Tra le novità della serata da segnalare l’esordio in maglia giallorossa di Fernando Pisani e per il Bolzano quello di Belanger.
La prima frazione è tecnicamente la migliore in cui le due squadre senza sbilanciarsi troppo riescono a costruire buone trame di gioco, in una di queste al 5° il Bolzano va vicinissimo al vantaggio ma Belanger spara fuori di un metro; è così l’Asiago a passare in vantaggio grazie a Narcisi che, rubato disco ad un difensore infila nel sette alle spalle di Hell. Al 12° Pisani ruba un disco in zona neutra e innesca splendidamente Cirone che è travolto da Insam; powerplay quindi per i giallorossi che si fanno però sorprendere in contropiede da Schaefer, ma Streit ci mette una pezza, capovolgimento e l’Asiago raddoppia con Marchetti che tira dalla blu verso Topatigh che, appostato davanti a Hell, devia in rete impercettibilmente. Lo stesso Lucio però si fa pescare in azione fallosa da Pianezze e nel successivo powerplay bolzanino Schaefer è il più lesto ad infilare in rete dopo una mischia. Nel finale di tempo spettacolare contropiede di Scandella in inferiorità numerica ma il forte “italo” fa tutto bene mettendo a sedere Hell salvo poi mandare il disco sulla traversa.

Secondo periodo di marca Bolzanina ma è l’Asiago a trovare al 25° il doppio vantaggio grazie a Tommasello che, servito splendidamente da Scandella fredda Hell con una splendida esecuzione da distanza ravvicinata. Il Bolzano però non ci sta e torna subito in partita con Quint che, liberissimo, non ha difficoltà a battere Streit da 3 metri. Cresce ancora il Bolzano che si riversa spesso dalle parti del goalie svizzero e arriva al pareggio meritatamente al 35°, con Chelodi che approfitta di un errato cambio di linea giallorosso per infilare Streit sul primo palo.
Frazione finale che premia un Asiago attento in difesa e cinico in attacco. Al 46° infatti la seconda linea giallorossa confeziona il vantaggio: complice un ingenuità di Hell (perde disco dietro la porta) Drew Omicioli in diagonale mette in rete. I "gemelli terribili" confezionano anche il 5° gol in cui Armani( seconda rete di fila) batte Hell da distanza ravvicinata. Nel finale il Bolzano toglie anche il portiere per il 6° uomo di movimento ma senza esito.