posticipi 13. giornata

Un gran bel Lugano saluta la Resega dopo la vittoria nel derby della Valascia con una partita spettacolare contro il Davos delle stelle Nash, Thornton e Hagman, per la verìtà inesistenti sul ghiaccio questo pomeriggio.
Lugano con Aebischer tra i pali e con la stessa formazione vincitrice la sera precedente che subisce un buon inizio degli ospiti che riescono a rendersi pericolosi un paio di volte dalle parti del portiere bianconero senza concretizzare. Succede così che il Lugano inizia a macinare il suo gioco o dopo diversi buoni interventi del portiere grigionese trova il vantaggio con Keller al 16.49 abile a ribadire in rete una pregevole azione di Reuille. Al 19.35 altra buona azione corale dei bianconeri che con Fuchs raddoppiano. Inizia il secondo periodo e il Lugano realizza immediatamente la terza rete con Peltonen al 20.44 con un gran tiro che si infila nel sette. Non passano che 1 minuto e 59 secondi e il Lugano chiude l’incontro con Gardner. Al 24.24 unico sprazzo di spettacolo offerto ai più di 5000 spettatori della Resega da Joe Thornton che non trova di meglio da fare che provocare Gratton, la successiva bagarre porta entrambi anticipatamente negli spogliatoi. La partita a questo punto è chiusa e il Lugano cerca di dare spettacolo ma al 30.01 subisce la prima rete del Davos ad opera di Guggisberg. Al 37.03 Tanguay trova la sua seconda rete in due giorni e riporta a quattro le lunghezze tra le due squadre prima che Von Arx riesca nuovamente a sorprendere un disattento Aebischer per il definitivo 5-2 al 37.50. Nel terzo periodo non succede praticamente nulla se non azioni pregevoli che però non portano a segnature. Lo spettacolo c’è stato, un po in ombra però le tre star della NHL della compagine grigionese. Con le due vittorie nel fine settimana i bianconeri ritrovano la vetta della classifica in solitaria.

Nella seconda partita della giornata, il Losanna, batte abbastanza sorprendentemente il Friborgo nel derby romando. Losanna sul 4-0 nei primi 24 minuti grazie alle reti di Schaller, Landry, Bashkirov e Slehofer, Friborgo che rientra in partita alla fine del secondo periodo con Hentunen e Vauclair. Sul 4-2 all’inizio del terzo periodo la partita si fa più equilibrata e i padroni di casa rischiano di rovinare tutto subendo anche la terza rete degli ospiti al 54. Nel finale a nulla vale l’assalto del Friborgo che vede interrotta la sua serie positiva con la definitiva rete di Zenhausern che fissa il punteggio sul 5-3 finale

Tags: