I Mastini Varese vincono la Gunzenhauser Cup

di Alberto Possieri

I Mastini di Varese si aggiudicano l’ottava edizione della "Gunzenhauser Cup" di Bellinzona sconfiggendo in modo netto e perentorio per nove a tre il Chiasso di Teo Malfatti in una finale a senso unico e dominata dal primo all’ultimo minuto, nella semifinale di venerdì i varesini avevano superato di misura i padroni di casa dei GDT.
I gialloneri si sono presentati al Centro Sportivo privi di Salonen, che soffre ancora di problemi inguinali, e con Claudio Pucci che prende, a sorpresa, il posto del titolare Paolo Della Bella, che si accomoda in panca.
Dall’inizio si capisce da subito che tra i Mastini e il Chiasso, compagine di seconda divisione, c’è troppa differenza sia dal punto di vista fisico, e tecnico.
E’ Pilotti, l’estremo chiassese, che frena con le sue molte parate gli avanti gialloneri, ma al 7’ deve capitolare una prima volta al cospetto di Zinevych, che dopo il secondo periodo rimarrà negli spogliatoi per un colpo subito (nulla di grave), e di Silva che al 17’ realizza il doppio vantaggio bosino.

Nel secondo periodo i Mastini dilagano con Iannone, Chambers, Pittis (in 4 c. 5!), Sisca e Sorrenti (dal nuovo look di capelli) nell’ordine.
Le reti di Latheela, e di Trevisani fissano il definitivo punteggio di nove a tre per i Mastini, una prova convincente e un successo ben augurante per l’inizio del campionato italiano di giovedì 30 con i gialloneri impegnati al PalAlbani contro il forte e ambizioso Cortina della stella Matt Cullen.

La formazione giallonera:

Pucci (Della Bella), Trevisani, Murphy, Olosson, Rigamonti, Mansi, O’Brien, Willers, Zinevych, Pittis, Silva, Matulik, Sisca, Toletti, Chambers, Teruggia, Sorrenti, Merzario, Latheela, Iannone.

Reti: 06:38’ Zinevych (Chambers), 16: 21’ Silva (Pittis), 25:06’ Iannone (Mansi), 26:42’ Tiuttoni (Danesi, Medici Nicola), 28:33’ Chambers (Matulik), 35:26’ Pittis (Latheela in 4 c. 5’!), 37:48’ Sisca, 38:55’ Sorrenti (Mansi), 40:17’ Latheela (Silva in 5 c. 4), 40:36’ Aletti Adalberto (Bertoli), 44:34’ Willers (Latheela), 44:59’ Aletti Adalberto (Tiuttoni).

Parziali: 2-0; 5-1; 2-2.

Penalità: 5 x 2’ contro i Mastini, 4 x 2’ contro il Chiasso + 1 x 10’ a Bertoli.

Tiri: 55 a 16 per il Varese.

Note: 50 spettatori, Varese senza Salonen, nella finale per il terzo posto vittoria dei GDT contro il Zunzgen per sei a due.

L’albo d’oro della Gunzenhauser Cup

1995: EHC Zunzgen;
1998: EHC Lenzerheide;
1999: EHC Lenzerheide;
2000: EHC Arosa;
2001: EHC Arosa;
2002: GDT Bellinzona;
2003: EHC Lenzerheide;
2004: AS Mastini Varese.

Per vincere in modo definitivo la Challange in palio, occorre vincerla per tre volte consecutive.