Bob Leslie nuovo allenatore del Bolzano

di Gianpaolo

La società di via Galvani ha deciso di affidare l’incarico di allenatore della prima squadra al canadese Bob Leslie. Nativo di Carberry in Manitoba, 54 anni, Leslie viene descritto da molti come un allenatore in grado di stabilire un eccellente rapporto umano con i giocatori, ma non capace di avere la giusta severità nei momenti in cui ce n’è bisogno. Si tratta di un coach già conosciuto dal genaral manager Bruno Zarrillo per via dei comuni trascorsi a Colonia.
Come giocatore Leslie vanta una carriera modesta in club minori. Nel 1997 ottiene il primo incarico in Europa: lo chiama la formazione svizzera dell’EV Zug e lì ricopre per una stagione e mezza l’incarico di assistant coach (nell’aprile 1998 la squadra vince la NLA).
Nel gennaio 1999 Leslie approda a Colonia nella DEL come head coach. La squadra esce nei quarti contro Francoforte e lui ne fa le spese: viene degradato ad assistente allenatore all’inizio della stagione 2000/01.

Nel giugno 2001 riceve nuovamente l’incarico di primo allenatore, però nel gennaio 2001 arriva addirittura l’allontanamento definitivo dopo una sconfitta in casa contro l’Hannover.
Nel 2001-02 Leslie si sposta Oltremanica per dirigere la compagine inglese dei London Knights, dove incontra parecchi volti noti in Italia come Lilljebjoern, Mansi, Blanchard, Donovan, Thorton, Amodeo e Sacratini. La stagione è positiva (semifinale) e la riconferma è scontata, ma a metà gennaio 2003 le inaspettate dimissioni: Leslie decide improvvisamente di lasciare l’Inghilterra per stare più vicino alla moglie che risiede in Svizzera. Trova posto nel campionato austriaco a Feldkirch, ma l’avventura termina subito, al primo turno dei playoffs con tre sconfitte per 1-3, 0-8 (!) e 0-3 contro il Klagenfurt.
All’inizio della scorsa stagione riceve l’incarico di allenatore del Basilea neopromosso in NLA, ma viene esonerato in novembre dopo che la squadra aveva ottenuto solo 3 vittorie ed 1 pareggio in 22 partite. A marzo 2004 trova un incarico a Langnau come secondo, ultima tappa prima dell’approdo al Bolzano. Nel corso della sua carriera, Leslie ha alternato spesso il lavoro nei club con delle collaborazioni con il Team Canada, dove ha ricoperto in diverse occasioni il ruolo di assistente allenatore.