Odore di DEL per Jan Pavlu

La Red Bull ti mette le ali, diceva lo spot della nota bevanda. Di sicuro le sta mettendo a Jan Pavlu, che pure ne era già dotato essendo figlio di quel Martin che a Bolzano veniva chiamato “il Cigno” per la sua grazia sui pattini.
Il ragazzo è nato il 16 luglio 1994, un paio di mesi dopo il mondiale italiano nel quale suo padre (25 anni in maglia Bolzano, 12 scudetti e varie coppe) fu grande protagonista. Un talento tramandato da generazioni quello della famiglia Pavlu, a cominciare da nonno Jarda indimenticato condottiero di via Roma che poi da allenatore ha forgiato i migliori giovani bolzanini.

A 14 anni Jan Pavlu (nella foto con papà Martin allo Star Night di Bolzano nel dicembre 2007) da capitano dell’Appiano under 16 vinse il campionato nazionale. A 15 anni prese coraggio e preparò subito la valigia per giocarsi le sue carte all’estero. Quattro anni a Mannheim nel massimo campionato giovanile tedesco (tra i più severi e selettivi) con ottime cifre: 140 partite, 159 punti (67 gol e 92 assist). Diventato maggiorenne, il suo mercato interessa ore le squadre senior. A sceglierlo è il farm team del Salisburgo allenato da Ken Strong, giocatore del Gardena nel 1995, che nella città di Mozart ha già con sé da quattro anni un altro italiano, Peter Hochkofler, coetaneo di Jan e anche lui di Appiano. Il talento del giovane bolzanino evidentemente piace molto alla grande famiglia della Red Bull perché a Monaco di Baviera sono pronti a testare Pavlu per dargli una possibilità in DEL, il massimo campionato tedesco. Jan avrà tempo luglio e agosto per ben impressionare lo staff di coach Pierre Pagé. Una scelta ponderata: il canadese con 13 anni di esperienza in NHL è coadiuvato da Helmut de Raaf, leggendario portiere della nazionale tedesca che conosce molto bene il giovane Pavlu avendolo allenato a Mannheim.
Dovesse andargli male, c’è comunque da giocare il campionato MHL, lega russa alla quale da quest’anno il Salisburgo Bis prenderà parte.

Stats su EliteprospectsEurohockey

freccia Intervista prodotta da Raisport a Martin e Jan Pavlu, in onda giovedì 30 dicembre 2010