Vincono le “grandi”: la AHL parla Sloveno.

——————————————————————————————————
(massimo gasperi) Vincono tutte e tre le favorite: Asiago e Jesenice con qualche brivido in più, Lubiana, – di contro – dall’alto di una indiscussa superiorità tecnico/tattica. Lo Jesenice con i tre punti scavalca agevolmente il Val Pusteria in classifica generale, portandosi a soli due punti dalla capolista ma avendo giocato due gare in meno rispetto ai Draghi Verdi. Anche Asiago scala la classifica e conquista quella quarta posizione che garantisce l’accesso diretto ai Play-Off.
——————————————————————————————————
Soffrono più del previsto i freschi Campioni d’Italia dell’Asiago per avere la meglio del farm team del Klagenfurt. I giovani carinziani partono col botto ed approfittando di una doppia superiorità numerica, si portano in vantaggio con una segnatura di polso dello sloveno Rok Kapel che si infila sotto la traversa. Il pareggio di Enrico Miglioranzi è frutto di una splendida azione personale del giocatore asiaghese che dopo una aver superato in slalom i giocatori carinziani, mette a sedere anche Vorauer e pareggia i conti. La parità dura poco più di sessanta secondi poi sono i gemelli Hammerle, con Simon a suggerire e Valentin a concludere, a confezionare il nuovo vantaggio delle giovani “Rotenjacken”. Sul sorprendente risultato di 1-2 si chiude la prima frazione di gioco. L’Asiago nei primi venti minuti, più delle assenze di McParland e Ginnetti ed il cambio tra i pali tra Vallini e Luca Stevan ha pagato lo scotto della fatica della serie di finale scudetto recentemente vinta contro Renon. Le Giacchette Rosse, d’altronde hanno confermato di essere una formazione ben disposta sul ghiaccio in grado di pattinare molto e di poter mettere in difficoltà chiunque. Contro questo che possiamo tranquillamente definire come “un cliente scomodo”, i giallo rossi debbono soffrire anche nei due tempi successivi. Al 33° una bella conclusione di Markus Pirmann trova pronto alla bella parata il giovane Luca Stevan. Sul primo power play della gara (penalità al 34:03 di Mark Kompain), i neo Campioni d’Italia, trovano il goal del pareggio grazie ad una conclusione molto angolata di Stefano Marchetti. Nel terzo drittel – ancora in power play – (40:35 David Maier in panca puniti) i Leoni dell’altopiano trovano il vantaggio con Frei che, al volo, colpisce il puck e lo infila tra i gambali del portiere austriaco. Il Klagenfurt attacca e Luca Stevan è chiamato agli straordinari. Poi sul finire, quando gli ospiti tolgono il portiere per cercare di rimontare il passivo con un uomo in più di movimento, gli stellati consolidano il loro vantaggio con la segnatura definitiva – a porta vuota – di Josè Magnabosco. Con i tre punti i veneti scavalcano il Salisburgo e conquistano quella quarta posizione che significa ingresso diretto ai play-off.

Martedì, 16.02.2021 Pala Hodegart di Asiago, ore 19:30
Migross Supermercati Asiago Hockey – EC KAC II 4 – 2 (1-2, 1-0, 2-0)
Arbitri: GIACOMOZZI, LAZZERI, De Zordo, Fleischmann,
AHL H2H: 9-0 ASH –
MARCATORI: 02:20 0:1 PP2 KA2 Rok Kapel (Würschl -Witting); 12:13 1:1 EQ ASH Michele Marchetti (Enrico Miglioranzi – Josè Magnabosco); 13:33 1:2 EQ KA2 Valentin Hammerle (Simon Hammerle – Marcel Witting); 35:42 2:2 PP1 ASH Stefano Marchetti (Michele Marchetti – Davide Dal sasso); 41:10 3:2 GWG PP1 ASH Alex Frei (Alexander Gellert – Daniel Mantenuto); 58:30 4:2 EN EQ ASH Josè Magnabosco (Marco Rosa – Matteo Tessari).
——————————————————————————————————
Non ci sono più parole per questo Jesenice che continua a vincere ed a scalare posizioni su posizioni nella classifica generale. Con il successo di stasera i “Red Steelers” salgono al secondo posto della classifica generale, superando il Val Pusteria e ponendosi nella scia del Lubljiana, attuale leader della lega nonché rivale storico, che però ha già giocato due partite in più. Lo Jesenice, con quella di stasera infila l’undicesima vittoria consecutiva e resta in piena corsa per eguagliare e, possibilmente, superare il record di 17 vittorie consecutive in AHL che appartiene ad HC Pustertal (stagione 2017/18) ed ai Rittner Buam (stagione 2016/17). Gli sloveni hanno lanciato il guanto della sfida anche perché da una formazione che può schierare Blad Tomazevic Zan Jezovsek e Jaka Sodja, nella stessa linea d’attacco è lecito attendersi mirabilie.
Martedì, 16.02.2021 Linzer Eissporthalle, ore 19:00
Steel Wings Linz – HDD SIJ Acroni Jesenice 1 – 3 (0-0, 1-2, 0-1)
AHL H2H: 5:0 JES
Arbitri: LOICHT, WIDMANN, Legat, Schweighofer,
MARCATORI: 27:25 0:1 EQ JES Blad Tomazevic (Jezovsek – Sodja); 34:05 1:1 PP1 SWL Patrick Gaffal; 40:17 1:2 GWG PP1 JES Jaka Sodja (Tomazevic – Pinelli); 59:59 1:3 EN EQ JES Zan Jezovsek (Tomazevic).
——————————————————————————————————
Un Olimpija Lubiana in grande forma supera largamente il Fassa. I Draghi Verdi, nel primo drittel segnano due goal che arrivano, a breve distanza l’uno dall’altro: appena due minuti. Il primo giunge a coronamento di una mischia ed è Nik Simsic a risolvere nello slot. Anche il secondo goal nasce da un’azione conclusa, nello slot, con un bel rovescio da Gal Koren. In apertura di secondo drittel su un passaggio di Tadej Cimzar, Ziga Pance è bravo ad incocciare il puck, al volo, col bastone, proprio sotto porta, deviandone la traiettoria ed infilandolo in fondo al sacco: un goal tanto bello, quanto spettacolare. Il 4-0 giunge quasi in chiusura di frazione di gioco. Il tiro dalla distanza di Nik Simsic è respinto dal giovane portiere Marco Felicetti che, oggi sostituiva Carl Axel Ljung, Ziga Pesut con la punta del bastone ribadisce il puck in fondo al sacco. Anche nel terzo drittel i Campioni Ahl non accennano a diminuire la pressione offensiva. Il 5-0 arriva per merito di Anze Ropret, più lesto di tutti a impossessarsi del puck dopo un rebound offerto dal goalie fassano su un tiro di Tadej Cimzar. Il 6-0 lo segna Nik Simsic – tre punti (2G/1A) con un tiro ad incrociare che si infila nell’angolo lontano, proprio vicino al secondo palo.

Martedì 16.02.2021, Hala Tivoli di Lubiana, ore 20:15
HK SZ Olimpija Ljubljana – SHC Fassa Falcons 6 – 0 (2-0, 2-0, 2-0)
Arbitri: LESNIAK, PAHOR, Bergant, Javornik
MARCATORI: 09:24 1:0 GWG EQ HKO Nik Simsic (Ziga Pesut – Mark Sever); 11:26 2:0 EQ HKO Gal Koren – Juuso Pulli); 22:36 3:0 EQ HKO Ziga Pance (Tadej Cimzar – Miha Logar); 39:07 4:0 EQ HKO Ziga Pesut (Nik Simsic – Miha Stebih); 44:34 5:0 PP1 HKO Anze Ropret (Tadej Cimzar – Miha Logar); 48:52 6:0 EQ HKO Nik Simsic (Luka Vidmar – Aleksandar Magovac).
——————————————————————————————————

Tags: