Il Bolzano fa a pezzi l’Innsbruck

Una tempesta biancorossa investe un malcapitato Innsbruck! Nell’ultima partita casalinga del 2019, il Bolzano travolge i “cugini” (privi di diversi giocatori chiave come Cuma, Vallant, Pedevilla, Nußbaumer e Boivin) per 7-0, cogliendo la vittoria più larga nella storia nel derby del Brennero.

Il Bolzano inizia il mkatch con l’atteggiamento giusto e, dopo 91 secondi passa in vantaggio: Dennis Robertson serv per Dan Catenacci; il numero 7 biancorosso chiama su di se la difesa ed il portiere avversari e poi serve sulla sinistra per l’accorrente Jamie Arniel: 1-0 per il Bolzano. L’Innsbruck fatica a raccapezzarsi e subisce la prima inferiorità numerica del match con Kuprian ma, a parte un tap-in mancato da Anton Bernard da due passi, il powerplay dei padroni di casa non combina quasi nulla. Dopo un minuto di parità numerica, tocca al terzino dei Foxes Ivan Tauferer sedersi nel penaly box, ma il PK del Bolzano non concede conclusioni agli avversari.

Passa qualche minuto senza che succeda nulla di ecclatante, poi il goalie ospite Darling deve impegnarsi per sventare 2 mischie pericolose davanti alla sua gabbia.

Dopo un altro powerplay sprecato dai biancorossi, tocca anche agli ospiti vedere il proprio PP fallire quando a sedersi in panca puniti è Angelo Miceli. Tornati in parità numerica, la squadra ospita preme alla ricerca del pareggio, ma Leland Irving è bravo a salvare quasi d’istinto sulla rasoiata di Lammers. Nel finale di periodo, il Bolzano avrebbe la ghiotta opportunità di giocare in doppia superiorità numerica, ma a parte una conclusione poco più che velleitaria del rientrante Sebastien Sylvestre ben respinta da Darling, i Foxes non riescono a trovare il varco giusto per raddoppiare e le due squadre vanno al primo riposo con il Bolzano in vantaggio di una sola rete.

La seconda frazione vede subito un pericolo per la gabbia di Leland Irving, ma il disco deviato involontariamente da Marchetti sulla conclusione di Lammers, esce lontano dallo specchio. Scampato il pericolo, il Bolzano accellera e, dopo un gol sbagliato clamorosamente da Marco Insam solo davanti al portiere avversario, trova il raddoppio con una deviazione maligna di Anton Bernard sul tiro di Tim Daly. Passa poco più di un minuto ed il Bolzano cala il tris: Jan Lattner è in panca puniti, Tim Daly serve per Stefano Giliati insacca sotto la traversa con un tiro potente e preciso. L’Innsbruck prova a reagire, ma Irving mette la maschera per deviare la conclusione ravvicinata di Lammers; sul capovolgimento di fronte, Anthony Bardaro fa tutto bene tranne la conclusione. Gli ospiti sono decisamente fallosi e quando tocca ad Herbert sedersi in panca puniti, Colton Hargrove si divora due comode occasioni per il 4-0, ma commette ostruzione e viene punito dagli arbitri. In 4 contro 4, i padroni di casa calano il poker grazie a Dominic Alberga, bravo ad infilare Darling sull’assist di Daly; il goalie ospite si arrabbia e rompe la stecca, mentre il suo coach chiama il time out. Il Bolzano sembra accontentarsi del risultato e concede ghiaccio agli avversari, ma Thornberg si fa mandare nel penalty box per proteste ed i biancorossi sfiorano più volte la quinta rete con Sylvestre e Alberga. La parità numerica viene ristabilita per poco, perchè Lammers ed Arniel vengono puniti dagli arbitri; ne approfitta Stefano Giliati, bravo a partire dalla sua zona di difesa e a realizzare il 5-0. Per gli ospiti i probelmi non sono finiti, perchè proprio il rientrante Sebastien Sylvestre realizza la rete del 6-0, raccogliendo la corta respinta di Darling sulla sua prima conclusione.

Al rientro delle squadre sul ghiaccio, fra i pali degli “squali” non c’è più Darling, sotituito dal backup Leitner. Prima ancora del face-off, Bardaro e Kromp si stuzzicano e si prendono 2 minuti a testa. Angelo Miceli testa subito il portire neoentrato, chiamandolo alla parata non difficile ma impegnativa. Il giovanissimo (classe 2002) portiere tirolese, si disimpegna bene anche su Anton Bernard poco dopo; sul versante opposto Leland Irving sventa due tentativi degli ospiti di realizzare almeno il gol della bandiera. Il Bolzano prova ad incrementare il bottino di reti, ma Laitner si rivela un ostacolo abbastanza difficile da superare: il giovanissimo goalie compie due miracoli su Catenacci e Arniel lanciati a rete. La partita diventa cattiva, Kromp e Sylvestre si scambiano reciproche scorrettezze in più occasioni; Robertson e Lammers li imitano; nei rari sprazzi di gioco c’è ancora da segnalare un bell’intervento di Leitner su Sylvestre e poi su Alberga, prima che Anthony Bardaro chiuda definitivamenrte i conti con un assolo che porta al 7-0 finale.

Il Bolzano adesso è atteso dall’ultima partita di questo 2019; lunedì sera i biancorossi sarano attesi dai Dorbirn Bulldogs nel “bunker” per un’altro match da vincere assolutamente per rimanere agganciato alla top-fine.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB – HCI 7-0 (1-0; 5-0; 1-0): 01:31 Jamie ARNIEL (1-0); 24:02 Anton BERNARD (2-0); 25:18 Stefano GILIATI PP1 (3-0); 30:37 Dominic ALBERGA (4-0); 38:21 Stefano GILIATI (5-0); 39:28 Sebastien SYLVESTRE (6-0); 58:06 Anthony BARDARO (7-0)

Tags: