Mondiali Donne Div. 1B: l’Italia vince ed è promossa in Gruppo A

(Comun. stampa FISG) – Dopo 18 anni di assenza, l‘Italia Femminile torna nella Divisione I – Gruppo A. Era dai Mondiali in Lettonia del 2000 –allora si chiamava Pool B – che la Nazionale femminile ha fatto l’ultima comparsa in una categoria così altaUna storica promozione arrivata alla fine dei Mondiali di Asiago di Divisione I – Gruppo B ed al termine di un percorso entusiasmante ed a tratti anche drammatico. Una nazionale giovane e sperimentale che ha conquistato l’oro ma che ha dovuto aspettare fino all’ultimo secondo per il primo posto del torneo.

Dopo le vittorie contro Lettonia, Kazakistan e Polonia e la sconfitta contro la Corea del Sud, l’Italia ha affrontato l’ultimo ostacolo contro la Cina, squadra già fuori dal giro delle medaglie, ma lo stesso combattiva. L’Italia Femminile per passare di categoria poteva solo vincere ai regolamentari contro il team China. In giornata la Sud Corea si è portata in testa alla classifica dopo la vittoria contro il fanalino di coda della Polonia con un eloquente 9-2. Quindi un po’ di pressione per le Azzurre che trovano poi il goal partita a metà tempo con la rete di Linda De Rocco in superiorità. Poi una grande passione fino al 60? con le avversarie che sbagliano un goal già fatto ed Italia che riesce a portare a casa l’oro e la promozione.

La cronaca della gara

Le cinesi partono all’assalto e provano a sorprendere le azzurre. Ci prova subito la Kong, imitata subito dalla Mattivi. Al 4’ tiro della Galtieri che mette in difficoltà la Wang. Al 5’ il tiro secco della Liu trova pronta la Mazzocchi; i ritmi sono buoni, in campo grande agonismo. Insiste la Cine ma la Mazzocchi vigila, anche all’11’ sul tiro della Zhao. Al 14’ esce per un colpo la Caumo; pressione della Cina, che gioca bene, arginata con grande ardore  fisico.  Al 18’ penalità per la Mattivi e finale di frazione incandescente, ma con le reti che restano inviolate.

In avvio Dalprà atterrata mentre è lanciata verso al porta ma fallo non rilevato. Poco dopo bomba della Stocker deviato di bastone dalla Wang;. Al 4’ pericolo dal tiro della He, Mazzocchi c’é. La Cina arremba, non sempre precisa ma volitiva, l’Italia regge bene, con caparbietà. All’8’ prima superiorità per le azzurre che si fanno pericolose con la capitana Saletta (parato), poi la conclusione dalla distanza della De Rocco che la Wang non trattiene e disco che scivola in rete. Esplode la panchina azzurra. La rete aggiunge convinzione e determinazione alle azzurre che prendono confidenza e guadagnano ghiaccio. Cina accusa. All’11’ Italia ancora in superiorità pericolosa con la Zandegiacomo. Finale di frazione di marca azzurra, sfruttando la terza superiorità ma risultato che non cambia.

Nel terzo periodo asiatiche che provano in tutti i modi a scardinare il sistema azzurro, serrato e sistematico. Finale incandescente con le superiorità prima dell’Italia, poi della Cina ed infine ancora dell’Italia che però non schiodano lo score che consegna vittoria e promozione alle azzurre.

(Comun. stampa Comitato organizzatore) – La Corea scatena tutto il suo potenziale giocandosi tutte le proprie carte contro la povera Polonia che generosamente prova ad arginare lo tsunami asiatico. Coreane che alla prima superiorità rompono gli equilibri: il tiro della Kim è respinto dal goalie polacco, ma la Griffin è in agguato e insacca. Continua il predominio coreano ma dobbiamo aspettare il 12’ per il raddoppio, di fatto fotocopia della prima rete: tiro  della Choi respinto e tap in vincente della Park (Yoongjung). Prima del riposo Corea che allunga ancora con la #23 Park che raccoglie il passaggio dalla sinistra della Im e mette alle spalle della Sass.

È la solita Corea a fare la partita ma il suo gioco adesso è lezioso, poco incisivo e concreto. Al 4’ Polonia che intercetta in difesa, parte il break della Wieczorek che controlla e segna rasoghiaccio. La rete rincuora le baltiche che si fanno più intraprendenti  ancora con un paio di pericolose ripartenze. La panchina coreana al 9’05” chiama timeout per riordinare le idee. E la cosa funziona. Corea che riparte a testa bassa e in poco più di un minuto segna due reti: la prima con un tiro della Jo deviato in rete dalla Cho, il secondo con la Lee (Jingyu) che intercetta un’uscita di zona polacca, si presenta sola davanti alla Sass e segna. Polonia che fa uscire la Sass per Kosinska. Prima del secondo riposo la sesta rete coreana, con la solita Yoonjung Park che di rapina mette nel sacco firmando l’hat trick personale.

La prima parte del terzo periodo senza particolari emozioni fino all’11’ quando la Poznieska intercetta un disco in difesa s’invola e tira, disco deviato su cui arriva la Laskawska e segna. Corea che reagisce  d’orgoglio e va a segno altre tre volte ancora con la Yoonjung Park (poker), col tap in vincente della Jingyu Lee e con la deviazione vincnete della capitana Jongh Park su tiro dell’altra Park Ye Eun.

Miglior giocatore del torneo le due capitane: per la Polonia Karolina Pozniewska e per la Corea Jongah Park.

GARA 1 : Polonia – Corea 2-9 (0-3, 1-3, 1-3)
Reti: 4’34” Griffin (K) 12’25” Y. Park (K) 17’48”Y. Park (K) 24’28” Wieczorek (P) 31’02” Cho (K) 32’21” J. Lee (K)  38’46” Y. Park (K) 51’02” Laskawska (P) 53’00” Y. Park (K) 54’52” J. Lee (K) 58’56” J. Park (K)

Prima frazione a ritmi bassi, abbastanza monotona ed in cui scarseggiano le emozioni e così lo 0 a 0 con cui si va al riposo ne è specchio fedele. È la Lettonia a proporre una maggior pressione nel terzo kazako, anche se manca di profondità e di concretezza; Kazakistan che si affida, di tanto in tanto, a ripartenze che però non fanno male. Nel finale di frazione l’unica superiorità per il Kazakistan che è ben controllato dall’ordinata Lettonia.

Al rientro assume maggior iniziativa la formazione centro asiatica ma la gara non decolla. Al 5’ due conclusioni ravvicinate della kazaka Tucktieva ma Kristina Aspsite vigila; al 6’ rima superiorità per la Lettonia che ne approfitta per passare in vantaggio; il tiro centra a mezza altezza della Ozmena trova un varco nel traffico. La Lettonia usufruisce quasi subito di un altro power play ma stavolta il muro difensivo kazako resiste. Kazakistan che prova poi a reagire mettendo pressione alla retroguardia baltica ma senza la necessaria “cattiveria”, neanche nell’altra superiorità.

Vivace il terzo periodo; all’8’ leggero infortunio alla kazaka Fux per un fallo della Miljone. Superiorità kazaka che trova però attenta la goalie Apsite. Al 13’ breal lettone con la Jipcaka che serve la smarcata Mihejenko la cui volée è pronta ma trova la magica presa della Dmitrieva. Al 15’ power play lettone con varie conclusioni insidiose  ma nulla più. Vano il forcing finale della kazake, anche senza il portiere per l’extrattacker.

Miglior giocatore del torneo di ogni squadra: Alyona Fux per il Kazakistan e Kristina Apsite per la Lettonia. 

GARA 2 : Kazakistan – Lettonia 0-1 (0-0, 0-1, 0-0)
Reti: 27’26” Ozmena (L)

L’Italia vince col minimo risultato anche la sfida con la temibile Cina, conquista la quarta vittoria del Mondiale, il primo posto della classifica finale e la promozione nel Gruppo A della 1^ Divisione.

Nel match conclusivo del torneo, contro la Cina l’Italia si gioca le chance di vittoria e di promozione; dal canto suo la Cina gioca una gara decisiva per una medaglia. Il match è quindi molto sentito, e si vede, su entrambe le panchine. Sugli spalti il tifo per le azzurre si fa sentire, ma non mancano i fans per le asiatiche.

Cinesi che partono all’assalto e provano a sorprendere le azzurre. Ci prova subito la Kong, imitata subito dalla Mattivi. Al 4’ tiro della Galtieri che mette in difficoltà la Wang. Al 5’ il tiro secco della Liu trova pronta la Mazzocchi; i ritmi sono buoni, in campo grande agonismo. Insiste la Cine ma la Mazzocchi vigila, anche all’11’ sul tiro della Zhao. Al 14’ esce per un colpo la Caumo; pressione della Cina, che gioca bene, arginata con grande ardore  fisico.  Al 18’ penalità per la Mattivi e finale di frazione incandescente, ma con le reti che restano inviolate.

In avvio Dalprà atterrata mentre è lanciata verso al porta ma fallo non rilevato. Poco dopo bomba della Stocker deviato di bastone dalla Wang;. Al 4’ pericolo dal tiro della He, Mazzocchi c’é. La Cina arremba, non sempre precisa ma volitiva, l’Italia regge bene, con caparbietà. All’8’ prima superiorità per le azzurre che si fanno pericolose con la capitana Saletta (parato), poi la conclusione dalla distanza della De Rocco che la Wang non trattiene e disco che scivola in rete. Esplode la panchina azzurra. La rete aggiunge convinzione e determinazione alle azzurre che prendono confidenza e guadagnano ghiaccio. Cina accusa. All’11’ Italia ancora in superiorità pericolosa con la Zandegiacomo. Finale di frazione di marca azzurra, sfruttando la terza superiorità ma risultato che non cambia.

Nel terzo periodo asiatiche che provano in tutti i modi a scardinare il sistema azzurro, serrato e sistematico. Finale incandescente con le superiorità prima dell’Italia, poi della Cina ed infine ancora dell’Italia che però non schiodano lo score che consegna vittoria e promozione alle azzurre.

Miglior giocatore del torneo di ogni squadra: Yuquing Wang per la Cina e Eleonora Dalprà per lItalia.

Al termine la cerimonia di chiusura dei Campionati con le premiazioni dei best player del torneo per ruolo e quindi con la consegna di coppe e medaglie alla terza, seconda e prima classificata, con il chairman dei Campionati Ron Degregorio a ringraziare Asiago e a dichiarare chiusi i Campionati. Poi le azzurre che hanno festeggiato sul campo alla grande vittoria e promozione.

GARA 3 : Cina – Italia 0-1
Reti: 30’17” De Rocco (I)

Miglior giocatore del torneo di ogni squadra:

Cina                          #  24 Yuquing Wang
Corea                      # 9 Jongah PARK
Kazakistan              # 8 Alyona FUX
ITALIA                      # 21 Eleonora Dalprà
Lettonia                    # 7 Anna KUBLINA
Polonia                      # 7 Karolina POZNIEWSKA             

Miglior giocatore per ruolo:

Miglior portiere : Giulia MAZZOCCHI (ITA)
Miglior difensore : Nadia MATTIVI (ITA)
Miglior attaccante : Jongah PARK  (KOR)

Classifica Finale

ITALIA …..             punti 12 (14:6) promossa in 1^ Divisione Gruppo A
Corea …..               punti 11 (20:8)
Lettonia …..         punti 9 (7:12)
Kazakistan …..     punti 7 (9:10)
Cina …..                  punti 6 (7:7)
Polonia …..           punti 0 (7:21)

RISULTATI:

Domenica 8 aprile 2018
COREA – KAZAKISTAN     2-1 all’overtime (0-0, 1-0, 0-1, 1-0)
Reti: 31’09” Kim (Ko) 59’41” Fux (Ka) 64’54” Park (Ko)
best player: SHIN So Jung (KOR) – DMITRIEVA Daria (KAZ)

POLONIA – CINA                                   0-4 (0-0, 0-2, 0-2)
Reti: 28’59” Wen (C) 32’37” Fang (C) 42’02” Yu (C) 47’55” Fang (C)
best player: SASS Martyna (POL) – FANG Xin (CHN)

ITALIA – LETTONIA                               5-1 (1-0, 3-0, 1-1)
Reti: 6’25” Saletta (I) 2036” de Rocco (I) 30’32” de la Forest (I) 37’16” Galtieri (I) 43’21” de la Forest (I) 55’33” Kublina (L)
best player: SALETTA Carola (ITA) – OZMENA Sarma (LAT)

Lunedì 9 aprile 2018
LETTONIA – POLONIA                          2-1 (0-0, 1-0, 1-1)
Reti: 38’43”  Ozmena (L) 48’46” Tomzok (P) 56’45” Jipcaka (L)
best player: JIPCAKA Krista Nikole (LAT) – TOMCZOK Olivia (POL)

CINA – COREA                                          2-1 (0-0, 2-1, 0-0)
Reti: 26’25” Hou (C) 29’08” Choi (K) 39’27” Fang (C)
best player: WANG Yuqngi (CHN) – PARK Jongah (KOR)

KAZAKISTAN – ITALIA                         1-4 (0-0, 1-2, 0-2)
Reti: 27’31” Aldabergenova (K) 31’26” Dalprà (I) 36’40” Mattivi (I) 41’31” Carignano (I) 45’34” Saretta (I)
best player: SHEGEBAYEVA Arai (KAZ) –  Mazzocchi Giulia (ITA)

mercoledì 11 aprile :      
LETTONIA – CINA               2-1 (0-0, 0-1, 2-0)
Reti: 20’51” Hou (C) 44’22” Miljone (L) 53’15” Miljone (L)
best player:  MILJONE Liga (LAT) – YOU Baiwei (CHN)

KAZAKISTAN – POLONIA      4-3 (2-2, 2-1, 0-0)
Reti:  1’34” Shegebayeva (K) 7’01” Pozniewska (P) 12’42” Aldabergenova (K) 19’44” Czaplil (P) 28’05” Strzelecka (P) 33’03” Moldabai (K) 34’39” Fux (K)
best player:  KONYSHEVA Olga (KAZ) – PONIEWSKA Karolin (POL)

COREA – ITALIA      3-2 (1-1, 0-0, 2-1)
Reti: 12’33” J. Park (C) 14’21” Mattivi (I) 20’02” Dalprà (I) 17’03” Griffin (C) 18’11” C. Park (C)best player:  PARK Chaelin (KOR) – MATTIVI Nadia (ITA)

giovedì 12 aprile : 
CINA – KAZAKISTAN 0-3 (0-0, 0-0, 0-3) 
Reti:  52:14  RYSPEK M (K),  56:29  TUKHTIEVA Z (K),  59:27 RYSPEK M (K-ENG)
best players: LIU Zhixin (CHN) – RYSPEK Meruyert (KAZ)

LETTONIA – COREA 1-5 (0-1, 0-2, 1-2)
Reti: 05:53 PARK Jongah (K), 20:53 IM Danelle (K-PP1), 33:00 LEE Jingyu (K), 50:25 PARK Jongah (K), 54:26 LAGZDINA Anna Katrina (L), 59:50 HAN Soo Jin (K-PP1).
best players:  KURME Baiba (LAT) –  IM Danelle (KOR)

ITALIA – POLONIA 2-1 (1-1, 0-0, 1-0) 
Reti: 14:40 DALPRA E (I), 19:22 POZNIEWSKA K (P), 40:45 de la FOREST A (I-PP1) 
best players: de la FOREST Anna (ITA) – CZARNECKA Ewelina (POL) 

sabato 14 aprile :             
POLONIA – COREA 2-9 (0-3, 1-3, 1-3)
Reti: 4’34” Griffin (K) 12’25” Y. Park (K) 17’48”Y. Park (K) 24’28” Wieczorek (P) 31’02” Cho (K) 32’21” J. Lee (K)  38’46” Y. Park (K) 51’02” Laskawska (P) 53’00” Y. Park (K) 54’52” J. Lee (K) 58’56” J. Park (K)
best players: Cygan Aneta (POL) – Yoonjung Park (KOR)

KAZAKISTAN – LETTONIA 0-1 (0-0, 0-1, 0-0) 
Reti: 27’26” Ozmena (L)
best players: Alyona Fux (KAZ) – Anna Kublina (LAT)

CINA – ITALIA 0-1 (0-0, 0-1, 0-0) 
Reti: 30’17” De Rocco (I)
best players: Minghui Kong (CHN) – Linda de Rocco (ITA).