Playoff LNA: Zugo e Davos in semifinale

Zugo e Davos sono le prime formazioni ad accedere alle semifinali, grazie agli sweep rifilati a Ginevra e Losanna.  Il Berna sconfitto, in casa in gara 3, ristabilisce subito le distanza a Biel al termine di una gara caratterizzata da numerosi episodi di nervosismo e un finale concitato. Zurigo e Lugano proseguono la serie all’insegna dell’equilibrio e vittorie casalinghe di misura.

Playoff – Quarti di finale (Best of 7)

Berna-Biel 3-1 (2-1 ot; 3-0; 3-6; 3-1)
Davanti a 17.ooo spettatori i campioni in carica, già sul 2-0 nella serie si fanno sorprendere dal  Bienne. In vantaggio con Ebbett, si fanno raggiungere da un gol di Pedretti proprio sul suono della sirena. Ma è nel periodo centrale che i seelander dilagano realizzando la bellezza di quattro reti con Wellinger, Wetzel, Earl e Micflikier. Tardivo il tentativo di rimonta degli “orsi” che accorciano le distanze con Arcobello e Noreau illudendo i propri tifosi, prima che il gol a porta vuota realizzato da Rajala consegni la vitoria alla squadra ospite.
In gara-4 avviene però il pronto riscatto del Berna, che espugna con relativa facilità la Tissot Arena, al termine di una partita caratterizzata dall’elevato numero di penalità (distribuiti 217 minuti di penalità totali). Dopo poco più di dieci minuti, la squadra della capitale è già in doppio vantaggio. I gol di Ebbett e Scherwey indirizzano chiaramente il match dalla parte della formazione di Jalonen. Nel secondo periodo Martin Pluss, sfruttando un errore di Maurer, serve l’assist vincente a Scherwey per la terza rete (seconda personale) del Berna. Il gol della bandiera lo firma Earl.

ZSC Lions-Lugano 2-2 (4-3; 3-4; 1-0; 2-3)
Nella serie più equilibrata di questi Quarti di Finale, le due formazioni si impongono nuovamente di misura sulle rispettive piste. In gara-3, disputata all’Hallenstadion, i Lions si impongono 1-0 grazie all’unico gol di Geering. I bianconeri, dal canto loro, hanno il torto di non riuscire imperdonabilmente a  sfruttare una situazione di 5 contro 3 e, nei minuti finali, hanno anche dalla loro parecchia sfortuna, quando una clamorosa traversa nega a Hofamnn il gol che significherebbe overtime.
Alla Resega, pronto riscatto del Lugano. Con soli due stranieri in pista, causa la squalifica a titolo provvisorio di Thoresen, lo Zurigo subisce la rete in apertura di Sannitz, ma riesce a rimediare con una rete di Herzog in doppia superiorità numerica. E’ però nel periodo centrale che si decide il match. Burgler, uno dei migliori in pista, illude i bianconeri prima del nuovo pareggio di Marti. Il gol vincente lo firma invece Zackrisson,, rientrato in squadra per via della squalifica di Lapierre. Penalità partita per Blindenbacher, dopo un contatto a centro pista con un arbitro.

Zugo-Ginevra 4-0 (3-2 ot; 5-2; 5-1; 5-1)
La vera delusione di questa prima fase dei Playoff è sicuramente il Ginvera di McSorley, rispedito a casa dopo sole quattro partite. Un doppio 5-1 permette allo Zugo di accedere alle Semifinali. Alla Bossard Arena è davvero tutto troppo facile per i padroni di casa che mandano a segno per ben tre volte McIntyre. Il gol in apertura di Helbling e la rete di Suri in inferiorità numerica, completano la cinquina.
Stessa sorte a Ginevra dove Pare illude i padroni di casa che vengono poi travolti da cinque reti. McIntyre, Lammer, il gol in backhand di Zangger, Diaz e il gol a porta vuota di Diem non lasciano scampo a un sempre più frastornato Mayer, che insieme ai suoi compagni può già pensare alle vacanze.

Losanna -Davos 0-4 (3-5; 1-2; 2-3 rig.; 3-6)
L’altra formazione già promossa alle Semifinali è il Davos di Arno Del Curto che ha liquidato in sole quattro partite la sorpresa Losanna. In gara-3 a Malley, sono serviti però i  tiri di rigore. Per due volte in vantaggio, i grigionesi  si facevano raggiungere prima dell’epilogo finale. Apriva Jorg, ma subito dopo arrivava il pareggio in power-play del solito Genazzi. Situazione analoga nel terzo periodo quando alla rete di Kousal, replicava dopo solo un minuto Deruns. Dopo due overtime, il rigore decisivo lo realizzava Marc Wieser.
Alla Vaillant Arena, la partita si metteva subita in discesa per i gialloblu, già sul 3-0 dopo dieci minuti. I gol di Lindgren, Kessler e Ambuhl non lasciavano alcuna speranza di rimonta al Losanna nonostante il gol in inferiorità numerica di Mieville che chiudeva il primo periodo. Altre due reti dello stesso Ambuhl, autore di una tripletta e il gol di Dino Wieser chiudevano il conto proiettando il Davos alla fase successiva. Per la cronaca le altra due reti dei vodesi portavano la firma di Genazzi e Augsburger.

Playout
A Kloten l’Ambrì incassa un’altra sconfitta: la formazione guidata da Dwyer resiste solo un tempo, il primo, agli aviatori e compromette la partita nella frazione centrale incassando la doppietta dell’ex Grassi e i gol di Bieber e Lemm. Nel terzo tempo le marcature di Tresconi, Lemm, Cunti e Berthon sono utili per arrotondare il punteggio.
Al Langnau basta la rete di Eero ad inizio terzo tempo per espugnare la BCF Arena; la sconfitta casalinga condanna i burgundi alla finale playout contro l’Ambrì Piotta.

 
sabato 11 marzo
Friborgo – Langnau  0-1
Kloten   – Ambrì    6-2

Classifica Playout LNA (dopo 3 giornate)
1.Langnau   68
2.Kloten    65
3.Friborgo  54
4.Ambrì     48

Tags: , ,