Il Losanna perde la testa della classifica. Lugano in ripresa

Con due sconfitte, entrambe per 5-3, il Losanna cede il primo posto allo Zurigo, sebbene i Lions abbiano disputato una gara in più. Il doppio passo falso dei vodesi consente a Zugo, Biel, Kloten e Ginevra di mettersi in scia. Delle ticinesi, il Lugano dà segni di ripresa, mentre l’Ambrì al successo esterno, ancora all’overtime, contro lo Zurigo, non dà seguito alla striscia di successi gettando al vento l’incontro con il Davos tenuto saldamente in pugno per 53’.

ambri-piotta_banner logoSono bastati 130” a rovinare all’Ambrì un weekend che poteva essere quasi perfetto: sono quelli intercorsi tra il 53.21 e il 55.31 nel match che li ha opposti, alla Valascia, al Davos. Eppure il match dei biancoblù ha preso una piega positiva sin dall’1’26, quando Elias Bianchi, subentrato a Mark Bastl, apre le marcature finalizzando gli assist di Lukas Lhotak e di Diego Kostner, quest’ultimo al primo punto in LNA del nazionale italiano con l’Ambrì. Sandro Zurchirchen ripropone la prestazione di Zurigo del giorno prima, mentre Peter Guggisberg è il solito trascinatore dei piottini e, a 48” dalla primo intervallo, realizza il raddoppio. A metà gara i padroni di casa, durante un power play di 4’ (2+2 comminato a Daniel Rahimi) sfiorano il goal con Lhotak, ma pochi secondi più tardi i grigionesi sfruttano un regalo dei biancoblù accorciando con Perttu Lindgren. E’ un primo campanello d’allarme, tuttavia nessuno ci fa caso, perché in apertura di terzo tempo Jason Fuchs ristabilisce le distanze. Si arriva ai famigerati 130”: l’Ambrì s’inceppa e il Davos ne approfitta con la doppietta di Enzo Corvi che ristabilisce la parità. Il tempo di un amen e Dario Simion batte per pochi millimetri Zurchirchen fissando il punteggio sul definitivo 4-3 per la formazione guidata da Arno Del Curto.
La prestazione dei leventinesi contrasta con quanto di buono mostrato quarantott’ore prima contro lo Zurigo, partita che ha sancito il sorpasso di Seger nel computo di presenze in LNA su Ronny Rüeger, dove Fuchs è stato mattatore della serata. I Leoni vogliono onorare il nuovo record e passano in vantaggio con Luca Cunti al 6’. L’Ambrì si avvale del power play per pareggiare con Fuchs; gli zurighesi non ci stanno e, nel secondo tempo, mettono grande pressione al reparto arretrato dei biancoblù, i quali si affidano a Zurchirchen per arginare gli assalti avversari. Al termine del periodo sono i trenta i tiri nello specchio della gabbia, ma solo uno, quello di Chris Baltisberger va a segno. Tuttavia l’enorme forechecking dello ZSC mostra delle crepe che l’Ambrì sapientemente sfrutta in penalty killing con il secondo goal di Fuchs. i padroni di casa si confermano pericolosi anche nel terzo tempo e in overtime, ma è il piottino Mikko Mäenpää a risolvere la gara.

lugano2016_bannerIl Lugano può finalmente tornare a sorridere, sia per il primo successo esterno, ottenuto a Losanna, sia per aver incassato la quasi totalità del bottino in palio. Contro i vodesi, il Lugano incassa la rete di Etienne Froidevaux maturata al termine di una discesa, i sottocenerini danno fuoco alle polveri nella frazione centrale approfittando del momento di smarrimento dei biancorossi: l’Azzurro Giovanni Morini accende la miccia, Steve Hirschi e Riccardo Sartori assestano l’uno-due che vale il momentaneo doppio vantaggio, e Dario Bürgler mette a segno l’allungo. Partita tutt’altro che in ghiacciaia, i losannesi lavorano alla rimonta con Philippe Schelling, aiutato dalla deviazione con la stecca di Gregory Hofmann, e Nicklas Danielsson. A gelare gli animi dei 6.543 spettatori accorsi alla Patonoire de Malley ci pensa Linus Klasen con il goal, a porta vuota, del definitivo 5-3.
Tornati alla Resega, i bianconeri presentano tra i pali il recuperato Elvis Merzlikins; la rocambolesca gara con il Berna è risolta in overtime da Patrik Zackrisson (leggi la cronaca).

LNA

Il Losanna, dopo essere stato sconfitto in casa dal Lugano, cade anche nel derby romando con il Ginevra; anche in questa occasione i vodesi sono protagonisti di una rimonta (Sven Rysen, Matteo Nodari e Joël Genazzi rispondono ai tentativi di fuga di Cody Almond, Jeremy Wick e Timothy Kast)  a cui non segue il colpo del K.O. piazzato, invece, dai ginevrini con Romain Loeffel e Kay Schweri. Il successo nel derby segue quello ottenuto dalla formazione guidata da Chris McSorley a Davos, nonostante una partenza ad handicap, i ginevrini fanno fronte con Nick Spaling ai due vantaggi messi a segno da Samuel Walser e Noah Schneeberger. L’attaccante granata mette lo zampino anche nel goal di Kay Schweri che chiude la partita.
Il Langnau coglie la prima vittoria in campionato, per di più in trasferta, espugnando la Swiss Arena di Kloten giocando una partita magistrale: passati in vantaggio con Roland Gerber, le Tigri allungano nella frazione centrale con Chris DiDomenico, Thomas Nüssli e Philippe Seydoux che rendono vano il pareggio di Bobby Sanguinetti. Il ritorno dei padroni di casa è firmato da Tommi Santala e Dennis Hollenstein, ma agli ex avieri non è sufficiente, perché a 33” dalla fine dell’incontro Lukas Haas spegne ogni velleità segnando a porta vuota il 5-3. Con la vittoria ottenuta Scott Beattie scaccia il fantasma dell’esonero concretizzatosi dopo l’ennesima sconfitta contro il Biel. Contro i seelander, i giallorossi sono in grado di annullare il vantaggio di Fabian Lüthi con le marcature di Nüssli e il neoacquisto Elo Eero, ma non riescono a mantenere il vantaggio venendo travolti dal Biel, nel terzo tempo, dalle reti di Julian Schmutz, Robbie Earl, Jan Neuenschwander e Toni Rajala. I bernesi sprecano l’occasione di superare in classifica lo Zurigo perdendo all’overtime lo scontro diretto: in vantaggio 3-1 per effetto della doppietta di Earl e il goal di Toni Rajala, inframezzato da quello di Robert Nilsson, i Lions raggiungono il pareggio con Patrick Thoresen e Baltisberger nei tempi regolamentari. Al supplementare risolve Roman Wick.
Il debutto di Larry Huras sul pancone del Friborgo non è fortunato: il weekend si chiude con due sconfitte che proiettano i burgundi al penultimo posto in classifica. Nella gara del venerdì contro il Kloten il neo coach recupera Roman Cervenka, tornato a disposizione dopo la conclusione della World Cup, ma non è sufficiente. Le numerose penalità subite costano ai Dragoni una partita che li aveva visti avanti nel punteggio con Julien Sprunger e Christopher Rivera: quattro delle cinque reti dai zurighesi nascono da situazioni di superiorità. A Zugo il Friborgo rimedia al goal in short handed di Jarkko Immonen ribaltando il punteggio con Benjamin Neukom e Mattias Ritola, tuttavia deve subire il ritorno degli svizzero centrali a segno con Lino Martschini, Josh Holden e David McIntyre. Con i tre punti conquistati lo Zugo riscatta la brutta sconfitta per 7-4 patita a Berna.

pillole-lna-svizzera-640x320Il mercato svizzero registra tre nuovi arrivi: oltre al già citato finlandese Eero del Langnau, dalla KHL è stato prelevato Stefano Giliati, l’italocanadese, ex Bolzano, fino alla scorsa stagione era in forza al Medvescak Zagabria, è stato ingaggiato dal Davos. Il Kloten prova a risolvere la grana portiere mettendo sotto contratto per due mesi Melvin Nyffeler. Il nome del goalie svizzero, durante l’estate, era stato associato al Bolzano.


Risultati LNA:

venerdì 30 settembre
Langnau  – Biel     2-5
Zurigo   – Ambrì    2-3 ot
Davos    – Ginevra  2-3
Berna    – Zugo     7-4
Friborgo – Kloten   2-5
Losanna  – Lugano   3-5

sabato 1 ottobre
Lugano   – Berna    4-3 ot
Kloten   – Langnau  3-5
Zugo     – Friborgo 4-2
Ambrì    – Davos    3-4
Ginevra  – Losanna  5-3
Biel     – Zurigo   3-4 ot

Classifica LNA (dopo 10 giornate)
1.Zurigo    21 punti*
2.Losanna   20
3.Zugo      19
4.Biel      19
5.Kloten    18
6.Ginevra   18
7.Berna     16
8.Davos     15
9.Lugano    15
10.Ambrì    10*
11.Friborgo  7
12.Langnau   5
*=una partita in più


Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.M.Arcobello   (Berna)   15     (8+7)
2.L.Klasen      (Lugano)  15     (4+11)
3.D.Hollenstein (Kloten)  14     (7+7)
4.R.Earl        (Biel)    14     (5+9)
5.T.Santala     (Kloten)  13     (5+8)

Top Goalies
#                  Club       Svs%  GAA
1.L.Flueler       (Zurigo)   92,3   1.96
2.L.Boltshauser   (Kloten)   94,0   2.03
3.C.Huet          (Losanna)  92,5   2.10
4.J.Hiller        (Biel)     93,6   2.10
5.R.Mayer         (Ginevra)  93,3   2.35

Tags: ,